Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 9 anni fa

vi piace?mettetemi un punteggio da 1 a 10!?

Al capitano Robert,che sarebbe salpato dopo poco diretto in Spagna,serviva una serva a bordo della nave.Sua,naturalmente,personale.Non intendeva farle quello che molti del suo equipaggio credevano,come portarsela a letto o cose simili.Così,a Port Royal,dove abitava attualmente,venne a sapere che era appena arrivata una nave carica di schiave.Il mattino dopo,siccome conosceva il venditore,si presentò nella sua residenza per vederle.Tutte aveevano profondi occhi scuri e capelli neri lunghi,senza contare una pelle abbronzata.Solamente Helen,che aveva capelli lunghi alle spalle ed un pelle color del latte,si era schiacciata nell angolo del salone.Dietro le altre ragazze,molto più alte di lei nella speranza di non essere vista.Quando il venditore,disse a Robert

<<Queste sono le sette migliori ragazze che ho...>>

robert le scrutò per un attimo poi disse

<<Sette?Io ne conto sei.>>

Allora al venditore tornò in mente Helen.

<<Non c'è Helen.Ragazze dov'è quella piccola stupida?>>

Magdalen,si staccò dal gruppo,e facendo alzare Helen dal suo nascondiglio,la mise davanti a tutte.La piccola,avrebbe voluto certamente andarsene da quel luogo,ma temeva di non piacere a nessuno.La veste bianca che indossava era lacerata sul petto,mettendo in mostra la parte alta del seno.

<<Com'è pallida>>

pronunciò robert,mentre le si avvicinava.Lei,di scatto,si portò le mani allo squarcio.Temeva di essere rimproverata dal padrone,invece il capitano le parlò con voce calma.

<<Tranquilla,non mi interessa quello.Guardavo solamente com'eri pallida.Sicura di stare bene?>>

Lei non rispondeva ma,quando una ragazza da dietro le diede una piccola spinta di incitazione,si decise a parlare

<<E' la mia pelle.sono fatta così.>>

Robert notò anche però i cerchi intorno agli occhi e domandò al suo attuale proprietario se la ragazza piangesse

<<A volte si.>>

fino a qua vi piace?

come fareste andare avanti il dialogo?

Aggiornamento:

alessandra non ci penso minimameente!non hai risposto alla mia domanda e dovrei aiutare te?!

8 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Fino a qua direi che è un 6, e ti spiego subito perché: grammaticalmente il testo è corretto, ma ha dei piccoli difetti che andrebbero sistemati per renderlo ancora migliore. Ti faccio vedere agendo direttamente sul testo:

    Al capitano Robert, che sarebbe salpato dopo poco diretto in Spagna, serviva una serva a bordo della nave. Sua ,naturalmente, personale, ma non intendeva farle quello che molti del suo equipaggio credevano, come portarsela a letto o cose simili. [Ho aggiunto un “ma” perché altrimenti le due frasi risultavano slegate].

    Così, a Port Royal, dove abitava a quel tempo [visto che narri al passato remoto, non puoi usare avverbi come “attualmente”, che indica un tempo presente], venne a sapere che era appena arrivata una nave carica di schiave. Il mattino dopo, siccome conosceva il venditore, si presentò nella sua residenza per vederle. Tutte avevano profondi occhi scuri e capelli neri lunghi, senza contare una pelle abbronzata. Solamente Helen, che aveva capelli lunghi alle spalle e un pelle color del latte, si era schiacciata nell’angolo del salone, dietro le altre ragazze, molto più alte di lei, nella speranza di non essere vista. Quando il venditore disse a Robert: «Queste sono le sette migliori ragazze che ho...», l’uomo le scrutò per un attimo poi replicò: [occhio alle ripetizioni] «Sette? Io ne conto sei.» [Usa le virgolette caporali « e », non questi robi inguardabili << e >>. Le trovi su Word nel menù Inserisci Simbolo].

    Allora al venditore tornò in mente Helen.

    «Non c'è Helen. Ragazze, dov'è quella piccola stupida?»

