Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 10 anni fa

come comportarsi con un bambino viziato?

Ciao a tutti, da una settimana curo un bambino, e fin qui ok, ma sn rimasta scioccata nel vedere qnt sia viziato. Appena strilla tutti sono al suo servizio, nessuna regola per questo bimbo di 2 anni, è 1 vero despota/imperatore in casa sua.

lui decide tutto alla sua giovane età, la mamma gli chiede il "permesso" per fare qualsiasi cosa.

mi chiedo come si possa sopportare tutto questo.

addirittura oggi la nonna mi ha detto che siccome lui non vuole mettere alcune scarpe, ora le butteranno via (sono scarpe NUOVE) per comprargli delle scarpe che piacciono a lui.

le scarpe in questione sono sandali estivi che in questa stagione andrebbero benissimo, mentre lui vuole solo scarpe da ginnastica.

a me sembra assurdo sottomettersi alla logica ASSENTE di un bambino di 2 anni.

questo era solo 1 esempio, cmq poi questa famiglia si lamenta di non avere soldi, ma a quanto pare ne hanno da buttare per soddisfare gli stupidi capricci del bambino.

cosa e pensate?

ed io cosa dovrei fare?

sottomettermi pure io ai capricci del bambino e assecondarlo sempre e cmq o cercare d insegnarli 1 pò d educazione?

mi trovo in difficoltà a volte perchè quando gli dico di non fare delle cose lui si oppone e nel peggiore dei casi parte una scenata isterica, che se siamo da soli termina nel giro di una decina di minuti, me se siamo con qlc parente suo(mamma o nonna, o zia) si protrae per molto tempo.

io amo i bambini ma penso che un adulto debba essere un educatore a quest'età e non un servo, una guida, insegnarli cosa è giusto e cosa è sbagliato, insegnargli la pulizia, insegnargli che certe cose non vanno fatte perchè si possono correre dei pericoli ectecet

di certo non amo sentirlo strillare, ma che io sappia ai capricci si risponde con l'indifferenza, perchè non sono un segnale di disagio, ma solo un modo d'imporre la propria volontà.

Aggiornamento:

@comeilsole

sì infatti...ho provato a dire alla madre che tutto questo non va bene, ma non mi sembra molto convinta d voler cambiare metodo educativo, o meglio....educarlo.

mi sembra + preoccupata dal giudizio che la gente possa avere d lei + che dal fatto che suo figlio a lungo andare diventerà insipportabile!!

io lo trovo insopportabile fin da ora!

Aggiornamento 2:

@ michael quindi nel peggiore dei casi mi consigliate di non curarlo più?

sarei curiosa però di sapere chi potrebbe sopportare un bambino del genere, la ragazza mi ha detto che prima lo curava una signora del suo paese(loro sono marocchini) ma siccome il bambino diceva che questa signora LO SGRIDAVA allora questa ragazza ha voluto cambiare baby sitter.

quando me lo ha detto io le ho detto subito che un bambino ha cmq bisogno di regole, che facilitano la vita sia a lui che agli altri.

Aggiornamento 3:

@ zephyr grazie per la tua risposta!!

da tempo adotto questa tecnica di ignorare certi suoi capricci, ma oggi c'era sua zia in casa e purtroppo appena è arrivata l'ha preso subito in braccio mentre strillava dicendo:

NON SOPPORTO SENTIRLO PIANGERE, COSì LO ACCONTENTO ANCHE SE SO CHE CERTE COSE NON DEVE FARLE.

io le ho detto che facendo così s peggiora solo la situazione

lei mi ha guardato dall'alto in basso senza dire nulla, ma cm se fossi una ******* che non capisce niente

anche se a me i veri ignoranti sembrano loro!!

cmq se continua così questo bambino una volta all'asilo soffrirà come un cane non credete?

a meno che la madre non decida di tenerlo a casa per sempre!!

XD

Aggiornamento 4:

@ david david

interessante!!!!

in effetti sì c'è qlcsa d narcisistico nell'esaltare questo bambino che io chiamo ironicamente "il bambin gesù"

anche se in verità gesù nn è mai stato così viziato!!!

XD

cmq...non so cosa fare, vorrei solo poter svolgere il mio lavoro(nemmeno pagato in modo adeguato) nel modo + sereno possibile, io posso cedere qlc volta, ma nn possono pretendere la prostrazione che hanno loro nei suoi confronti.

pensate!!

qnd giochiamo a palla e la palla cade molto lontano da lui, lui pretende che io vada a prendergliela(?)

mica sono un cane!!!

7 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Quando ha un comportamento esagitato bisogna agire con calma e determinazione, con autorità !

    Non dico che devi essere crudele ma ferma e decisa.

    Il problema sicuramente è da ricercare nei genitoriperchè i bambini riflettono le loro personalità.

    In questo caso la madre insicura dovrebbe imporsi di più e ignorare il bambino capriccioso.

    Se lo si fa giocare tanto lo si rende più innocuo, potrebbe collaborare un minimo nei piccoli lavori domestici.

    BIsogna saper coinvolgere il bambino con entusiasmo.

