promotion image of download ymail app
Promoted
Mia
Lv 7
Mia ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 9 anni fa

come la mente può a partire da un profumo o un oggetto rendere più viva la presenza di chi è lontano?

...tempo fa mi è capitato di avvertire un profumo accanto a me...quello che aveva la mia bisnonna che adoravo e che era deceduta anni prima :(..un misto tra violetta, fuliggine di stufa a legna e di cose antiche...

...l'ho riconosciuto immediatamente!...ho provato a sentire da dove proveniva...ma il corridoio era deserto e così come l'avevo sentito improvvisamente è scomparso... :(

Ddr: quanta importanza riveste il profumo di una persona nell'instaurarsi del rapporto con essa?

...confesso di essere molto sensibile ai profumi e agli odori...

hot kisses^^

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Ognuno di noi sviluppa un senso più di un altro e quando ci sono persone nella nostra vita che hanno molta importanza da un punto di vista affettivo, la mente le cataloga soprattutto in base alle sensazioni che le arrivano proprio dal senso più sviluppato, quindi nel tuo caso quella persona è associata soprattutto a quel particolare profumo. Per qualcun'altro può essere un rumore che ricorda un episodio o una persona per altri un oggetto ecc..a seconda del senso più sviluppato.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • John
    Lv 7
    9 anni fa

    Gentile Mia,

    è una cosa risaputa da tempo; c’è una citazione classica in letteratura, la famosa “madeleine” (una brioche) che lo scrittore Marcel Proust ha immortalato nel suo romanzo: “Alla ricerca del tempo perduto”. La riporto per chi non la conosce: http://blog.giallozafferano.it/index.php/le-madele...

    “In una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine.

    Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario; un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa...” M. Proust

    http://www.riflessioni.it/forum/arte/4834-le-madel...

    Come vedi ci sono dei precedenti illustri che lo confermano; la nostra mente registra tutto e anche se momentanemente accantona quanto non serve nell’immediato, basta un profumo per far ritornare alla consapevolezza un episodio, un gesto, un gusto che sembrava dimenticato...dire che questo è prodigioso è dire poco. Sono le famose piccole illuminazioni che ho trattato tempo fa in questa mia domanda; per chi desidera approfondire: http://tinyurl.com/6bn4gar

    Ascoltando un brano musicale, osservando un’alba o un tramonto, dopo la lettura di un romanzo particolarmente avvincente, durante una passeggiata in un bosco, in una serata estiva con il cielo sopra di noi pieno di stelle luccicanti o nei pressi di una cascata in montagna, o su di una gita in barca lungo un fiume, o un profumo particolare e così via...può capitare di avere questi lampi di felicità che lasciano affascinati e attoniti.

    È una incursione del divino nella nostra umile e limitata esistenza quotidiana.

    Nonno Eugenio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    In molti modi si può rendere più viva la presenza di chi è lontano.

    Con oggetti, foto, video, vestiti, ecc ecc.

    Il profumo ha una sua importanza nell'instaurarsi di un rapporto con un altro, anche in riferimento ai luoghi.

    Tu hai sentito un profumo improvviso che è subito scomparso in un corridoio vuoto. E questo ti ha ricordato una persona a te molto cara, che purtroppo non c'è più.

    Io darei a tutto questo un'altra chiave di lettura.

    Ammettiamo che tu abbia la capacità di ricevere messaggi da persone non più su questa terra. Alcuni hanno questa capacità ma non se ne rendono conto e non ne sono consapevoli.

    Se tu hai questa capacità vorrebbe dire che quella persona non era poi così lontana, ma molto vicina a te, e voleva farti sentire la sua vicinanza e il suo amore.

    Ciao Mia

    :-)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Capita anche a me, a volte, di sentire il profumo di mia mamma. Era un misto di dolcezza e di amore e mi evoca, tutte le volte, ricordi tenerissimi e indimenticabili...mi piace sognarla e ricordarla così, anche perchè so che è sempre vicina a me.

    Il profumo di una persona è importantissimo, già dalla fragranza se ne capisce il carattere.

    Sorellina cara, un baciottone ;)))

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.