promotion image of download ymail app
Promoted

Il pericolo atomico è sconosciuto all' umanità, o già sperimentato e subìto?

Vi furono antiche guerre nucleari? Alcuni archeologi pensano di sì. (da www.antikitera.net › Archeologia › News ):

" Uno strato di ceneri pesanti, radioattive, copre un’area di una decina di chilometri quadrati nel Rajasthan, India, circa 18 km a ovest di Jodhpur. Gli scienziati stanno studiando il sito, dove era in costruzione una nuova lottizzazione edilizia.

Da qualche tempo è stato accertato che vi è un tasso molto elevato di difetti alla nascita e di cancro in quella zona. I livelli di radiazioni registrati dagli strumenti degli investigatori sono così elevati che il governo indiano ha finito per isolare la regione.

Gli scienziati hanno portato alla luce una città antica, dove appaiono le prove che un’esplosione atomica di migliaia d’anni fa, da 8000 a 12000 anni, distrusse la maggior parte degli edifici e probabilmente uccise mezzo milione di persone. Uno dei ricercatori stima che la bomba nucleare utilizzata dovesse essere all’incirca delle dimensioni di quelle esplose sul Giappone nel 1945.

Il Mahabharata descrive chiaramente un’esplosione catastrofica che sconvolse il continente. “Un unico proiettile caricato di tutta la potenza dell’Universo… Una colonna incandescente di fumo e fiamme, brillanti come 10.000 soli, s’innalzò in tutto il suo splendore… era un’arma sconosciuta, un fulmine di ferro, un gigantesco messaggero di morte che ridusse in cenere un’intera razza.

“I cadaveri erano così bruciati da essere irriconoscibili. I capelli e le unghie caddero, il vasellame si ruppe senza alcuna causa apparente, e gli uccelli diventarono bianchi.

“Dopo poche ore, tutti i prodotti alimentari erano infettati. Per uscire da quel fuoco, i soldati si gettarono nel fiume.”

Lo storico Kisari Mohan Ganguli dice che gli scritti sacri indiani sono pieni di tali descrizioni, che suonano come un’esplosione atomica, simile a quella dell’esperienza di Hiroshima e Nagasaki.

Dice che le fonti parlano di carri celesti che combattevano e d’armi finali. Un’antica battaglia è descritta nel Drona Parva, una sezione del Mahabharata.

“Il passaggio parla di combattimenti e descrive le esplosioni delle armi finali, che decimarono interi eserciti, provocando la distruzione d’una moltitudine di guerrieri con cavalli ed elefanti, soffiati via come le foglie secche degli alberi”, dice Ganguli.

“Invece di funghi atomici, lo scrittore descrive un’esplosione a colonna verticale, con nuvole di fumo fluttuanti, come l’apertura di ombrelloni giganti consecutivi. Ci sono commenti in merito alla contaminazione degli alimenti e ai capelli delle persone che cadono”.

L’archeologo Francis Taylor dice che le raffigurazioni in bassorilievo, in alcuni templi vicini, da lui tradotte, suggeriscono che essi pregassero d’essere risparmiati dalla grande luce, che stava per portare rovina sulla città. “E’ abbastanza incredibile immaginare che qualche civiltà possedesse la tecnologia nucleare prima di noi. La cenere radioattiva aggiunge credibilità agli antichi resoconti indiani che descrivono la guerra atomica”.

La costruzione del nuovo quartiere è stata fermata, mentre il gruppo di cinque membri conduce l’inchiesta. Il capo del progetto è Lee Hundley, che ha iniziato l’inchiesta, dopo che l’alto livello di radiazioni è stato scoperto.

Ci sono prove evidenti che l’impero Rama (ora India) fu devastato da una guerra nucleare. La valle dell’Indo è ora il deserto del Thar, e il sito delle ceneri radioattive, che si trova ad ovest di Jodhpur, è lì intorno. Considerate questi versi antichi (6500 a.C. al più tardi) del Mahabharata:

“… un unico proiettile

carico di tutta la potenza dell’Universo.

Una colonna incandescente di fumo e fiamme

luminosa come mille soli

salì in tutto il suo splendore…

un’esplosione verticale

con nuvole di fumo fluttuanti…

… la nuvola di fumo,

innalzandosi dopo la prima esplosione,

si aprì in onde circolari,

come l’apertura di ombrelloni giganti …

… era un’arma sconosciuta,

un fulmine di ferro,

un gigantesco messaggero di morte,

che ridusse in cenere

l’intera razza dei Vrishni e Andhaka.

