promotion image of download ymail app
Promoted

vivere insieme ad una persona cosa rappresenta x voi?

ciao a tutte e buon venerdì...

oggi inizio con una domanda riguardo alla convivenza...

in passato pensavo che un figlio era la certezza di un legame tra 2 persone...poi però mi sono ricreduta perchè se ne sentono tante di persone separate con figli...

poi ho pensato che il matrimonio fosse la chiave giusta, ma anche qui mi sono ricreduta xchè oramai purtroppo sono tanti i matrimoni finiti...

allora mi chiedevo...cosa veramente unisce nel presente una coppia?

e ho pensato che la convivenza fosse la parola giusta...

per convivenza intendo quindi vivere sotto lo stesso tetto,occuparsi delle bollette,spese,cucinare,lavare ecc ecc...in pratica dividere la quotidianità con il patner...

io penso che è quando due persone vivono sotto lo stesso tetto che la parola coppia sia giusta al 100%...xchè si sa,se due persone non si amano (pur avendo figli ed essendo sposati), non riuscirebbero a vivere a lungo insieme...

voi cosa ne pensate?cioè vi chiedo, cosa rispecchia secondo voi una coppia solida?

poi mi è venuto il dubbio che anche 2 migliori amici(un maschio ed una femmina) potrebbero andare a vivere insieme...

a quel punto di coppia non si può parlare...e se penso a quest ipotesi la mia teoria quindi sulla convivenza=amore non sarebbe giusta...

voi cosa ne pensate?

bacioni e scusate la domanda un pò contorta =)

7 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Secondo me ci sono vari tipi di convivenza... c'è la convivenza fra studenti universitari, come dice Frau Blucher, che non è sinonimo di amore ma potrebbe diventare sinonimo di amicizia, sempre che ci siano prima di tutto rispetto, educazione e tutto il resto. C'è la convivenza fra amici e l'ho provata, quando i genitori della mia migliore amica sono andati in vacanza così io e le altre amiche ci siamo "trasferite" da lei e ci siamo divertite tantissimo. Poi c'è la convivenza fra fidanzati (provata anche questa) che è completamente diversa e probabilmente anche la più complessa! E' stato bellissimo stare con lui giorno e notte, vivere la giornata come se fossimo marito e moglie, andare a far la spesa, riordinare la casa, andare a pagare le bollette, ma mi rendo conto che l'entusiasmo era dovuto alla situazione nuova che stavamo vivendo, ovviamente quando ci saremo abituati non sarà più così emozionante! Anche qui ci vuole rispetto, educazione e taaaanta pazienza, conoscendo il mio ragazzo, che ha una bellissima relazione, oltre che con me, con l'x-box e la wii -_-" . Siamo stati insieme per un po' di giorni, a fine settimana ero stanca morta perché mi pulisce il bagno con i guanti con cui ha cambiato la terra ai fiori, lava i piatti poi inizia studio sport e molla tutto li, fa il letto e mette il copriletto al contrario.. ha una casa di 4 piani e per trovarlo seguo la scia degli oggetti che lascia in giro...... però è imbattibile nel cucinare, quindi ci siamo divisi i ruoli, abbiamo trovato un equilibrio! Forse sono "piccola" rispetto alla maggior parte delle donne che frequentano questa sezione e quindi vedo le cose diversamente, però penso che alla fine l'amore che ci unisce riesca a superare tutto. A volte lo guardo e penso al nervoso che mi fa venire certe volte, però poi penso ai suoi difetti e in fondo li amo, perché sono anche quelli che lo rendono speciale ai miei occhi! Quindi per essere una coppia solida secondo me bisogna comportarsi da persone mature, affrontare i problemi insieme (il dialogo è fondamentale in una coppia secondo me) e cercare di uscirne più forti di prima!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Io mi sono sposata a 25 anni, senza aver prima convissuto. Temevo il grande passo, ma è andato tutto liscio, perchè in casa abbiamo stabilito i nostri compiti ma senza rigidità, se uno non arriva a far tutto, fa' nulla, l'altro ti da una mano, poi con l'arrivo di nostro figlio ci siamo aiutati ancor più. Questo è stato possibile, non tanto per l'amore grande che ci lega, ma soprattutto perchè siamo due persone serie, mature ed educate. Manca molta maturità e serietà alle coppie che oggigiorno si lasciano per un nulla, per le cose più futili. Ci vuole molta sopportazione, anche mio marito spesso e volentieri mi fa girare le p@lle, ma il nostro matrimonio, il figlio che abbiamo insieme, sono più importanti di tutto per me, semplicemente perchè è un passo che non ho fatto con leggerezza, ma è stato ben ponderato da entrambi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Quando frequentavo l'università (prima a Napoli e poi a Palermo) ho avuto delle orribili esperienze con la convivenza, io ho un ottimo spirito di adattamento ma non transigo su educazione, rispetto e pulizia quindi, quando i coinquilini non puliscono mai, ti rubano il cibo e non comprano la carta igienica diventa un problema. Mi è pure successo di essere càzziata dalla mia coinquilina perchè avevo aperto la finestra del salotto (la casa aveva il soppalco e la sua stanza era sopra il salotto, la finestra del salotto quindi era anche la sua) perchè dovevo friggere le patatine... tieni presente che era l'una passata e dovevo pranzare e lei invece dormiva. Ho pulito sangue mestruale altrui, gabinetti con cacca altrui insomma, ti lascio immaginare. Non è facile andare daccordo con le persone, almeno io la vedo così, forse perchè ho avuto sempre brutte esperienze. Una mi ha pure accusata di averle rubato il formaggio (che NON mangio) e il colluttorio...