    Mi raccomando quando piange come un forsennato non tentate di coccolarlo, così stimolate il suo comportamento negativo.

    Au revoir

  • 10 anni fa

    Poni la tua domanda su psicologia e rispondo in termini psicologici

    Il giovane, bellissimo Narciso si specchia in una fonte e si innamora della propria immagine, fino al punto di struggersi per quell’amore. Di lui non resterà che un fiore bianco, così come della ninfa Eco, che lo aveva amato senza speranza, non erano rimaste che le ossa, tramutate in pietra.Freud usa un’immagine molto meno poetica di quella del mito per indicare il narcisismo: quella di un’ameba che ritira gli pseudopodi che emette. L’ameba è un protozoo che si muove grazie a dei prolungamenti, chiamati appunto pseudopodi, che ha la facoltà di emettere e di ritirare a seconda delle necessità. Nell’uomo, è la libido che viene emessa verso un oggetto esterno o richiamata all’interno. Nel primo caso, si parla di libido oggettuale, nel secondo di libido dell’Io. L’ atteggiamento narcisistico si ha quando la libido è concentrata sull’Io.

    La prima sessualità del bambino è a carattere autoerotico e consiste nel soddisfacimento delle funzioni vitali (nutrirsi, defecare). Quindi in origine le pulsioni sessuali e le pulsioni dell’Io (che nella prima teoria freudiana delle pulsioni sono pulsioni di autoconservazione in opposizione alle pulsioni sessuali) coincidono. In seguito le due pulsioni si scindono e le persone che si prendono cura dei bambini diventano oggetti sessuali. Questa scelta dell’oggetto sessuale, che Freud chiama anaclitica, non è l’unica possibile, poiché il bambino può scegliere anche se stesso come oggetto d’amore. L’amore che i genitori provano per i loro bambini, con tutta la sua tenerezza, ma anche con la sopravvalutazione, i privilegi dati ai piccoli, l’intenzione di tenerli al riparo da tutto ciò che possa anche lontanamente minacciarli, è anch’esso un ritorno del narcisismo primario. Attraverso il bambino, i genitori esaltano ed amano se stessi, trovando nella sua esaltazione una compensazione alle proprie delusioni. Lina Lollobrigida tutto questo per portarti a prendere da sola l' indirizzo comportamentale da prendere. Dovresti lottare contro dei mulini a vento. Il mio consiglio è di moderare il tuo atteggiamento, anche se sei in piena ragione, onde evitare di far ritorcere contro te i tuoi giusti propositi. Attua il tuo indirizzamento educazionale cercando di non scontrarti con la posizione dei genitori. Loro hanno il compito di educare il figlio tu di indirizzarlo. Ciao baci baci

    @Lina............ Non devi prendertela con il bambino cheè sicuramente ignaro del suo comportamento "errato" lui nonostante sia "antipatico" (bonariamente) non è il vero responsabile. Devi riuscire ad adottare la tua conoscenza innata di psicologia. Mantieni sempre un atteggiamento deciso, mai duro, e spiega, se puoi con astuzia cosa è giusto e cosa è sbagliato delle cose che lui fa. L' impresa è difficile e devi avere molta, moltissima pazienza se vorrai riuscire ad averne un po' soddisfazioni. Parla molto con il bimbo, raccontale storie che lo coinvolgano emotivamente e che gli servano da esempio da imitare. I bambini hanno l' innata tendenza alla imitazione. In bocca al lupo

    ps quando la palla va lontana e lui pretende.......prendilo per una mano e comincia un racconto, interessalo, poi quando siete in prossimità interrompi il racconto, lo inviti a prendere la palla e prosegui la storia. Avrà fatto, inconsapevolmente, la cosa giusta e che probabilmente ripeterà per imitazione di un' azione già compiuta.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Eh già purtroppo ce ne sono di persone tanto idiote. La famiglia è la base della società. E dove si formerà nel suo essenziale il singolo individuo. Speriamo che con l'età cresca e che la cattiva educazione che gli stanno dando non vada a pesargli nella vita. Putroppo non puoi farci niente anche se ti capisco perfettamente.

  • Anonimo
    10 anni fa

    nella mia famiglia c'è una situazione analoga...MIO CUGINO!

    è uno schifo io sono indignata ogni volta che assisto a determinate scene...purtroppo questa gente rovina i figli senza rendersene conto e noi nn possiao farci perfettamente nulla

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    il problema nn è il bambino ma sono i genitori stessi che nn lo stanno educando!

  • 10 anni fa

    di a questa famiglia di chiamare s.o.s.tata il programma di la7 che questa famiglia ne ha veramente bisogno...e il modo migliore con il quale sono stato educato io e tutta la mia famiglia e le generazione più "anziane" è quella di una bell cieffone in faccia così dopo piangono per qualcosa di buono... non come le generazioni di adesso che crescono su come vogliono e poi basta vedere la gentaccia che c'è nelle scuole!!!!

  • Anonimo
    10 anni fa

    Ormai che è stato educato così tu non puoi cambiare molto te lo devrai sopportare così

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.