Moschee e sviluppo urbano. Ce ne sono già nella vostra città?

giornata noiosa e piovosa !

come è da voi il tempo ?

se avete fretta , rispondete subito , altrimenti vi lascio le mie considerazioni da commentare e criticare .

credo che oramai i giochi siano fatti ed indietro non si torna più . i musulmani sono una realtà della nostra vita e lo saranno sempre di più , se non con l' immigrazione , con le future nascite . Credo quindi che ogni Comune dovrebbe prevedere nel suo sviluppo urbanistico la costruzione entro i prossimi 5 anni di una moschea ( o più d' una , per le grandi città )

le moschee non portano il terrorismo ( quelli se vogliono pianificare lo fanno tra le mura domestiche ) e non attira di più musulmani in Italia , già ci vengono a barcate .

La moschea però risolve di fatto il problema delle numerose mini moschee abusive che sorgono qua e là nei quartieri , dentro i grandi garage o nei negozi vuoti che vengono dati in affitto ai musulmani ed usati anche come luogo di ritrovo ricreativo oltre che di preghiera .

Con la moschea è inoltre più facile controllare il numero di musulmani e vedere , tramite le telecamere di sicurezza se sono frequentate da "indesiderati & schedati".

ma dove costruirle ?

ho visto molte città nel mondo multiculturali o multirazziali , ma poche se non nessuna erano veramente integrate . Per lo più si erano create delle zone a prevalenza nera o ispanica , musulmana o ebraica , ecc , ecc , in modo naturale , senza troppe forzature .

Una pacifica convivenza quindi , anzichè un' integrazione totale forzata che vuol vedere tutti mescolati nello stesso condominio.

Attorno ad ogni Chiesa è sorto un paese ed è inevitabile quindi che attorno ad ogni moschea sorga una comunità islamica . Meglio quindi farle in zone limitrofe , in modo che possa poi ampliarsi la città con un quartiere a prevalenza islamico . Non un ghetto , ma con libera circolazione di tutti , solo che a prevalenza islamica , così non darebbero troppo disturbo alle diverse abitudini dei cittadini già residenti

va detto che non c'è solo la preghiera 5 volte al giorno , ma durante il ramadan fanno festa tutte le sere dalle 22 fino a notte fonda , che cucinano usando spezie dai fortissimi odori , e molto altro .

con quali soldi costruirle ?

La mia città ( Vicenza) è una delle capitali mondiali dell' oro ed è spesso frequentata da ricchissimi sceicchi o simili , che spendono cifre immense per cose inutili .

Credo quindi che personaggi così sarebbero adatti a sponsorizzare una moschea , magari a nome della loro famiglia , come spesso avviene nei loro Paesi . A questo anche il Governo potrebbe intervenire chiedendo quindi aiuti e sponsorizzazioni ai Paesi musulmani .

Più è bella la moschea e più arricchisce il patrimonio artistico e culturale di una città .

Splendide ad esempio quelle di Sarajevo , Gerusalemme o Istanbul , ma anche altre più piccole sparse per vari Stati mediorientali .

voi che ne dite ?

Aggiornamento:

@GigiBagigi , questa tua è un ' altra grande verità !

il 90% dei notiziari regionali parla di reati commessi dagli stranieri

di dove sei ? non credo che siano molti i posti in cui gli arachidi si chiamano anche bagigi

Aggiornamento 2:

@ A†αη ŽεkΌ , in Israele e Palestina molte moschee sono state fatte utilizzando delle Chiese

Aggiornamento 3:

@Chris , penso che ad alti livelli tutti i partiti prendano in giro la gente pur di ragranellare qualche voto in più nel momento del bisogno ( sempre e solo i loro bisogni , ovvio )

Aggiornamento 4:

@Mammaoca , sapevo che era una parola di origine araba , credo importata in Veneto con la Serenissima , ma non sapevo fosse diffusa fino in Sicilia

Aggiornamento 5:

@Elviatar ; ti riferisci alla grande cattedrale Armena , giusto ?