… I cadaveri erano così bruciati

da essere irriconoscibili.

I capelli e le unghie caddero;

le ceramiche si ruppero senza causa apparente,

e gli uccelli diventarono bianchi.

Dopo poche ore

tutti i prodotti alimentari erano contaminati…

… per uscire da quel fuoco

i soldati si gettarono nei torrenti

per lavare se stessi e le loro attrezzature”.

Sino al bombardamento di Hiroshima e Nagasaki, l’uomo moderno non poteva immaginare nessuna arma tanto orribile e devastante come quelle descritte negli antichi testi indiani. Eppure essi descrivono molto accuratamente gli effetti di un’esplosione atomica. L’avvelenamento radioattivo fa cadere capelli e unghie. Immergersi in acqua dà qualche sollievo, anche se non è una cura.

Aggiornamento:

@ ... I nuclei ghiacciati mostrano che alla fine dell´ultimo periodo glaciale le temperature salirono in modo consistente, per un millennio. Le tracce di rame, stagno e piombo mostrano forti incrementi.

L´era del Dryas antico terminò bruscamente con un drammatico innalzamento delle temperature. L´estinzione dei mammuth e della megafauna del Nord e Sud America avvenne in quel periodo. Nello stesso periodo, le concentrazioni d´uranio nei coralli salirono da circa 1, 5 parti ad oltre 4 parti per milione. Le datazioni con il radiocarbonio, in quel periodo, si fanno caotiche. Gli studi degli strati di deposito sul fondo dei laghi confermano le irregolarità delle successioni cronologiche. Sono state trovate sabbie fuse, in particolare nel deserto egiziano.

Ognuno di questi elementi sembra sostenere la tesi di un´antica guerra nucleare. ( da www.passionescienza.it/index.php?l=IT&s...e...p... )

Sono ipotesi attualmente allo studio di scienziati, Giacobbo & C. possono farsene quel che voglio

Aggiornamento 2:

.... Sono ipotesi attualmente allo studio di scienziati, Giacobbo & C. possono farsene quel che vogliono, piuttosto anche noi potremmo attingere a certi studi archeologici per meditare sul nostro eventuale futuro ( se e come ci arriveremo), lo scetticismo non è sempre una forma di conoscenza, spesso lo è maggiormente una, se pur apparente insana, curiosità...

14 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Lungi da me prenderti in giro per quanto affermi: che nei testi antichi si trovi sempre un fondo di verità è risaputo e dimostrato, il problema è semmai "come" questa verità è stata tramandata e soprattutto è lecito chiedersi se nelle le parole usate per definirla per caso non esistano scopi diversi dalla semplice volontà di tramandare ai posteri la cronaca cronaca dei fatti.

    Infatti non è un mistero che l' informazione "pilotata" e persino la mistificazione delle notizie sia dimostrata fin dall' Egitto di Ramses II, il che fa supporre che sia connaturata con la comunicazione umana.

    C' è sempre uno scopo nel tramandare ai posteri un evento, cioè la volontà di dire qualcosa d' altro che non la semplice registrazione dell' accaduto.

    Non conoscendo le scoperte che citi, io propendo come Pinocchio per la caduta di un meteorite, soprattutto per la presenza di nuclei vetrificati, che sono caratteristici in questo tipo di impatti, che tra l' altro sono in grado di proiettare notevoli quantità di polveri nell' atmosfera e influire in questo modo sul clima per un certo periodo di tempo.

    Il fatto che poi un tale cataclisma sia stato attribuito ai belligeranti la dice lunga sul significato morale della cosa - e cioè che la dovevano smettere al più presto - e mi trovo pienamente d' accordo col senso in cui è stata tramandata questa realtà storica, soprattutto in considerazione di quella attuale.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    La storia umana certo non è lineare come suggeriscono gli accademici, ma una cosa è immaginare una precedente civiltà tecnologica (cosa testimoniata tra l'altro anche dal reperto di antikitera, cui fai riferimento ..ma che è attribuibile al periodo ellenistico) un'altra interpretare in modo troppo letterale i testi antichi. Oltretutto anche la caduta di un meteorite contenente elementi radioattivi si adatta perfettamente alla descrizione. 10.000 anni sono troppo pochi perché le forze esogene ed endogene della Terra cancellino quasi ogni traccia di manufatti e attrezzature ...o le lattine di dieta-coke in titanio che si utilizzavano prima del neolitico

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Interessante, ma CHI avrebbe lanciato la bomba? Dotarsi di armi atomiche implica pure il dotarsi di strutture industriali tali che se ne dovrebbe rinvenire le tracce, ben più che antichi scheletri o vasellami. A meno di non richiamare in causa eventuali società aliene.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Parlane con Giacobbo di Voyager, lui sicuramente sarebbe interessato.

