Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

Adolf Hitler era davvero innamorato di Eva Braun?

Secondo voi, Hitler era davvero innamorato di Eva Braun?

O altrimenti, è vero che l'unico amore della sua vita è stata sua nipote Angela Raubal?

Potete dirmi tutto quello che sapete a riguardo.

Grazie a tutti quelli che risponderanno.

Aggiornamento:

Ho dimenticato di specificare che con il nome Angela Raubal non intendo la sorellastra di Hitler, ma bensì sua figlia, nota anche come Geli Raubal.

5 risposte

Classificazione
  • Bruno
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    >Dopo la morte di Geli Raubal figlia di Angela Hitler e unico amore di Hitler, il dittatore non amerà più nessuna donna. L' incontro con Eva Braun avviene nello studio fotografico di Heinrich Hoffamann amico personale di Hitler, la ragazza molto più giovane di Adolf, sembra che si sia innamorata immediatamente, il padre nazista ma non fanatico è contrario alla relazione, ovviamente il suo parere conta ben poco. Il 1932 è l' anno delle elezioni, Hitler è in giro per la Germania e Eva rimane sola per molto tempo con la sua gelosia, tenterà il suicidio in novembre sparandosi un colpo alla gola si salverà, ritenterà il 28 maggio 1935 ingerendo sonniferi, si salverà ancora. Hitler capisce che non può restare sola gli regala una villetta nel centro di Monaco dove si trasferirà con la sorella Margaretha meglio conosciuta come Greti, sposerà nel 1944 Hermann Fegelein. Viene trasferita su ordine di Hitler nel Berghof dove è tenuta sotto stretto controllo da Borman. Al Berghof passa le giornate leggendo, praticando sport, guardando film, passeggia all' aria aperta giocando con i cani, lei stessa gira film dove appare felice ma in realtà è molto triste perché l' uomo di cui è innamorata è lontano, riceve amici e parenti, beve e fuma, sono le uniche libertà che ha. Nel 1941 Hitler la manda in Italia dove rimarrà per parecchio tempo sempre in compagnia della sorella, nel 1944 è testimone di nozze della sorella che si unisce in matrimonio con Fegelein e quando Hitler ordina la sua fucilazione per tentato di scappare è proprio Eva che tenta di salvarlo. Nel 1945 il suo sogno si avvera, sposa Adolf Hitler poche ore prima della fine, orgogliosa sul certificato di matrimonio firmerà Eva Hitler. No Hitler non amava Eva ma lei era innamoratissima...

    www.tuttaaltramusica.com/2011/03/14/rinvenute-le-foto-private-di-eva-braun-lamante-di-hitler/

  • C@rol
    Lv 7
    1 decennio fa

    Le fonti ci dicono questo e cioè l’ unica donna che abbia amato veramente fu Angelika Raubal, detta Geli, figlia della sorellastra. Geli è stata, infatti, la vera donna, appena diciassettenne, di Hitler,

    l' unica che abbia mai portato con sé sia nelle gite che nelle riunioni di partito……… Ma in quei sei anni di rapporto si dice, alla fine, era disgustata dalle inclinazioni sessuali masochistiche del suo amante ( pare che molte delle sue depravazioni avessero origine da una precoce infezione di sifilide contratta giovanissimo da una prostituta ebrea..).Questi sentimenti finirono per corrodere in lei

    l' amore per lo zio. Geli si sentiva schiavizzata: lei, così giovane, rinchiusa in casa e privata delle sue ambizioni perché il suo sempre più importante amante, che pure rivolgeva attenzioni anche ad altre donne, non voleva dividerla con nessuno e sospettava, non a torto, che la nipote avesse un amante (Geli ebbe una relazione con Emil Maurice, autista e domestico di Hitler). Il 18 settembre del 1931 Geli si suicidò con un colpo di pistola in pieno torace. Per Hitler quello fu un colpo che definire durissimo sarebbe dir poco. Il futuro Führer era sconvolto; per diverse settimane fu insensibile a tutto ciò che lo circondava, anche alle importanti occasioni politiche che gli si presentavano. Forse si sentiva responsabile per quello che era avvenuto, sicuramente pensò anche di suicidarsi. Ci furono anche delle dicerie sul possibile coinvolgimento di Hitler. Una volta al potere il Führer ricordò sempre con commozione la morte di Geli, commissionò dei dipinti della nipote ad Adolf Ziegler, il suo pittore prediletto, e li lasciò nella loro casa di Monaco. Fino alla morte si recò personalmente a porre dei fiori sotto a essi nel giorno della nascita e in quello della morte di Geli, ogni anno. Anche la stanza di Geli al Berghof non fu mai intaccata, anche quando ci furono lavori di restauro. Dopo la morte di Geli Hitler non amò mai più una donna. Ne frequentò molte altre, tutte fatte come piacevano a lui: giovani, slanciate e attraenti, ma nessuna sostituì mai il suo amore perduto. … Eva, era innamorata di lui, lo adorava, annulla la sua personalità per quel sadico masochista, incapace di amare. Tentò anche + volte il suicidio… rimase al fianco di Hitler fino alla fine e coronò il suo sogno di sposarlo poche ore prima del loro suicidio nel bunker della Cancelleria di Berlino, la donna che sull' atto di matrimonio firmò Eva, scrisse la B di Braun, la cancellò e scrisse orgogliosamente Hitler, Eva Hitler. Pare che nel suo diario che Hitler le regalò in occasione del suo ventitreesimo compleanno, si chiese “ sono felice?”……….e quando una donna se lo domanda nel 90% dei casi non lo è!!!......

    Fonte/i: Google
  • 1 decennio fa

    aspetta, adesso gli mando una mail,per chiederglielo...

  • 1 decennio fa

    Bruno ha dato una risposta esaustiva e ben documentata: vorrei fare solo qualche osservazione. E' molto difficile entrare nella mente e nei sentimenti delle persone, specie ragionando intorno a un uomo come Hitler, che fu sempre riservatissimo. Ancora oggi si sa pochissimo della sua sessualità.: se fosse cioè molto "attivo" o timido e "imbranato" .Si può dire con sicurezza che fu molto affezionato ad Eva Braun ed altrettanto compiaciuto quando la giovane donna scelse di ritornare a Berlino accanto a lui, invece di mettersi in salvo.

    Allo stesso modo, può darsi che si sbagli o perlomeno si esager ad interpretare la passione per la nipote Geli come un sentimento unico e totalizzante.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    a hitler facevva comodo avere al suo fianco una donna. ció

    si potrebe spiegare che molti intimi di hitler lo ritenevano

    impotente (cosa storicamente non provata) e la presebza

    di eva braun gli serviva a disdire tali supposizioni

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.