Fonti storiche attendibili dell'esistenza di Gesù...?

Salve a tutti! Dal momento che spesso e volentieri mi trovo a discutere di religioni e dato che altrettanto spesso molte persone mi hanno sempre zittito sostenendo l'esistenza di prove storiche dell'esistenza di Gesù Cristo, (azzittite poi da me quando chiedevo loro di citarmele), volevo chiedervi se qualcuno può gentilmente elencarmi queste arcane testimonianze (possibilmente con un link a qualche sito attendibile, non linkatemi la Torre di Guardia) con le rispettive citazioni. Insomma, non scrivete tizio ha detto questo:"bla bla bla", ma scrivete Tizio ha detto questo:"Bla bla bla", ecco la citazione (link).

Grazie in anticipo a tutti.

Aggiornamento:

@irene

Grazie delle informazioni, ma queste cose le sapevo già bene. Sia chiaro, non sono credente, con questa domanda voglio proprio vedere queste fantomatiche prove.

Aggiornamento 2:

@Amilcare

Facendo finta di non leggere il pensierino sull' a.c. e d.c., prima cosa grazie per avermi linkato un sito assai affidabile ed oggettivo (il cammino cristiano...). Comunque Christos è un'epiteto usato normalmente nella storiografia romana (= unto da dio).A confermare l'affidabilità del sito c'è ad esempio questa "Prova"( "I Cristiani . . . tutt'oggi adorano un uomo - l'insigne personaggio che introdusse i loro nuovi riti, e che per questo fu crocifisso. . . . Ad essi fu insegnato dal loro originale maestro che essi sono tutti fratelli, dal momento della loro conversione, e [perciò] negano gli dèi della Grecia, e adorano il saggio crocifisso, vivendo secondo le sue leggi" ) di Luciano non testifica l'esistenza di cristo (Gesù Cristo), ma solo l'esistenza dei cristiani che lo adorano, senza contare che Luciano è stato dattivo dal 140 al 180 dopo cristo, non era suo contemporaneo...

Aggiornamento 3:

Altro piccolo chiarimento a tutti quelli che hanno intenzione di rispondere a questo mio quesito.Per favore, citate testi appartenenti ad autori contemporanei alla vita di Gesù Cristo: se mi citate storici vissuti nel terzo secolo dopo cristo o, in ogni caso, posteriori alla vita di Gesù e al lavoro di Paolo di Tarso (san Paolo), mi citerete solo persone che hanno raccolto testimonianze (dal vangelo, dai credenti e dalle leggende popolari) riguardanti Gesù Cristo, ma non persone che hanno assistito realmente alla sua esistenza. Grazie

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Di Gesù non esiste altra notizia al di fuori dei racconti popolari che furono trascritti per incoraggiare e sostenere lo sviluppo di una religione che, fin dal'inizio, si divise su tutto. Si è cercato di dare giustificazione a vere immaginazioni manipolando anche testi storici, ma l'analisi comparata del "modus redigendi" prova che i testi presi come prova furono artefatti per accreditare la figura di Gesù. Ci sono documenti che attestano che nel 585, Eusebio falsificò diversi documenti romani aggiungendo anche una "donazione" che Costantino avrebbe fatto alla chiesa di Roma che la "dichiarava" proprietaria terriera dell'intero Stivale, menzogna che è stata svelata da Cusano nel 1400 ma che la chiesa ha continuato ad accampare per vera (nonostante la prova del falso storico...) per ottenere benefici e risarcimenti. Il concordato del 1929, ad esempio, fu stipulato per "restituire alla chiesa parte delle ricchezze che la presa di Roma (la Questione Romana) le avrebbe sottratto. Di menzogne in menzogne, la chiesa cattolica ha affogato per 1600 anni la verità e, cioè, che è un parassita così ben simbiotizzato che occorreranno ancora molti anni prima di riuscire ad estirparlo dalla coscienza addormentata italiana. Ci sono dei progressi evidenti che la chiesa tenta di arginare corrompendo e tradendo l'Italia ed i suoi valori risorgimentali (la chiesa si è alleata con stati esteri contro l'Alta Corte di Strasburgo allo scopo di prevaricare la nostra stessa Costituzione con il favoreggiamneto complice di tutti i partiti e contro il senso comune che vede nel crocifisso un obrobrio morale). Hai, tuttavia, sentito qualcuno dei partiti politici italiani reagire a questo tradimento? Se la risposta è NO, allora dovrebbe esserti chiaro che c'è del marcio e che bisogna rivoltarsi per scacciare l'intera classe politica che è in combuttta con il vaticano per fregarci. Potremmo vivere meglio senza il vaticano, ma a qualcuno, forse a tutti, serve che le cose restino come sono. A quando una nostra mossa radicale? Un popolo oppresso da tasse, ingiustizia e corruzione non ha solo il diritto di ribellarsi, è proprio un suo dovere (Montesquieu, J.F. Kennedy ed altri). Siamo dei ******** se permettiamo che vivano nel lusso se vediamo gli abusi, le corruzioni, la giustizia applicata per gli altri ed interpretata per gli amici. Tutti fuori. Un tribunale di salute pubblica e tutti i ladri, fiancheggaitori, corruttori, parassiti a processo.