    ------

    Comunque, ammesso che esistano degli strati con radioattività di fondo, esistono e sono noti alla comunità scientifica dei "reattori nucleari" naturali spenti

    http://www.zonanucleare.com/more_info/scienza/reat...

    Il sospetto di scoperte così "repentine" che "nessuno mai aveva notato" mi puzza.. a prescindere.. poi magari documentandosi.. magari le cause di questa radioattività "ammesso che esista" vanno cercate in cause naturali non artificiali..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    ma perché qui a religione e spiritualità?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Sì Sì Certo

    Il Nucleare è stato creato dai Puffi con aiuto dei Marziani e con l'aiuto finanziario dei Fantastici Quattro

    Valeria Marini per esempio sa tutto a riguarda del terzo occhio nucleare.

    Se si legge la terza pagina di Diva Donna si scoprono gli effetti tricologici nell'uso della Bibbia in combinazione con il libretto rosso sotto il casco dal parucchiere...anche quello crea effetti nucleari spaventosi

    Se si legge Rakam si scopre l'effetto del groviglio nucleare sui filati di lana

    Se si legge Chi si scopre che i tronisti sono radioattivi

    cmq si sì grazie delle news di archeologia nucleare....veramente mi sono emozionato

    grazie delle news

    Ciao e salutami il Mago Silvan!!

    Fonte/i: I danni di Voyager: http://www.youtube.com/watch?v=LIoKKzIQWWg Abbiamo scoperto la radioattività...oh che bello!! ma quanto sono felice...la prox mossa è scoprire che esiste l'acqua!!
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    ancora non abbiamo compreso niente sull'atomica e il suo pericolo,non parlo solo delle centrali o della seconda guerra mondiale.l'uomo non ricorda gli ioni o ere passate e crede sempre di aver scoperto o messo in atto lui stesso in quel periodo storico,se si ricordasse cosa successe ere a distro,adesso non saremo a questo punto,la storia è ciclica e ciò che non abbiamo compreso si ripresenta a distanza di ioni.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    beh,chi dice che prima di noi non ci fosse un altra civiltà sulla terra?e una volta spazzata via,magari da una guerra nucleare,si sia sviluppato l'uomo?tutto è possibile...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Un meteorite forse... ma una guerra nucleare sulla terra...mmm... mi pare improbabile. Forse su Marte un paio di milioni di anni fa e oltre, potrebbe essere successo; comunque forse era simile alla Terra, ma non si sa di preciso cosa abbia fatto perdere la sua atmosfera rendendolo un pianeta freddo e desertico...

    Se è accaduto, sicuramente si è trattato di un meteorite bello grosso... ma penso che gli scienziati possano saper distinguere le due cose... la radioattività la produce anche un meteorite e poi non si sa di cosa è costituito.

    Ciao

    ⓈⓂ

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Sinceramente credo che sia una bufala.

    La cosa che non mi convince è che questa popolazione di 8000-12000 anni fa parla di <<poche ore>> mentre le meridiane sono nate attorno al terzo millennio avanti Cristo parallelamente all'ora, quindi non vedo come potessero, allora, misurare il tempo in ore.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ora_(unit%C3%A0_di_mi...

    Wikipedia riporta la definizione storica dell'ora: Un dodicesimo del ciclo diurno.

    È la stessa che è nata con la meridiana.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Orologio#Storia_dell....

    Un secondo particolare poco convincente è il "fulmine di ferro", in quanto il ferro è stato scoperto circa seimila anni fa dagli Ittiti.

    Un altro particolare che poco mi convince è "tutta la potenza dell'universo", la concezione di infinito è nata coi filosofi greci e dunque non credo all'epoca esistesse un concetto tale, soprattutto tra gli indiani che in filosofia non sono mai stati una cima.

    Fonte/i: Collapsing Gravestone requiscat in odium.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.