promotion image of download ymail app
Promoted

Fukushima-centrale nucleare...tesina 3a media?

Qualcuno mi puo' aiutare a parlare di quello che e' accaduto a Fukushima,per la tesina 3a media...grz.

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Alle 14,46 dell’11 marzo un devastante terremoto di intensità 8.9-9 sulla scala Richter colpisce il Giappone e la centrale di Fukushima Daiichi, nel Nord-Est del Paese

    2. Secondo quanto previsto dai sistemi di sicurezza i tre reattori attivi della centrale (così come gli altri reattori del paese interessati dal sisma) sono stati automaticamente arrestati attraverso l’inserimento delle barre di controllo all’interno del nocciolo del reattore che hanno bloccato le reazioni di fissione nucleare

    3. Contemporaneamente i sistemi di raffreddamento di emergenza sono entrati in funzione, iniziando ad abbassare la temperatura all’interno dei reattori, nei quali i prodotti di fissione altamente radioattivi continuano a generare una notevole quantità di calore.

    4. 55 minuti dopo la prima violentissima scossa di terremoto, uno tsunami generato dal sisma ha investito la centrale mettendo fuori uso i generatori diesel che garantivano il funzionamento delle pompe di raffreddamento.

    5. Dopo numerosi tentativi infruttuosi nel cercare di mantenere elevato il livello dell’acqua all’interno dei nuclei dei reattori i tecnici hanno cominciato ad immettere nei reattori acqua di mare addittivata con acido borico, in modo da ricoprire le barre di combustibile ed abbassarne la temperatura, scongiurandone così la fusione.

    6. Nonostante ciò secondo quanto riferito dalla società che gestisce l’impianto, la Tepco, le barre di combustibile contenute nei reattori attivi al momento del terremoto (1, 2 e 3) e le barre di combustibile contenute nella piscina di raffreddamento del reattore numero 4, spento prima del sisma, sono rimaste scoperte per un periodo sufficientemente prolungato da portare la temperatura delle barre di combustibile a livelli tali da rendere possibile una rapida ossidazione dello zirconio, metallo di cui è costituita la parte più esterna degli elementi di combustibile (questo metallo se raggiunge una temperatura elevata quando viene al contatto con acqua o vapore produce gradi quantità di idrogeno).

    7 .Nei reattori nucleari deve essere costantemente assicurata la presenza di un livello d’acqua sufficiente a coprire interamente gli elementi di combustibile. In caso contrario, il calore di decadimento prodotto dagli elementi radioattivi contenuti nel combustibile può causare la produzione di idrogeno ed il danneggiamento delle barre, con la conseguente fuoriuscita di isotopi radioattivi che possono contaminare l’acqua di raffreddamento, nonché la fusione del combustibile.

    La situazione è in continua evoluzione. Per seguirla in tempo reale, vai allo Speciale Giappone

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Alle 14,46 dell’11 marzo un devastante terremoto di intensità 8.9-9 sulla scala Richter colpisce il Giappone e la centrale di Fukushima Daiichi, nel Nord-Est del Paese

    In Giappone la situazione comincia a farsi davvero critica per la centrale nucleare di Fukushima, ma questo problema sembra non interessare il Governo italiano che continua con la sua campagna pro-nucleare. Ma procediamo con ordine e vediamo quanto avviene nel Paese nipponico.

    Qui gli esperti hanno quasi da subito affermato che almeno tre dei sei reattori della centrale rischiavano la fusione, ma la Tepco ha sempre ribadito che soltanto uno, il primo, poteva davvero fondersi. Ed infatti così è stato, almeno fino ad oggi. Le notizie che arrivano dal Paese del Sol Levante sono davvero preoccupanti, e ci raccontano che nemmeno le barre di combustibile completamente sommerse in acqua hanno potuto fermare il processo di fusione che ormai riguarda anche i reattori due e tre.

    E l’Italia come risponde a questa novità? Al solito modo: infischiandosene e tentando di portare avanti i propri interessi. Il Ministro Elio Vito ha chiesto che venga posta la fiducia sul decreto Omnibus, passato al Senato e ieri arrivato alla Camera, il quale contiene, tra le altre norme, la moratoria sul nucleare. L’intento è chiaro, immediatamente denunciato dalle opposizioni: cancellare momentaneamente la legge in discussione al referendum, per evitare che la gente vada a votare, e riprendere nuovamente il discorso sul nucleare tra un anno o due.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.