promotion image of download ymail app
Promoted
susy ha chiesto in Politica e governoGoverno · 9 anni fa

Se abrogassero la norma delle centrali nucleari, quali elementi verrebbero usati?

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    te li elenco tutti

    acqua--->centrali idroelettriche

    terra--->centrali geo-termiche

    aria--->centrali eoliche

    inquinano tutte me no del nucleare

    oppure....

    turbina a magnetismo, penso risolverebbe il fattore inquinamento-denaro

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    se il nucleare verrà archiviato (me lo auguro!) si dovrà iniziare seriamente ad investire sulle risorse rinnovabili (sole, aria, acqua, energia geotermica) come stanno facendo molti Paesi Europei!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 5
    9 anni fa

    Dovrebbero essere utilizzate le fonti di energia alternative, ma in Italia può succedere di tutto...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Lo sviluppo tecnologico è ormai tale, e sicuramente non immobile, che oggi gran parte di qualsiasi tecnologia inquinante e non rinnovabile è sostituibile da fonti di energia non inquinanti e rinnovabili. Basterebbero qualche legge fatta bene ed un po' di incentivi per arrivare al punto che il residuo uso d derivati del petrolio non comporterebbe problemi nè di esaurimento nè di inquinamento. E rendendo del tutto inutile il ricorso al nucleare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Senza le centrali nucleari, per le persone intelligenti, non ci sarebbe proprio nessun problema!

    Pensa che sulla terra esiste la vita da molti milioni di anni e fino al secolo scorso, per vivere e poi morire, nessuno ha mai dovuto usare ne il carbon fossile ne il petrolio ne il metano e tanto meno l'energia nucleare quindi mi permetto di dire che chi sostiene la necessità di usare l'energia nucleare minimizzando il rischio di rendere inabitabile la terra non è un incosciente ma un delinquente oppure uno stupido o meglio ancora un ignorante patentato!

    A voi la scelta!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    per l'energia elettrica sono già avanti nel mondo coll'eolico e col solare. il problema rimane ancora il trasporto che dipende ancora troppo dai combustibili fossili, mentre i combustibili alternativi tratti dai vegetali rischiano di depredare ulteriormente il pianeta dei suoi terreni per le loro coltivazioni e mentre utilizzi dell'idrogeno sono ancora sperimentali e costosi. Quindi il futuro alternativo è verso le fonti energetiche ecologiche o di basso impatto ambientale e rinnovabili.

    Per i costi: 1 MW di nucleare costa 5ml di euro per la costruzione, il doppio per la dismissione, inoltre il problema aggiuntivo è lo smaltimento delle scorie; 1 MW di fotovoltaico costa 3ml di euro per la costruzione e 1 ml per la dismissione. Ma vuoi mettere il vero guadagno che avremo per il minor inquinamento e per una maggior pulizia nell'aria?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    il buonsenso..il primo degli elementi che portano al risparmio...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    QUELLI CHE ABBIAMO USATO FINO AD OGGI.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    ABROGHI O NON ABROGHI SIAMO UNA NAZIONE DI IGNORANTI TANTO RUMORE PER NIENTE TANTO CI PENSA FRANCIA SPAGNA GERMANIA ED ALTRI A STERMINARCI PRIMA CHE FANNO LE CENTRALI IN ITALIA GIà ESISTERANNO PANNELLI MOLTO EVOLUTI CERTO CHE LA TURKIA E MOLTO MA MOLTO PIU AVANTI DI NOI HANNO TUTTI I PANNELLI xxxxxxx dimenticano in cina costruiscono 22 centrali quindi abroghi o no ci ammazzano gli altri

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Tutto quello che abbiamo usato fino ad ora, che già garantisce il fabbisogno nazionale e ci dà anche la possibilità di rivendere energia per esempio alla Francia a caro prezzo, ricomprando poi sempre dalla Francia a basso prezzo l'energia che essa produce attraverso il nucleare e che non ha modo di consumare nelle fasce orarie di minor consumo. E' un accordo che impedisce alla Francia perdite economiche ingenti e consente a noi di guadagnare.

    In più si possono sviluppare ulteriormente tutte le energie rinnovabili, pulite, stimate molto più economiche nel brevissimo periodo di sei o sette anni, e difficilmente gestibili in maniera oligarchica, e quindi con possibili infiltrazioni malavitose come invece lo è quella nucleare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.