  • Anonimo
    9 anni fa

    qui trove diverse fonte e citazioni:

    http://camcris.altervista.org/provestoriche.html

    Comunque se ci rifletti tutta la storia è basata sull'esistenza di Gesù, basti pensare a come ogni evento venga indicato in base alla sua data di nascita, a.C , d.C

    Rifiutare Cristo significa rifiutare tutta la storia.

    Perchè non possiamo non dirci cristiani

    Dal celebre saggio di Benedetto Croce:

    «Il Cristianesimo è stato la più grande rivoluzione che l'umanità abbia mai compiuta: così grande [...] che non meraviglia che sia apparso o possa ancora apparire un miracolo, una rivelazione dall'alto, un diretto intervento di Dio nelle cose umane che da lui hanno ricevuto legge e indirizzo nuovo. Tutte le altre rivoluzioni, tutte le maggiori scoperte che segnano epoche nella storia umana non sostengono il suo confronto, parendo rispetto a lei particolari e limitate. Tutte, non escluse quelle che la Grecia fece della poesia, dell'arte, della filosofia, della libertà politica, e Roma del diritto: per non parlare delle più remote della scrittura, della matematica, della scienza astronomica, della medicina, e di quanto altro si deve all'oriente e all'Egitto...

    E le rivoluzioni e le scoperte che seguirono nei tempi moderni, in quanto non furono particolari e limitate al modo delle loro, ma investirono tutto l'uomo, l'anima stessa dell'uomo, non si possono pensare senza la rivoluzione cristiana... perché l'impulso originario fu e perdura il suo. La ragione di ciò è che la ri-voluzione cristiana operò nel centro dell'anima, nella coscienza morale, e conferendo risalto all'intimo e al proprio di tale coscienza, quasi parve che le acquistasse una nuova virtù, una nuova qualità spirituale, che fino allora era mancata all'umanità. Gli uomini, gli eroi, i geni, che furono innanzi al Cristianesimo, compirono azioni stupende, opere bellissime, e ci trasmisero un ricchissimo tesoro di forme, di pensiero, di esperienze; ma in tutti essi si desidera quel proprio accento che noi accomuna e affastella, e che il Cristianesimo ha dato esso solo alla vita umana».

    Benedetto Croce

    è merito del cristianesimo se i bambini, che nelle società primitive erano nulla, non avevano diritto alla vita, e se il padre non li voleva venivano lasciati morire oppure venduti come schiavi, hanno conquistato dei diritti e sono diventati persone! gli schiavi dovevano essere sottomessi in tutto e per tutto ai padroni senza ricevere rispetto ed onori... tutto ciò è cambiato col cristianesimo.... Le donne, i vecchi, i malati, malformati, deformi, malfamati, ecc.. erano considerati rifiuto della società, degli oggetti da disprezzare e da cui stare lontani o da usare... al contrario degli uomini sani, forti e belli...