    Ho convissuto per qualche mese col mio ragazzo e lui è stato bravissimo, puliva e siccome non sa cucinare, se avevo fame e non potevo uscire mi andava a comprare la cena, anche sotto la pioggia. Quindi la cosa fondamentale che non può mancare per una buona convivenza sono il rispetto, l'educazione e la pulizia (se poi uno non è amante dell'igiene allora è un altro discorso).

    L'amore è un'altra cosa

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    secondo me non c'entra molto l'abitare insieme con l'amore..io e il mio attuale marito siamo stati fidanzati per circa 10 anni a distanza..e non eravamo di quelli che si vedevano tutti weekend..eppure l'amore si sentiva forte e chiaro,e al momento di sposarci non mi è neanche passato per la testa che vivere con lui potesse essere difficile o complicato..secondo me il vero amore è conoscere davvero e profondamente l'altro e soprattutto..avere voglia di conoscerlo sempre di più.il nostro rapporto era prevalentemente telefonico,ma ci raccontavamo tutto,l'uno sapeva tutto dell'altro,l'uno sosteneva l'altro...

    una vera relazione secondo me è fatta dal feeling che si ha,dalla voglia di condivisione,dalla voglia di aiutare l'altro in difficoltà,è ovvio che c'è desiderio di stare insieme,però ecco secondo me non c'è coincidenza tra amore e abitare insieme..uno è conseguenza dell'altro..ma come dici tu,si può abitare bene anche con una sorella,con un'amica...è questione di educazione rispetto,stessi modi di pensare..l'amore è molto molto di più!per me è una cosa più interiore,più profonda

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    Vivere insieme a una persona per me è la cosa più naturale del mondo. Ci si conosce, ci si fidanza, ci si sposa, si hanno dei figli (ho 46 anni e sono di vecchio stampo, non volermene). Invertire l'ordine delle cose per me non era possibile. La decisione di vivere insieme a una persona per tutta la vita era troppo importante per viverla alla leggera. Così come la decisione di avere dei figli doveva avvenire con la persona giusta.

    Alla base di un buon rapporto c'è sicuramente l'amore che è composto da moltissime piccole sfaccettature: fiducia, rispetto assoluto, educazione, impegno costante, maturità... e molto altro.

    Se non avessi trovato la persona giusta avrei preferito mille volte rimanere single.

    Meglio una vita da single che una vita di rancori e rabbia.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    è la convivenza, la volontà di stare insieme, l'amore non basta di fronte allo stress, ai problemi economici e a tutte le difficoltà.

    alla base ovvio che c'è il sentimento ma occorre una grossa maturità per non perdersi quando le cose non vanno

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    ciaoo allora secondo me cio che unisce la coppia e' una cosa scontata l'amore ....(.che ogni giorno cresce e vive di passato presente ,futuro ......)e' molto importante che ci sia sintonia ,fiducia ma anche un po di gelosia per rendere tutto piu piccante cercare di comprendersi a vicenda e sostenersi nelle difficolta' quotidiane

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.