Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

BLBLBL ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

aiutooooooooo mi fate un favoroneee!?

avrei bisogno di 2 favori in realtà:

1- dove posso trovare il film del buio oltre la siepe (completo)

2- dove posso trovare invece il riassunto del libro - sempre il buio oltre la siepe -

ragazzi io vi ringrazio in anticipo so che il riassunto posso farmelo da sola ma vi chiedo un piccolo aiutino!! GRAZIE IN ANTICIPOOOOOOOO!!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    1my muvies

    2...La storia è ambientata nel Sud degli Stati Uniti d’America, negli anni quaranta, nel paese di Maycomb, situato nella medesima contea di Maycomb, nello Stato dell’Alabama.

    La voce narrante è quella di Scout, una vivace bambina di circa otto anni. Il suo vero nome è Jean Louise, ha perso la mamma quando aveva due anni, vive in una grande casa con il fratello Jem che all’inizio della storia ha 13 anni. I due fratelli vivono con il papà Atticus, che entrambi chiamano sempre per nome. Egli fa l’avvocato e spesso deve assentarsi da casa per lavoro. In sua assenza Calpurnia, la cuoca tuttofare di colore, si occupa dei ragazzi.

    Atticus Finch cerca di crescere i suoi figli secondo gli ideali di democrazia che egli stesso applica nell’esercitare la sua professione, lasciando loro tanta libertà. E’ soprattutto Scout a trarne beneficio, ricevendo un’educazione meno rigida rispetto a quella riservata alle bambine della sua età, in quel periodo storico. Scout è una delle poche bambine a cui è concesso indossare i calzoni e questo scandalizza tantissimo sua zia Alexandra, sorella di Atticus, una donna di sani principi, benpensante, che disapprova i metodi educativi del fratello.

    Durante l’estate Jem e Scout vengono raggiunti da Dill, un ragazzo di una vicina città, che d’estate si reca dalla zia che abita a Maycomb. Sui tre ragazzi esercita un fascino particolare la casa dei Radley, poco distante dalla loro casa e circondata da una siepe. Intorno a questa casa si narrano diverse leggende. In passato essa era abitata dall’intera famiglia Radley, composta dai genitori e due fratelli maschi. Boo, il più piccolo, intorno ai quindici anni, commette una ragazzata insieme ad alcuni compagni. Il giudice non lo manda al riformatorio insieme agli altri, in seguito alla promessa del padre di occuparsi personalmente del figlio. Da quel giorno, nessuno vedrà più Boo Radley, al quale man mano verranno attribuite tutte le nefandezze che accadranno a Maycomb. Anche dopo la morte dei genitori, Boo non metterà piede fuori casa. I tre ragazzi, insieme agli abitanti della cittadina, temono questo personaggio, ma ne sono anche incredibilmente attratti e quasi ogni giorno si sfidano per stabilire chi tra loro ha più coraggio e riesce ad avvicinarsi di più alla soglia della porta. La casa lentamente viene sommersa da un lento degrado, il giardino è sempre più incolto, il colore bianco della facciata interna diventa grigio e le imposte rimangono sempre chiuse.

    Nel frattempo Atticus Finch viene volutamente incaricato dal giudice della contea della difesa di Tom Robinson, un uomo di colore ingiustamente accusato di aver violentato una giovane donna bianca. Atticus, convinto della sua innocenza, lo difende nello stesso modo in cui difenderebbe un bianco. Questo episodio cambia la tranquilla esistenza di Jem e Scout: a scuola vengono accusati di essere i figli di uno sporco negrofilo e spesso vengono insultati. Atticus chiede a sua sorella di trasferirsi a vivere momentaneamente con loro finché il processo non sarà terminato e cerca di rasserenare i suoi figli, educandoli alla tolleranza e spiegando loro che gli uomini possono essere sia buoni, sia cattivi, indifferentemente dal colore della pelle.

    Attraverso il racconto di Scout conosciamo gli abitanti di Maycomb, ognuno con i suoi pregi e con i suoi difetti. La bambina descrive le vicine di casa, come miss Maudie e la sua passione per i dolci e per i fiori, miss Stefanie e la sua passione per il pettegolezzo. Memorabili le pagine in cui Scout descrive le riunioni della Società Missionaria di cui sua zia Alexandra è presidentessa. Scout si chiede che bene facciano all’umanità queste signore incappellate e ben vestite che passano alcuni pomeriggi della settimana a sorseggiare acqua fresca e a mangiare pasticcini.

    Attraverso i suoi occhi, vediamo anche noi la cittadina di Maycomb, dove bianchi e neri vivono insieme, ma separati, ognuno nel proprio quartiere e dove il razzismo è ancora profondamente radicato. A causa di esso, il processo e il romanzo si concluderanno con un tragico epilogo. Tuttavia, Jem e Scout si salveranno grazie all’aiuto del tanto temuto Boo Radley e, ancora una volta, dovranno constatare la saggezza del padre che li ha sempre esortati a guardare oltre alle apparenze perché non bisogna "to kill a mockingbird" (uccidere i passeri). Essi sono innocui uccellini che cantano e non fanno male a nessuno: perché far loro del male?.