    Con Gesù è cambiata la storia, ha sconvolto i costumi e le abitudini delle società arcaiche dove parlare con le donne era inimmaginabile, tanto che Gesù creava scandalo per questo. Come pure stare con i bambini... Gli apostoli lo rimproveravano indignati, ma Lui rispondeva addirittura che se non si è come bambini non si entra nel Paradiso...

    I malati e i vecchi erano lasciati isolati e sè stessi, ma Gesù li considerava le creature più importanti, partecipando alle loro sofferenze e consolandoli nelle loro tribolazioni!

    LA PRIMA AUTODETERMINAZIONE DELLA DONNA nella società è nata con il cristianesimo ed è stata il rifiuto del matrimonio deciso dalla famiglia da parte delle ragazze che volevano appartenere solo a Cristo. Basta leggere gli atti dei martiri: per le donne la causa della condanna è praticamente sempre questa. Nella società antica la donna poteva godere di molta libertà di movimento (era ammesso anche il divorzio) ma doveva essere almeno formalmente sotto l'autorità di un uomo. Queste, rivendicando di dipendere da una autorità ... poco controllabile empiricamente, cioè Cristo, di fatto si svincolavano da ogni autorità terrena. La prima libertà delle donne.

    Tutta questa libertà, bene, amore e compassione, sono entrati nella storia con Cristo e più si rifiutano le radici cristiane di cui in nostri paesi sono fondati, più si rifiuta l'amore per i più deboli, le donne ed i malati... Non è un caso che alla scristianizzazione di questo secolo si accompagna una sempre più massiccia violenza contro le donne, i bambini (omicidi, pedofilia, aborto, ecc..) i vecchi, abbandonati a sè stessi, così come i malati, che invece di essere assistiti e compatiti, si preferisce ammazzarli...

  • 4 anni fa

    Se sei in cerca di consigi per rimanere incinta velocemente prova a seguire questo programma online http://gravidanzamiracolosa.netint.info/?2PB7

    In una donna, la probabilità di concepire un figlio rimane relativamente uguale da un ciclo all’altro, ma generalmente è maggiore nei primi mesi di rapporti non protetti e tende poi a diminuire in modo graduale

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Tutte le prove scritte che abbiamo di lui vengono da persone che non l'hanno mai conosciuto, e sono state scritte molti anni dopo la sua morte. I vangeli canonici per esempio ,sono stati scritti dai 25 ai 100 anni dopo la sua morte.

    Nessun certificato di nascita, nessun documento che riguarda la sua vita, le sua accuse, il suo processo e la sua crocifissione (un po strano che manchino tali documenti).

    Dubitare è più che legittimo in questo caso.

    Secondo me è esistito, ma non mi stupirebbe se fosse solo un'invenzione, o un esagerazione della vita di qualche politico dell'epoca.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Senti, io sono ateo e non ci credo in Dio. Ma l' esistenza di Gesù Cristo è sicura in quanto:

    Gli affreschi lo rappresentano sempre allo stesso modo (nonostante la distanza spaziale e la contemporaneità)

    I 4 Vangeli (scritti da 4 persone differenti)

    Le testimonianze di Imperatori e popolo.

    Detto in breve, se è certa l' esistenza di Bruto, quella di Gesù perché non dovrebbe esserla?

    Nei miracoli poi stento a crederci (in quanto, com già detto, ateo), ma questo è un altro discorso.

  • 9 anni fa

    ...certo che è esistito, me lo ha detto il parroco...e poi se non fosse esistito, chi avrebbe partorito la madonna ?...non è possibile...come avrebbero fatto a moltiplicarsi pani e pesci, ... da soli ?...vedi tutto dimostra incontestabilmente che è esistito, anzi con tutte le prove che ci sono, anche volendo non potrebbe nemmeno non essere esistito....

  • irene
    Lv 7
    9 anni fa

    Mah guarda sarà anche esistito ma non deve aver fatto colpo sulla gente dell'epoca.

    Lo sapevi che la data di nascita di Gesù è stata decisa da un monaco cinquecento anni dopo?

    http://it.wikipedia.org/wiki/Data_di_nascita_di_Ge...

    Cioè, con tutto il casino che era successo nessuno, neppure gli apostoli, si preoccupano di annotare qualcosa..... mah.....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.