Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 9 anni fa

Un riassunto per il colonialismo e l'imperialismo? Breve ma..COMPLETO! :)?

Grazie.

Aggiornamento:

ho detto corto 'w' vabe' fa niente ho già risolto! grazie lo stesso :'3

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    Colonialismo e Imperialismo

    Le colonie rappresentavano una delle soluzioni per questa grande crisi in quanto lì si

    potevano collocare i prodotti che avanzavano e sempre da lì si potevano avere

    materie prime a basso costo. La potenza europea che conquistò la maggior parte delle

    terre emerse fu senz'altro l'Inghilterra che assoggettava letteralmente la popolazione.

    Dopo la conquista dell'oriente e delle nuove terre del sud iniziò ad espandersi anche

    sulle coste del mediterraneo come in Egitto dove sconfissero i coloni francesi e

    sfruttarono anche il canale di Suez. Inoltre conquistarono molte terre dell'Africa

    centrale e australe, e nel 1902 costituirono l'Unine Sudafricana, controllata dagli

    inglesi, in questa corsa alle colonie di certo non si fecero attendere le altre grandi

    potenze europee (Italia per ultima) che si spartirono il territorio africano.

    Le grandi potenze europee quando si misero insieme per distribuirsi l'Africa, lo

    facero secondo delle strategie economiche senza tenere conto delle popolazioni ma

    come se si fosse trattato di un luogo disabitato. Questa spartizione e le conseguenze si

    sentono ancora oggi in un territorio condannato alle guerre perenni. Le tribù presenti

    nel continente africano conbatterono per quello che potevano fare ma non riuscirono

    a contrastare gli eserciti bianchi.

    Nella conquista dell'Asia trovarono invece delle difficoltà notevoli come ad esempio

    la concorrenza della Russia, del Giappone e degli Stati Uniti.

    RUSSIA Espansionismo verso il Pacifico e conquista della Cina

    STATI UNITI Espansionismo in tutto il territorio americano e nell'area del

    Pacifico.

    L'obiettivo principale di queste potenze e del Giappone era sicuramente la Cina che

    aveva un territorio vastissimo e molto arretrato. Proprio per questo nel 1904 scoppiò

    una guerra tra Russia e Giappone che la vinse. Ma comunque le tribù cinesi non

    rimasero a guardare e si ribellarono nel 1900 con la famosa “rivolta dei boxer” gli

    stati europei furono costretti ad abbandonare l'idea di spartirsi la Cina come era

    successo in Africa e quindi furono costretti ad assecondare il progetto statunitense di

    una politica a “porte aperte” che prevedevano l'indipendenza del paese ma anche il

    controllo da parte delle tre potenze del territorio e del libero scambio commerciale.

    Ci furono due tipi di colonialismo:

    Colonie di popolamento (autonomia amministrativa)

    AFRICA Colonie di sfruttamento (dipendenti dalle Madre patria) Imperialismo

    ASIA Direct Rule (governo diretto)

    Per giustificare il colonialismo si fece una vera e propria propaganda che doveva dare

    una spiegazione e soprattutto deve convincere tutti della bontà di questa pseudo

    missione affidata da un qualcuno ai bianchi per civilizzare gli africani e gli africani e

    gli asiatici, e per portare loro un notevole beneficio economico. Durante questo

    periodo si identifica anche il profilo dell'intellettuale pro-colonialismo che aveva un

    ideologia razzista che forte delle sue conoscenze tecniche, della sue superiore cultura

    politica, si faceva promotore del progresso universale. Prima che gli stati attaccassero

    i territori africani, mandarono i loro commissari a perlustrare la zona e soprattutto per

    negoziare con gli indigeni. Un'altra motivazione fu quella della densità demografica

    troppo alta nelle madrepatria e quindi la necessità di aumentare il proprio territorio

    diveniva fondamentale. Anche se la maggior parte degli emigranti si diresse

    nell'America del Nord.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.