    Magdalen [niente virgola tra soggetto e verbo!] si staccò dal gruppo e, facendo alzare Helen dal suo nascondiglio, la mise davanti a tutte. La piccola avrebbe voluto certamente andarsene da quel luogo, dato che [qui non è un’avversativa ma una causale] temeva di non piacere a nessuno. La veste bianca che indossava era lacerata sul petto, mettendo in mostra la parte alta del seno.

    «Com'è pallida», pronunciò Robert, mentre le si avvicinava. Lei si portò di scatto le mani allo squarcio. Aveva paura di essere rimproverata dal padrone; invece il capitano le parlò con voce calma.

    «Tranquilla, non mi interessa quello. Guardavo solamente com'eri pallida. Sicura di stare bene?»

    Lei non rispose, ma quando una ragazza da dietro le diede una piccola spinta di incitazione, si decise a parlare: «È la mia pelle. Sono fatta così.»

    Robert, però, notò anche i cerchi intorno agli occhi e domandò al suo proprietario se la ragazza piangesse.

    «A volte sì.»

    Come avrai notato, dopo ogni virgola, ogni punto, ecc... ho messo uno spazio, perché è così che funziona. Inoltre, ho modificato le virgolette e aggiustato varie cose: adesso, dal punto di vista estetico, vale almeno un bel 7! =)

  • 9 anni fa

    non mi piace mettere i voti perché non è giusto dare un voto all'impegno e alla passione di chi scrive.

    Personalmente posso dirti che non mi piace molto. Mi sa di libro Harmony di quelli col principe azzurro, d'ambientazione un po' piratesca in questo caso, nel qual caso si accettano anche le libere interpretazioni. se invece l'intento è di scrivere un romanzo storico, o plausibile, non funziona: è poco credibile sin dalle prime righe. Il capitano di una nave che si prende una serva a bordo per "non farle quelle cose" ha senso solo se gli piacciono gli uomini, o se è stato castrato.

    Anche il personaggio femminile sa molto di cliché, la fanciullina fragile da salvare e proteggere.

    "Domandò al suo attuale proprietario se la ragazza piangesse".

    A volte sì? beh, ci mancherebbe altro. E' una schiava!

    Come continuare?

    Se vuoi continuare sullo stile harmony, senza dubbio il capitano robert sentirà una travolgente passione, e Helen troverà il capitano robert bellissimo e signorile. Al che robert farà un'offerta per la schiava e subito dopo la libererà.

  • 9 anni fa

    Innanzitutto complimenti perché hai avuto la volontà di cominciare un libro e quindi di intraprendere una carriera letteraria.

    Dato che gli editori non danno voti, non lo do neanche io. Comunque posso dirti che dal punto di vista sintattico è un po' scorretto, perché risulta quasi a scatti. La scrittura a scatti (come si alzò,la guardò, le rise) è più adatta ad un racconto horror non ad un racconto rosa, come penso sia il tuo.

    Questo è un primo consiglio :)

    Secondo, cerca di uniformizzare lo stile del tuo racconto. In certi pezzi risulta più rosa in altri risulta più drammatico (perché si parla di schiavi).

    E poi, come ti hanno già consigliato, continua con una bella storia d'amore, tra i due protagonisti.

    Mi raccomando, assicurati dell'originalità del testo ;)

    Spero di averti aiutato :)

  • ary
    Lv 6
    9 anni fa

    Non è male,scrivi in modo molto scorrevole e la storia sembra interessante,bisogna vedere se la svilupperai adeguatamente.

    Il dialogo può continuare in vari modi a seconda della piega che deve assumere la storia,ad esempio se il capitano assolderà Helen potrebbe risponderle che a volte piangere è inevitabile,dirle qualcosa per confortarla. Se invece vuoi che il personaggio del capitano appaia più duro ma anche profondo,potresti semplicemente non continuare il dialogo facendolo rispondere con un cenno di assenso o facendolo annuire in segno di comprensione. Voto 7

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Bruno
    Lv 7
    9 anni fa

    6....è una storia tipo liala...immagino.....

  • 9 anni fa

    sai rendere la storia interessante, ma è troppo corto il brano per dare un voto... dovrei leggere il prima (se c'è) e il dopo.... cmq ti do un 7 di incoraggiamento...

  • 7 mi piace la storia è abbastanza avvincente :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.