Celibato e castità sono conciliabili per un giovane sano ventenne colto educato sportivo senza tare psichiche?

Parlando dell'argomento con un medico anziano, quindi con esperienza ed obiettivo, insisteva che

se esistono, sono mosche bianche! L'attività sessuale fa parte della vita di un uomo come respirare, mangiare, bere ed .... andar di corpo.

Non si possono stravolgere i sistemi di vita fisiologici consolidati

in centinaia di migliaia di anni per una ideologia astrusa dalla realtà!

Secondo voi sbaglia il medico od i preti vivono realmente come gli eunuchi ,

insofferenti, allergici al profumo della passerina?

13 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Migliore risposta

    innanzitutto la castità è una condizione a cui sono chiamati tutti i credenti, non semplicemente i sacerdoti. ognuno deve vivere la castità nella situazione in cui si trova, castità perfetta chi ha ricevuto gli ordini o a fatto voti, nella continenza chi ancora non è sposato e nella castità matrimoniale chi si è sposato. castità matrimoniale non significa astinenza sessuale ma vuol dire che marito e moglie devono vivere la sessualità integralmente nel suo autentico significato, ovvero come donazione reciproca di sè stessi ed unione.

    oggi invece si vuole solamente il piacere ed il soddisfacimento delle proprie passioni ma queste non possono essere considerati un fine intrinseco della sessualità perchè questo vorrebbe dire usarsi come degli oggetti di godimento, e ciò è contrario alla dignità umana e quindi alla castità.

    Per quanto mi riguarda io ho 28 anni, sono vergine (ho da sempre voluto esserlo fino al matrimonio) e casto completamente da 7 anni, da quando cioè ho compreso in piena coscienza cosa sia questo valore della purezza che ti fa vivere veramente a metà strada tra cielo e terra. Quindi so con certezza che castità e celibato non solo sono pienamente conciliabili per giovani ventenni sani, ma anzi sono una condizione indispensabile per mantenere una visione obbiettiva della realtà, che altrimenti è offuscata dall'asservimento agli istinti ed alle passioni.

    i rapporti prematrimoniali impediscono la vera intimità della coppia.

    ----

    Fuori dal matrimonio manca l'autentica intimità e donazione perchè si esclude la dimensione temporale con cui ci si da all'altro, mentre fisicamente si dice di appartenenersi totalmente. E' un atto contraddittoro. Due persone non diventano intimi con il rapporto sessuale, ma attraverso il consenso che esprime e fonda la donazione vicendevole.

    i fidanzati sono consapevoli di non appartenersi ancora totalmente e definitivamente. Sono consapevoli di essere liberi e di potersi lasciare senza alcun onere. E questo perché la donazione non è stata ancora effettuata. Pertanto i rapporti prematrimoniali si pongono come segno di una realtà che ancora non esiste. Né corrisponde a verità l’affermazione secondo la quale la celebrazione del matrimonio sarebbe una pura formalità, perché la cosa che più conta è l’affetto vicendevole. È vero certamente che l’affetto o volontà di essere insieme è elemento di primaria importanza perché, se manca, il matrimonio è nullo. Ma non è vero che il consenso matrimoniale sia solo una formalità perché è un momento decisivo per la vita dei due: prima del consenso sanno di essere liberi e di non appartenersi ancora definitivamente; dopo il consenso sono ormai una cosa sola e non sono più liberi di tornare indietro. In una parola, quando il rapporto sessuale non suppone il dono totale di sé, è falsificazione del significato genuino del segno e banalizzazione del vero significato della sessualità umana.

    http://www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?...

    -----

    guarda questo bellissimo video-conferenza sulla castità prematrimoniale tenuto da due giovani e simpaticissimi fidanzati:

    http://vimeo.com/15752959

    anche la contraccezione è un'azione assolutamente sbagliata e da evitare se si vuole mantere un rapporto uomo-donna autentico, vedi ad esempio la mia risposta qui:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=An...

    e lo stesso vale per la masturbazione naturalmente, avevo già risposto qui:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=At...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    prova a guardare questo video:

    http://vimeo.com/19300953

    non è molto lungo, merita di essere visto perché solleva delle questioni a cui forse non hai mai pensato, e neanche il medico (che forse si dimentica che non siamo bestie ma abbiamo anche una componente di carattere e sentimenti)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Non dare per scontato che i preti siano cosi "allergici", tutte le circostanze fanno pensare ben altro.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Il medico, in linea di massima, ha ragione: la repressione di un impulso vitale come quello sessuale, in genere, non porta mai buone conseguenze.

