Piermi ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 10 anni fa

COSA ACCADE SE...........?????????

Cosa accade se prendo l'ARGININA o l'ORNITINA?

Mi descrivete i loro effetti ed anche se sono veri, grazie! 10 punti e 5 stelle al migliore!!!!

1 risposta

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    L'arginina interviene nella sintesi di ossido nitrico, una sostanza che induce vasodilatazione diminuendo la pressione arteriosa ed aumentando l'apporto di sangue ai tessuti, genitali compresi. Tale effetto contribuisce in linea teorica all'aumento del desiderio e delle prestazioni sessuali (vedi: Disfunzione erettile).

    Per queste sue proprietà vasodilatatorie l'arginina potrebbe essere utile anche nella cura delle patologie cardiovascolari (ipertensione, arteriosclerosi, angina ed ipercolesterolemia). Tali ipotesi, per lo più derivanti da ricerche condotte su animali da esperimento, sono ancora in attesa di conferma.

    L'ornitina è un derivato aminoacidico con caratteristiche basiche, prodotto dal nostro organismo a partire dall'arginina, per intervento dell'enzima arginasi con conseguente produzione di urea.

    L'ornitina rappresenta l'aminoacido iniziatore del ciclo dell'urea, grazie alla possibilità di interagire con il carbamil fosfato (veicolatore del primo gruppo amminico) per originare citrullina, la quale - fuoriuscendo dalla matrice mitocondriale - potrà garantire il proseguimento del ciclo stesso. Questo ciclo, che si realizza tra il citoplasma e la matrice mitocondriale degli epatociti, diviene particolarmente intenso in seguito a digiuni prolungati o a diete iperproteiche, quando cioè l'ossidazione degli aminoacidi diviene una fonte energetica importantissima.

    L'assunzione di ornitina - che si deve principalmente a cibi di origine animale, dalla carne al pesce e dalle uova al latte - non è quindi essenziale per l'organismo umano, data la presenza di una via metabolica in grado di provvedere alla sua sintesi.

    In particolare, la caseina, una proteina abbondante nel latte, rappresenta un'ottima fonte per l'estrazione di ornitina, ottenibile in seguito ad idrolisi enzimatica condotta a 37°C.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.