E voi, non vorreste ritornare bambini?

Quando facevi amicizia per un semplice sorriso; quando eri felice guardando il tuo cartone preferito; quando litigavi per un gioco che non ti andava di fare; quando il tuo più grande problema era il codino che la mamma non riusciva a fare diritto; quando guardavi dal basso i "giganti" e sognavi di... visualizza altro Quando facevi amicizia per un semplice sorriso; quando eri felice guardando il tuo cartone preferito; quando litigavi per un gioco che non ti andava di fare; quando il tuo più grande problema era il codino che la mamma non riusciva a fare diritto; quando guardavi dal basso i "giganti" e sognavi di crescere in fretta, rubando le scarpe alla mamma. Quanta fretta avevo! La vita è un continuo rimpiangere un’altra età. Ma, forse, deve andare avanti così. In fondo, anche il mio gioco preferito era “Mamma e figlia”. Quando desideravo i tacchi della mamma, i suoi bracciali, la sua altezza, che poi non è tanta. Quando immaginavo di vedere il mondo “dall’alto” e salivo sulle spalle di papà. Quando credevo che gli adulti non avessero problemi. Quando il mio problema più grande era il non saper nuotare; quando per piangere mi bastava la fine del mio cartone preferito. Mi mancano la gioia immensa alla visita di Babbo Natale, le notti insonni per la paura dell’Uomo Nero, l’attesa della Befana. Quando ero egoista con la cioccolata, quando a scuola si giocava con i chiodini. Mi manca giocare a Nascondino e sentirmi al riparo dietro un albero. Adesso per sentirmi sola ed in pace con me stessa, non basta neanche la mia cameretta. Mi mancano i complimenti di mamma alla vista dell’ennesimo disegno-scarabocchio, i litigi con papà quando mi prendeva in giro, impedendomi di recitare la poesia ad ogni festa. Tranne per la festa del papà! Mi manca recitargli la poesia e vedere il suo sguardo orgoglioso.
Voglio tornare a quei giorni, quando per volare mi bastava un’altalena e mi sentivo una principessa nel castello del parco giochi. Vorrei tornare indietro nel tempo per vedere ancora una volta gli occhi della nonna, per sentire le sue mani accarezzarmi i capelli, per sentirmi protetta in un modo assurdo tra le sue braccia.
Vorrei rivivere quei giorni in cui non uscivo se mamma non mi comprava prima “la bella cosa”; quando correvo spensierata per il cortile della chiesa e tornavo da lei in lacrime con le ginocchia sbucciate, convinta che quello fosse il dolore più grande.
Mi basterebbero pochi istanti di quell’età, il tempo di guardare il mondo. Un mondo perfetto, sereno, spensierato. Un mondo in cui non esistevano paure, tanto da non comprendere la mamma che ci dice di darle la mano. Il mondo visto con gli occhi di un bambino, è il mondo dei miei sogni. Un mondo costretto a non vedere l’Universo, resterà per sempre frutto delle nostre fantasie. Un mondo a colori, meraviglioso, ricco di sorprese.
Un mondo che smette di essere quando raggiungi l’altra età.
L'errore di noi "grandi" è il non saper rimanere bambini.
Quanto vorrei ritornare bambina...
Aggiorna: io credo di aver già vissuto i problemi della vita...trasferirmi da una nazione all'altra, sapendo poco la lingua e facendo 4 ore al giorno di italiano per impararlo a parlare bene, sono qui solo con mio papà perché mia mamma è morta, i miei nonni non ci sono più e i miei cugini e zii non so nemmeno chi sono..non... visualizza altro io credo di aver già vissuto i problemi della vita...trasferirmi da una nazione all'altra, sapendo poco la lingua e facendo 4 ore al giorno di italiano per impararlo a parlare bene, sono qui solo con mio papà perché mia mamma è morta, i miei nonni non ci sono più e i miei cugini e zii non so nemmeno chi sono..non li ho mai conosciuti! Inoltre non ho amici perché verbalmente non riesco a esprimermi bene e a fare lunghi discorsi quindi alcuni dicono che sono introversa e molto timida perché non parlo, ma non è così! Poi lavoro di già per mantenere la mia vita e quella di mio papà perché con il suo lavoro non guadagna niente e tra scuola e lavoro non riesco a farmi la mia vita spensierata da adolescente, non penso ai problemi di cuore perché credo che non siano nulla in confronto a quello che ho passato e che sto passando..credetemi, la mia vita è difficile.
Aggiorna 2: Lavoro come baby sitter nel week end..quando soprattutto in questo periodo i genitori vogliono andare a fare un week end da soli e lasciano i bimbi a me! Diciamo, al posto di uscire con amici che non ne ho molti, guadagno! Non è da denunciare perché è un piacere che faccio ai miei vicini di casa durante... visualizza altro Lavoro come baby sitter nel week end..quando soprattutto in questo periodo i genitori vogliono andare a fare un week end da soli e lasciano i bimbi a me!
Diciamo, al posto di uscire con amici che non ne ho molti, guadagno!
Non è da denunciare perché è un piacere che faccio ai miei vicini di casa durante l'anno...qualche volta vado all'oratorio in inverno e sto al bar..niente di che..intanto qualcosa mi danno.
27 risposte 27