    Posso, però, raccontarti un aneddoto: alle medie, un giorno, rompemmo le scatole al prete dell'ora di religione, martellandolo per un'ora con domande del tipo "Ma come fa senza donne? E' terribile.." e via dicendo. Quello, un giovanottone (avrà avuto una venticinquina d'anni) alto e biondo, alla fine, stremato, è sbottato: "Insomma, ma chi ve l'ha detto che io, prima.... niente?". Come per dire: ragazzi, conosco quello che mi sto perdendo e non me ne frega più di tanto. Non ti so dire, comunque, se a distanza di anni abbia iniziato ad insidiare minorenni o se sia ancora "sereno" come allora. Che ne sai, per qualcuno potrebbe anche essere un peso sopportabile (per tutti, però, non ci credo neanch'io).

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • http://www.google.it/search?client=safari&rls=en&q...

    Fate quello che dico,non quello che faccio.

    Stupisce il constatare, che i più maialoni e depravati non sono quelli ventenni come da te indicato, bensì gli ultrasessantenni (pedofili compresi!)

    Qualcosa si muove in Vaticano. A far data dal prossimo 15 luglio entreranno in vigore le nuove norme sul celibato. La loro pubblicazione è questione di giorni.

    1) - All'Atto dell'Ordinazione verrà firmato un Contratto tra Ordinando e Vescovo nel quale sta scritto:

    Io sottoscritto Chierico Lurensun ho chiesto di fare il prete seguendo le regole del"santo padre" Vicario di Cristo di dio in Terra;

    2)- NOI sottoscritto Vescovo Alfonso in virtù di speciale mandato conferitoci da NSGC ti ordiniamo prete in prova per DUE ANNI, ammonendoti che puoi ESERCITARE IL MESTIERE SOLO SE NON TI SPOSI fin che morte non ti separi!

    C'è qualcuno che ti OBBLIGA,TI COSTRINGE a vivere come gli eunuchi per raggiungere il Regno dei Cieli od è una tua libera scelta?

    Mi hai risposto che E' UNA TUA LIBERA SCELTA DI PERSONA ADULTA; CONSENZIENTE, MATURATA E FORTIFICATA DOPO DIECI ANNI DI SEMINARIO SOTTO IL COSTANTE CONTROLLO DI MARIA VERGINE E LA PROTEZIONE DI SAN LUIGI GONZAGA

    : OK sei assunto a tempo determinato per due anni!

    2) - Se dopo un po' di tempo - conosciuto il profumo della pas.se.rina la preferisci alla Madonna, non puoi farne a meno perchè ti scoppiano le p**** - ti sei stufato del celibato e ti vuoi sposare la colpa è solo tua. Dovevi pensarci prima. Pacta sunt servanda: non si piange sul latte versato!Prega Mater Purissima,San Padre Pio da Pietralcina,San Luigi Gonzaga e fatti una doccia fredda. ma trom**** no: E' PECCATO MORTALE!Va bene, rimani prete, ma pagherai una penale di TRENTA messe Gregoriane per le Anime del Purgatorio quale inadempimento contrattuale e sarai sbattuto fuori dai Co****** dell'Organico Chiesa Cattolica. Per sempre,Latae Sententiae, senza appello!

    Gli spergiuri non possono far parte del Corpo Mistico della Chiesa!

    Visto,letto e confermato. Luogo e firma.

    D'ora in poi NESSUNO potrà giustificarsi con .... ma io credevo.....

    Avete scelto LIBERAMENTE la Madonna, vivete casti senza pas.se.rina. Se sgarrate ZAC ZAC con i forbicioni da siepe

    Troppo comodo tuonare contro il divorzio e voi tenere i piedi in due scarpe!

    Pacta sunt servanda,SEMPER!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Il medico ha straragione, e con tutto quello si sente non mi pare che i preti rispettino poi tanto il voto di castità

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Marcvs
    Lv 6
    9 anni fa

    certo perché no?

    come è possibile stare per un po' anche senza ballare, senza passeggiare .. pure qualche anno senza andare al mare ecc.

    e non ci sono effetti collaterali - è troppo stupido sottolineare i casi di pedofili cattolici presente nel clero perché il celibato non è la causa. ma è troppo facile sottolineare la pandemia di pedofili atei privi di valori che fanno turismo sessuale in oriente e sudamerica

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • silent
    Lv 4
    9 anni fa

    No la castità non è conciliabile con una vita normale di una persona normale

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    I preti (quelli veri) rimangono indifferenti e impassibili dinnanzi alla passerina, soprattutto quelli giovani che sono molto solari.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    i medici!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.