Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 10 anni fa

Come riuscire ad addormentarsi?

Da che possa ricordare ho sempre avuto problemi relativi al sonno, soprattuto per la difficoltà nell'addormentarmi. Anche se durante il giorno sono stanco quando arriva la sera non riesco a percepire il sonno, così quando capisco che è tardi provo a mettermi a letto... mentre aspetto di addormentarmi, forse per noia inizio a ripensare alla giornata analizzando le azioni e studiando ogni genere di curiosità che possa avere, penso al passato, futuro e presente e cerco di impormi di dormire... fino al momento in cui sembra arrivare l'alba mi ritrovo finalmente a dormire. Il giorno successivo che per necessità mi sveglio relativamente presto faccio fatica ad alzarmi e continuo ad avere sonno e stanchezza per gran parte della giornata, spesso faccio fatica a svolgere dei compiti e capisco che 4 o 5 ore a notte non sono sufficienti, soprattutto se dormite di mattina. Eppure, quando torna la sera, stessa cosa... sento la stanchezza ma non avverto il sonno, faccio qualcosa per passare il tempo aspettando che senta davvero la necessita di mettermi a letto e anche quando decido di andare presto, passo la notte a girarmi e a perdermi tra i miei pensieri fino al momento in cui "svengo" e rinizio una nuova giornata. E' come se riuscissi ad addormentarmi solo quando la notte finisce e arriva la mattina, allora inizio a dormire beatamente facendo sempre sogni fantastici che per lo più ricordo, poi arriva l'ora della sveglia e mi ritrovo stanco morto a scendere dal letto. L'unica volta in cui ho la possibilità di riposare è la domenica, in cui al buio estremo chiuso nella mia camera riesco a dormire, accontentandomi delle 6-7 ore chi fanno recuperare quelle passate. Per me ora non è un problema, vivendo da solo, ma nelle sere in cui dormo con la mia ragazza diventa davvero difficile, sopratutto perchè riuscire ad addormentarsi dopo 3 o 4 ore che si è a letto diventa un disagio per me, ma soprattutto per lei che è costretta a subirmi. Così mi alzo e passo del tempo al Computer aspettando che mi senta cosi stanco da avere la certezza che mettendomi a letto riesca ad addormentarmi relativamente presto... ma so per certo che questo non vuol dire dormire insieme la propria ragazza. Nel tempo ho provato di tutto, come prima cosa ho cancellato il caffè dalla mia vita, nonostante io adori il caffè, poi ho provato ad andare a correre dopo cena, o cercare di stancarmi di più nella giornata. Ho provato tisane, bagni, camomille e prima di giungere alla prova della "botta in testa" o del medico mediante sonniferi che mi facciano smettere di pensare almeno per riuscire ad addormentarmi ho voluto provare, con curiosità, se qualcun altro condividesse un problema simile. Eppure posso dire di essere felice, ho molti amici, non mi ritengo un idiota, le mie giornate non sono noiose, faccio un lavoro tranquillo che mi aggrada e non mi stressa, vivo per conto mio, non ho alcun problema e sono felicemente fidanzato da 2 anni. Naturalmente svolgendo una quotidiana attività sessuale col partner (o da solo la sera in mancanza della mia ragazza). Quindi non riesco davvero a capire l'origine del mio problema nel dormire. Se qualcuno sa dirmi qualsiasi cosa, sono ben lieto di "leggere". Grazie in anticipo

8 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Stai tranquillo, non succede solo a Te. Tieni presente che la difficoltà a prendere sonno, oggi, è un problema estremamente comune, le statistiche dicono che una persona su tre a a che fare con questo problema e spesso nella vita frenetica, caotica e stressante di oggi, l'ansia è indicata come la causa principale per cui si fa fatica ad addormentarsi (tipico dell'ansia), si dorme male ed a tratti e al risveglio si ha la netta sensazione di non aver dormito bene: comunque, ecco le regole d'oro da seguire se si soffre di insonnia (o comunque difficoltà a prendere il primo sonno):

    1) Evitare di fare sonnellini pomeridiani in quanto poi influiscono negativamente sulla qualità e quantità del sonno notturno;

    2) Evitare di prendere bevande eccitanti o comunque contenenti caffeina (caffè. coca-cola, energy, ecc.) dopo pranzo (nel pomeriggio-sera);

    3) Fare attività fisica diurna evitando di farla nelle ore serali in quanto il rilascio di adrenalina durante l'impegno fisico nell'imminenza di andare a dormire può poi influire sul sonno notturno;