    Questo romanzo è il racconto di un’infanzia felice e un grande tributo dell’autrice alla memoria del padre, un uomo retto e onesto che ha vissuto in coerenza con i suoi ideali, trasmettendoli ai figli.

    Harper Lee, nata a Monroeville (Alabama) nel 1926, ha scritto solo questo romanzo. Esso è stato pubblicato per la prima volta nel 1960 e nello stesso anno ha vinto il Premio Pulitzer.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    QUESTO E IL RIASSUNTO DEL LIBRO IL FILM NN SO DOVE PUOI TROVARLO

    l romanzo è ambientato intorno agli anni '20 in Alabama, negli Stati Uniti, in una piccola cittadina chiamata Maycomb. A quel tempo gli Stati Uniti erano già una nazione forte anche se giovane e si stava sviluppando superando molto velocemente le nazioni europee in fase di ricostruzione dopo la fine della grande guerra. Anche se nel 1863 Abramo Lincoln aveva abolito la schiavitù dei neri essi non erano ancora considerati come i bianchi, lavoravano sottopagati nei campi dei proprietari terrieri bianchi o nelle case di questi come camerieri e servitori e la loro vita era priva di qualsiasi diritto. Questo romanzo è stato scritto per denunciare il razzismo ed i pregiudizi della società sudista di quel tempo e si scaglia contro l'asservimento della polizia e della magistratura al potere economico.

    Nella prima pagina l'autrice fa capire che tutto il romanzo è un flashback, ma all'interno di questo, che inizia fin dalla seconda pagina e fino alla fine, la fabula e l'intreccio coincidono, salvo numerosi piccoli flashback.

    In questo libro il narratore è interno e narra i fatti sotto il punto di vista della protagonista, una bambina, che aggiunge al racconto dei fatti i propri pensieri e le proprie opinioni.

    Il registro non è colto e raffinato, ma è un linguaggio che, data l'età della protagonista, è chiaro e semplice, non sempre corretto ed educato.

    I personaggi principali sono presentati all'inizio fisicamente in modo diretto, ma l'autrice lascia che nel corso del racconto la psicologia di questi venga a galla attraverso i fatti narrati. I personaggi secondari invece sono descritti fisicamente e psicologicamente in modo diretto.

    Mentre il protagonista è una persona ben definita, anche se nell'episodio centrale narra le azioni compiute in aula dal padre avvocato e si trasforma quasi in un aiutante del protagonista, l'antagonista è il pregiudizio della gente comune.

    I personaggi principali sono pochi, la maggior parte infatti svolge ruoli marginali nella storia:

    r Scout: è la protagonista, il narratore dei fatti. E' la figlia di Atticus Finch, orfana di madre, è cresciuta esclusivamente con l'aiuto del padre, del fratello Jem e della cameriera Calpurnia.

    Ha 7 anni all'inizio del racconto e 10 alla fine, passa le sue giornate a giocare col fratello maggiore fino a quando comincia ad andare a scuola. E' una ragazza estroversa e molto orgogliosa e per vendicare una piccola offesa non esita a fare a botte.

    La zia Alexandra vuole fare di lei una vera signorina, ma il padre Atticus vuole lasciarla libera di comportarsi come vuole.

    Atticus Finch: è il padre di Scout e di Jem, di professione fa l'avvocato, ha cresciuto i suoi figli lontano dai pregiudizi della società del tempo. E' una persona intelligente e non esita a difendere un nero accusato di stupro, anche se tutti gli rinfacciano di essere un difensore di neri, considerati come essere inferiori, e di disonorare perciò la sua famiglia.

    Jem: è il fratello maggiore di Scout, ed è più calmo della sorella, anche lui ha un grande senso dell'onore, ma non si butta nelle mischie. Rappresenta un punto di riferimento per Scout, ma è più introverso rispetto alla sorella.

    Calpurnia: è la cameriera nera della famiglia Finch, non è trattata come un essere inferiore come avviene nelle altre famiglie, ma è considerata un membro della famiglia. Atticus, Jem e Scout le sono molto affezionati, essa sta con loro fin da quando vivevano a Maycomb, si comporta con loro come una vera madre.

    Zia Alexandra: è la sorella di Atticus, all'inizio viene vista come un personaggio negativo, ma in seguito, dopo il suo trasferimento a casa della protagonista, Scout comincia a vederla come una zia che vuole educare al meglio i nipoti.

    E' una persona che non ama mettersi in mostra, è severa e tiene maggiormente all'opinione degli altri e preferirebbe che Atticus non difendesse il nero.

    10 PUNTI EH! MI RACCOMANDOO :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.