promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCavalli · 9 anni fa

Creta per cavalli?!?!?!!?

Ciao a tutti gli amanti degli animali. Questa domanda la porgo soprattutto algli amanti dei CAVALLI.

Volevo chiedere informazioni sulla creta da "spalmare" sulle zampe degli equini. Dunque... So già che è utilizzata per "sgonfiare" un po' gli arti, dare un senso di rilassamento ect... Allora.. La creta va spalmata da (quale parte dell'arto) a (quale parte dell'arto del cavallo) ?? Va bene spalmarla con guanti in lattice? Dopo averla spalmata è corretto ricoprirla con fogli di giornale, sopra le sottofasce e infine le fasce da riposo non troppo strette? Così è corretto? La creta, prima di essee usata, va diluita con acqua o altri prodotti specifici?? E infine, quando devo rimuovere tutta la creta posso utilizzare acqua fresca e basta? O uno shampoo?

Queste sono le domande... Non sono nè poche nè facili.. quindi dò 5O PUNTI E 1O STELLINE ALLA DOMANDA PIU' CORRETTA. :D Bastano? x3 Grazie a tutti per l'attenzione! Un saluto speciale da me e il mio equino!!

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Cara Ele.25, direi che sei sulla buona strada, infatti la cosiddetta "creta" che in realtà rappresenta una serie di prodotti specifici per cavalli, con caratteristiche simili tra loro, serve proprio per alleviare i problemi dell'ultima parte delle gambe degli equini.

    La creta va spalmata con leggero massaggio, usa pure i guanti, dal "ginocchio" in giù per gli anteriori e dal garretto in giù per i posteriori fino al limite con lo zoccolo, poi puoi scegliere di fasciare con carta di giornale sottofascia e fascia da riposo, oppure puoi usare la pellicola trasparente al posto del giornale, per avere un'azione più decisa(tendiniti, borsiti) oppure puoi anche non fasciare e lasciare che si asciughi sulla gamba, se è sufficiente un'azione rinfrescante e lenitiva sui tendini.

    Avvertenza: qualunque prodotto in commercio decidi di usare, potresti avere una reazione di tipo allergico, specialmente se usi la pellicola, e siccome vale anche per te usa sempre i guanti.

    I prodotti in commercio sono già pronti per l'uso quindi non devi diluirli, e si risciacquano facilmente con l'acqua, magari tiepida, mentre se lasci l'arto scoperto la creta asciutta si toglie prima con una spazzola e poi i residui con l'acqua.

    Non mescolare prodotti diversi e non mettere prima una cosa e subito dopo l'altra(crete, gel , unguenti, ecc); se vedi reazioni strane lava subito con acqua tiepida e sapone di marsiglia, ma non preoccuparti, sono molto rare.

    Se devi curare un problema specifico chiedi consiglio al tuo vet sul prodotto e le modalità di applicazione, sennò fatti aiutare dal tuo istruttore, soprattutto per mettere bene le fasce.

    Puoi ripetere l'applicazione per più giorni se è curativa, oppure fare il trattamento periodicamente dopo la gara o dopo un allenamento molto intenso.

    La creta si può applicare anche su altre parti anatomiche, in casi particolari (traumi, ematomi), ma per questo è meglio che chiedi al vet.

    Non posso indicarti i nomi dei prodotti per questioni di decoro professionale, ti consiglio solo di scegliere prodotti di buona marca ben conosciuti e magari già testati da qualcuno che conosci bene.

    Spero di averti chiarito un pò le idee, ciao.

    Fonte/i: esperienza professionale
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    la creta è argilla, la trovi in qualunque erboristeria giacchè si usa anche per noi umani, chiedi in erboristeria come utilizzarla, io la diluisco con acqua corrente tiepida fino a farne una pappetta spalmabile, se la metto sul cavallo fa' in modo che non sia ferito o abraso nel qual caso andrebbe piuttosto disinfettato e lavato con sapone di marsiglia. L'argilla la spalmi sull'arto di solito dal ginocchio al nodello nella zona dei tendini, ma dipende dalla parte da trattare.. questo genere di trattamenti si impiega per ridurre il gonfiore causato da traumi... all'argilla puoi aggiungere olii essenziali che con la loro specifica qualità si integrano nel trattamento, gli olii devono essere di qualità perchè tutto ciò che viene in contatto con la pelle/pelo entra nel circolo sanguigno del cavallo quindi no ai prodotti chimici.

    Una volta spalmata l'argilla è meglio utilizzare un bendaggio fatto con stoffa ( maglia di cotone o straccio di lenzuolo vecchio per coprire la pomata e poi fasciare con fascia da riposo, questo perchè la pelle deve respirare e la carta non sempre garantisce questa qualità, inoltre le stampe sono a base di petrolio che non è un prodotto buono per i cavalli ( e neanche per noi!)

    una volta seccata la togli con acqua corrente, meglio fresca, massaggiando così migliori la circolazione e renderai piacevole il trattamento.

    Non usare shampoo perchè a lungo andare riduce la protezione del pelo provocando anche effetti allergici.

    per l'affaticamento io non userei questo genere di trattamento ma piuttosto una crema all'arnica, esistono anche gel che danno sollievo producendo una sensazione di fresco sull'arto trattato, li si spalmano a fine lavoro dopo aver bagnato bene le gambe e non hanno bisogno di essere dilavati.

    Ideale per chi può è far passeggiare o sostare il cavallo in un fiumicello in modo che la gamba stia completamente dentro l'acqua ( la parte dei tendini) questo a fine lavoro è veramente un toccasana!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    La creta va bene darla con i guanti di lattice.

    Devi spalmarla dal basso verso l'alto , non occorre mettere il giornale sopra.

    Se compri quella che si trova in selleria è già pronta non ha bisogno di essere diluita con acqua , di solito io la metto dopo il lavoro , dopo aver lavato le gambe del cavallo quindi la metto sulla gamba bagna

    Per rimuoverla basta acqua e i pezzi che rimangono attaccati li togli con la spazzola

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Ciao. L'ho usata qualche mese fa e dovrei avere ancora la memoria fresca! Come hai detto è utilizzata per sgonfiare gli arti, io la spalmavo dall'alto verso il basso, dal ginocchio al nodello, usando dei guanti usa e getta in plastica, ma credo sia abbastanza indifferente. Finito la coprivo con dei fogli di giornale e fissavo il tutto con della pellicola trasparente. Il fissaggio non era il massimo e non teneva tantissimo ma almeno ero sicura di non stringere eccessivamente. La creta che usavo io non andava diluita ma usata così com'era. Per rimuoverla, dato che la veterinaria mi aveva detto di evitare di bagnare la gamba per altri problemi, usavo una spazzola morbida e la creta andava via molto facilmente.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.