    4) Evitare di stare al pc prima di mettersi al letto, in quanto la luce emessa dai pc inibirebbe i ricettori del sonno, mandando in tilt il cervello: la nostra mente infatti si attiverebbe credendo, proprio per l’eccesso di luce, che sia ancora giorno. Secondo i ricercatori l’orologio biologico del sonno si “attiverebbe” tra le 21 e le 22. Usare il computer sposterebbe le lancette indietro facendo credere al cervello di essere ancora nel pieno della giornata. In particolare la luce emessa dall’iPad (blue light) sarebbe particolarmente nociva proprio perché sarebbero molto sensibili a questo tipo di luce emessa dal sole durante il giorno, quindi spegnere pc, palmari e playstation due ore prima di mettersi a letto;

    5) E' utile prima di andare a dormire una tisana a base di erbe rilassanti il sistema nervoso: fiori di biancospino, (ottimo in quanto oltre a rilassare il sistema nervoso e un potente regolatore dei battititi cardiaci), camomilla romana, escolzia, melissa, passiflora, rosolaccio, tiglio e valeriana.

    6) La melatonina, (in libera vendita sia nelle farmacie che nelle erboristerie), non è un sedativo nel senso che accorcia i tempi di addormentamento, è un ormone che regolarizza i ritmi circardiani del sonno-veglia, nel senso che comunque migliora la qualità del sonno, ma fa effetto solo nel lungo periodo, quindi almeno dopo due settimane di assunzione tutte le sere;

    7) Tra gli amminoacidi il Triptofano è particolarmente utile per migliorare la qualità de sonno;

    8) Per lo stesso scopo può essere utile anche seguire un corso di training autogeno, tecnica con cui insegnano a rilassare mente e sistema muscolare, regolarizzare respirazione e battito cardiaco.

    9) Prima di andare a dormire la sera, potresti fare in seguente esercizio molto semplice: stenditi sul letto (ogni altra posizione è categoricamente esclusa), in penombra ed in silenzio, chiudi gli occhi senza pensare assolutamente a nulla (in Te ci dev'essere il vuoto assoluto), inizia a massaggiarti le tempie con la punta delle dita, con movimenti circolari molto lenti ed uniformi, questo esercizio di solito serve a rilassare, allentare la tensione accumulata durante il giorno e quindi conciliare il sonno;

    10) Prendi anche in considerazione, (a livello di ipotesi), la possibilità di prendere (ovviamente dietro prescrizione medica e per un breve periodo di tempo), delle gocce di un blando sedativo della classe "Benzodiazepine", questo per spezzare quel circolo vizioso dell'insonnia. Spesso, infatti, in questo disturbo, quando arriva la sera giunge anche quella maledetta ansia causata dalla terribile aspettativa di passare un'altra notte a rigirarsi nel letto, e le suddette gocce, anche per un breve periodo di tempo, servono a spezzare questo ciclo fastidioso.

    Spero di esserti stato utile, ciao!

  • E secondo te alle 3.45 le persone si mettono a leggere tutto quello che hai scritto???

  • 10 anni fa

    sparati un segone a due mani

  • hedges
    Lv 4
    4 anni fa

    a che ora torna dall'asilo? se tornasse presto potresti lottare un po' con lei in line with riuscire a metterla a letto nel primo pomeriggio, altrimenti se crolla le fai fare un pisolino-tampone di una mezz'oretta che non pregiudichi l'orario della nanna serale. bello vedere che c'è tanta gente che "capisce tutto lei", eh? continua imperterrita...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    dicono che l'autoerotismo concilia il sonno...mal che vada...

    comunque potresti provare a non dormire all'alba, fai di tutto leggi, guarda un film, bevi litri di caffè ma non dormire...scegli un giorno di festa che forse è meglio e fai di tutto per non pensare al sonno...poi mettiti a lettoa un orario che ti permetta di dormire almeno 8 ore...

    se non funziona questo penso sia meglio chiedere a un medico :)

    Fonte/i: praticamente nei festivi la notte non dormo mai
  • 10 anni fa

    A parte il caffè di cui non sono mai stato molto amante, mi ritrovo in quasi tutto quello che hai scritto. Però non ho trovato soluzione. Mi spiace. Se non qualche anno fa che non lavoravo e meditavo tutto il giorno. Un bel periodo, ma purtroppo non si può vivere sempre così. Ora ho troppi pensieri, per quanto viva una vita tranquilla ma impegnata, il tempo che dedico alla meditazione, evidentemente non è sufficiente per la mia mente.

    Che dire, troveremo una soluzione. Forse troppe seçhe mentali inconsce.

  • Anonimo
    10 anni fa

    se soffri di insonnia vai dal medico e fatti consigliare. (In california ti avrebbero prescritto la cannabis medica per questo problema)

  • 10 anni fa

    comincia a spegnere il pc e metterti nel letto... chiudi gli occhi e pensa... ti addormenti da solo..

    o leggi un libro

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.