A Teheran comunque c'è già maggior libertà ( anche per i musulmani) che rispetto alla parte centro meridionale dell' Iran. Sarajevo è stupenda , ci sono stato più volte , una appena finita la guerra , che ancora " fumava" , e poi dopo la ricostruzione . Comunque , quando cambi via è come passare dalla Polonia alla Turchia solo girando l' angolo . Lo stesso dicasi attraversando il ponte , ora ricostruito, di Mostar .

a me odori , sapori , usi e costumi differenti non danno fastidio . Ci ho fatto l' abitudine girando per il mondo , ma a tanti invece sì , e trovano delizioso il profumo del mio gatto arrosto ( con patate , ricordati ! ) e disgustoso invece l' odore del cumino ad esempio .

Aggiornamento 6:

@Yamileth , sono proprio d' accordo con te. La Chiesa ha troppa influenza nella politica di Stato ed i luoghi di culto dovrebbero essere tutti autofinanziati ed automantenuti da chi li usa.

12 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Un magnagati eh....

    Intanto condivido il tuo pensiero, indietro non si torna.

    Vorrei anche tranquillizzare tutti coloro che insistono con la menata delle Chiese a casa loro, Le Chiese sono ovunque, Tunisia Egitto Marocco, perfino in Iran vi è una grande cattedrale (a Teheran quella di San Sergio)....solo dai nostri petrolamiconi Sauditi non è possibile professare la "nostra" religione ed in qualche nazione terzomondista teocratico/dittatoriale, se vogliamo divenire come questi ultimi.....

    Ma veniamo a noi, i miei vicini di casa sono tunisini, 13 per l'esattezza 3 famiglie (7 figli piccoli) che convivono nella stessa abitazione, ebbene zero fastidio, neppure durante il ramadan.

    Non è che cantano ballano e si rotolano nel fango ubriachi fradici.....semplicemente mangiano dopo il calar del sole. Gli odori poi, che dire, quando ti fai un bel minestrone (o il gatto arrosto) anche tu emani aromi, al massimo nelle vicinanze della tua abitazione o sotto la finestra della cucina, non è che appesti una città....

    Autorizzare le Moschee è segno di civiltà, a Sarajevo (si proprio Sarajevo che tu citi) nella stessa via convivono Moschea, Sinagoga e Chiesa e nessuno si stranisce....mica in Finlandia eh....

    Lo Stato (meglio i Comuni) può aiutarli a trovare una zona per la costruzione, costruzione che dovrà esser finanziata con soldi PRIVATI come da sempre le associazioni musulmane sostengono.

    Finisco col dire che, le generazioni future, i loro figli, che nascono o nasceranno sul nostro territorio, saranno gli italiani del futuro....e credimi, quando si saranno integrati sarà tutta una altra cosa, non vi ricordate gli albanesi 20 anni fa ?? Sembravano sbarcati da marte....eppure ora sono perfettamente integrati nel tessuto sociale italiano (ovvio non tutti, ma quasi).

    Saluti

    Certo, mi riferivo alla cattedrale armena....

    Fino a l'altro anno giravo il mondo per lavoro (studi geologici per i Ministeri delle Infrastrutture), in particolare nei paesi arabi (Iran, Arabia Saudita, Qatar, Bahrain, Oman, Emirati, Tunisia, Algeria, Egitto), ho imparato a conoscere i miei "polli".....concordo con te per quanto riguarda Sarajevo, ci andai con ancora i fori di proliettile nei muri.....e ci sono tornato altre volte (per la verità in periferia qualche forello c'è ancora), sempre purtroppo per lavoro....ed è proprio come la descrivi tu, un guazzabuglio di culture. Splendida !!!

    P.s. Mio nonno giurava che il gatto era ancor più saporito del coniglio......preferisco non indagare.....anche se in qualche ristorante cinese potrei averlo degustato......

  • Anonimo
    8 anni fa

    ...si potrebbero usare i Circoli della Liberta'...tanto tra un po' saranno inutilizzati....,in ogni caso,ritengo pure io che non ci sia un problema di ordine pubblico se arrivano musulmani o chi per loro,anche perche' l'Italia si sta multirazzializzando...ed e' una logica conseguenza all'introduzione di internet,degli aerei,delle navi...insomma,se esistono sempre piu' mezzi di trasporto ed informazione vorra' poi dire che la gente li usa...50'anni fa era un po' diverso....cmq a me non fanno paura i musulmani,mi fanno paura tutte le persone disoneste e senza scrupoli,ma purtroppo questo non ha un colore di pelle,altrimenti sarebbe facile individuare chi eliminare...te lo dimostra il fatto che se mi facessero scegliere tra berlusconi ed il mio amico Said...prova a dire chi butterei giu' dalla torre?.....

