Motore elettrico monofase?

Ciao a tutti. Volevo sapere il funzionamento, le caratteristiche e le componenti di un motore elettrico monofase in maniera chiara.. Magari con qualche foto.. Grazie

2 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Il motore monofase è una tipologia di motori elettrici, che per funzionare richiede l'utilizzo d'una linea elettrica con una fase elettrica e di un filo di neutro, di questi motori si possono avere diverse applicazioni e forme costruttive

    Le parti principali di cui si compone un motore sono: - statore; - rotore; - avvolgimenti statorici; - avvolgimenti rotorici; - morsettiera; - parti meccaniche.

    Lo statore, detto anche induttore, è la parte fissa del motore e si compone di lamierini, presati, a forma di anello con spessore che varia tra i 0,3 e i 0,5 mm. Tutto il pacco di lamierini forma un cilindro cavo, nelle quali si ricavano le cave ove vengono alloggiati gli avvolgimenti statorici

    Il rotore, detto anche parte indotta, è la parte mobile del rotore e anch’esso si compone di lamierini magnetici. Il rotore può presentare cave rotoriche, ove vengono alloggiate delle sbarre saldate a due anelli (rotore avvolto in cortocircuito), o può presentare anelli di avviamento e cave ove vengono alloggiati gli avvolgimenti rotorici. Lo spazio vuoto, compreso tra statore e rotore che è dell’ordine del millimetro, è detto traferro.

    Gli avvolgimenti statorici, così detti perché alloggiano nello statore, hanno una distribuzione tale da produrre, se attraversati da corrente, un campo rotante. Gli avvolgimenti rotorici, così detti perché alloggiano nel rotore, sono sede delle correnti indotte, dovute al campo magnetico.

    La morsettiera, fissata sullo statore, permette di collegare i capi degli avvolgimenti statorici per l’allacciamento alla rete di alimentazione. Le parti meccaniche , sonno tutti quei componenti che non assolvono a nessun tipo di funzione elettrica o magnetica.

    Ne sono un esempio la ventola di raffreddamento fissata sull’albero, l’albero su cui è fissato il rotore, i cuscinetti, i bulloni di serraggio, la carcassa e gli scudi. La carcassa e la parte in cui è alloggiato lo statore, mentre gli scudi sono i componenti su cui si fissano i cuscinetti; entrambe assolvono alla protezione meccanica delle parti interne del motore.

    * Motore asincrono, è il tipo di motore monofase più utilizzato, data la sua economicità, caratterizzato da una rotazione del campo magnetico indotto non sincronizzato al campo magnetico dello statore, che quindi ruotano a frequenze diverse.

    * Motore sincrono, è il tipo di motore monofase meno utilizzato, date le poche applicazioni, caratterizzato da una rotazione del campo magnetico indotto sincronizzato al campo magnetico dello statore, che quindi ruotano alla stessa frequenza.

    Questo motore a seconda della sua tipologia, viene collegato alla linea monofase in un unico modo:

    * Serie singolo o parallelo singolo, sistema caratteristico dei motori monofase, dove è presente un unico avvolgimento che necessita un capo collegato alla fase e l'altro capo collegato al neutro.

    * Parallelo di serie, sistema utilizzato sui motori bifase, dove si ha l'avvolgimento di lavoro e d'avviamento in parallelo, ma l'avvolgimento d'avviamento in serie con un condensatore, che ha il compito di generare la seconda fase sfasata di 90°

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.