  • 8 anni fa

    Io trasformerei le chiese in sale di lettura, palestre e centri benessere e inviterei le persone a professare il proprio credo nelle proprie abitazioni..... figuriamoci se mi importa delle moschee ^__^

  • Chris
    Lv 6
    8 anni fa

    A Parma il sindaco é di destra ed il suo precedecessore che ha govnerato per 2 mandati idem.

    A Parma la moschea c'era già da tempo ma circa 2 anni fa c'é stata una gran polemica ed i musulmani della città hanno chiesto a gran voce una moschea più grande ed adeguata alle loro esigenze. Chiaramente l'hanno ottenuta.

    Sentire la destra ed in particolar modo la Lega che sentenzia sulla sinistra per queste cose a me fa davvero ridere. A seconda di come tira il vento la destra cambia idea ed é disposta a sposare la causa che il giorno prima spergiurava. Questo per me é prendere in giro la gente.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Forse il sig Bagigi non sa che il vocabolo deriva dall'arabo "abb aziz" ed è passato al dialetto veneto e anche al siciliano, dove ha assunto anche un altro significato ( hai presente i cabbazizi di Montalbano?) .

    Detto questo aggiungo che se i cosiddetti cristiani, in tutto il mondo smettessero di commettere reati legati alla loro religione, forse chiuderemmo le carceri e i tribunali.

    Infine ti dico che a Torino la moschea la stanno costruendo, finora nessuno ha fatto una piega, il cardinale ha avanzato un' obiezione molto blanda, giusto per dovere, e poi ha detto che la preghiera è un diritto di tutti.

    Fonte/i: una volta l'Italia era molto più multiculturale di adesso, e ha prodotto il patrimonio artistico e culturale su cui adesso viviamo di rendita, o almeno, dovremmo, visto che lo stiamo buttando alle ortiche.
  • Anonimo
    8 anni fa

    Sarò favorevole alle moschee in Italia, solo quando un qualsiasi musulmano che commette un reato a causa dei dettami della propria religione, verrà rispedito a casa sua. Quando avrò questa certezza, prenderò personalmente cemento e cazzuola e li aiuterò a costruirle...

    @mammaoca a prescindere dal fatto che la tua delucidazione sull'origine araba del termine bagigio... lascia intendere che mi reputi razzista... cosa che non sono... e da qui si evince tutta la tua ignoranza fondata sul pregiudizio... In merito ai reati dei cristiani italiani per motivi religiosi... li giudico nella stessa maniera... non potendoli sbattere fuori dal paese però... ;))))

  • 3 anni fa

    Non vedo cosa e chi possa urtare la presenza di un edificio religioso. Tanto rumore e polemica in step with cosa? I musulmani ci sono e non si possono ignorare, che preghino in uno scantinato o in una moschea normale non vedo cosa possa cambiare. Ci sono e ci saranno sempre...

  • 8 anni fa

    Nella mia città già ce ne è una, ma se ti dovessi dire con quali soldi è finanziata, non lo so. Non è stata costruita ex-novo: utilizza dei locali presenti nel centro storico.

    Io penso che i luoghi di culto (di tutti i culti) non andrebbero finanziati. Penso che se li debba finanziare chi li vuole.

    E questo è valido per le moschee, per le sinagoghe e anche per le chiese. Reputo infatti che il Vaticano abbia troppa ingerenza nella vita dello Stato.

    La religione è secondo me un fatto privato. Lo Stato, le Regioni e i Comuni dovrebbero salvaguardare la libertà religiosa, ma da qui a finanziare le varie religioni, ce ne corre.

  • Purtroppo non ancora.

  • 8 anni fa

    io voglio abbracciare tutti i fratelli rom e mussulmani!!!! li adorooooo

    vendola re di itaglia!!!!!!

  • Mostra altre risposte (2)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.