dipingere su tavolette di legno?

vorrei dipingere su delle tavolette di legno, non è che sapete all'incirca quanto costano? consigni per i colori da usare o per i soggetti ??? grazie 1000

Aggiornamento:

si , infatti avevo intenzione di venderli alcuni, comunque quei centri di recupero di cui parli sono veramente difficili da trovare in giro :(

5 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Ciao!

    Io ho usato dei pannelli di compensato e devo dire che mi sono trovata abbastanza bene..

    E la cose bella è che non costa neanche tanto..fai conto che ho pagato meno di 5 € un pannello 100x50.

    Per dipingere ho usato del colore acrilico ma ho notato che si fà ovviamente un pò più di fatica a stenderlo. Infatti ho letto che bisogna preparare la tavola prima di dipingerla.

    Ti incollo qui il testo che ho letto io:

    "L'Imprimitura consiste in uno strato di materiale che si interpone tra il supporto e la pittura propriamente detta. Tale preparazione è diversa a seconda del supporto.

    Tavolozze di legno

    Il legno è un bellissimo materiale su cui dipingere, perchè è liscio e uniforme ed ha un colore molto caldo, però è per così dire "vivo" , nel senso che è sensibile alla variazione dell'umidità dell'aria e nel corso di una stessa giornata la sua superficie è sottoposta a delle tensioni.

    Quando si dipinge sul legno si deve quindi tenere presente che il colore ad olio, ed analogamente il colore a tempera, quando è secco è come il vetro e non sopporta le tensioni.

    Un caso a parte sono i colori acrilici, perchè esistono sul mercato soltanto da un ventennio e quindi non si può sapere con certezza come si comportano a lungo termine, comunque per il momento sembrano soppportare molto bene le tensioni del legno.

    Per ovviare a questo inconveniente è importante preparare la superficie da dipingere con qualcosa che funzioni da cuscinetto tra il legno e il colore, assorbendo le "tensioni" della tavolozza. Un buon fondo è lo stucco da carrozzieri: si tratta di uno stucco bicomponente che si spatola sulla tavolozza con uno spessore di circa 2/3 millimetri. E' importante che usiate stucco *sintetico*, non ad acqua, anche se c'è scritto "per legno e muri", perchè la sua mollezza lo farebbe cedere e causerebbe nel tempo cadute di colore.

    Quando è asciutto bisogna levigare la superficie con carta vetrata.

    Quindi si danno varie mani di tinta a vernice (bianca o del colore scelto), carteggiando leggermente ogni volta per togliere eventuali asperità del colore. In fine si carteggia con carta abrasiva di grana media e fine (ad es. 600 e 800) e bagnando la carta. A lavoro ultimato pulite la superficie con un panno umido o carta scottex bagnata.

    Può sembrare un peccato coprire la superficie del legno prima di dipingere, perchè spesso le nervature suggeriscono una traccia di disegno, ad esempio le linee d'orizzonte di un paesaggio...

    Ma tutto questo lavoro assicura una buona durata del dipinto.

    In certi casi si può dipingere direttamente sul legno. Meglio usare legni di tonalità media o scura: noce, mogano, rovere. Talvolta potete recuperare vecchie tavole dagli ebanisti e dai restauratori. E allora la scelta di NON preparare la superficie è una scelta estetica ben precisa.

    Dovete però essere consapevoli che il dipinto così realizzato è più delicato, e potrebbe non durare molto nel tempo. I tarli e l'umidità sono il peggiori nemici, e possono rovinare notevolmente il vostro lavoro, magari non durante la vostra vita, ma in seguito.

    La qualità di un dipinto, così come di qualunque oggetto artigianale, è data non soltanto dalla sua "bellezza intrinseca", ma anche dalla scelta dei materiali e procedimenti per eseguirla, che sono poi i fattori che determinano la sua durata nel tempo."

    Per quanto riguarda i soggetti, è meglio lasciare libero sfogo alla tua fantasia, mi sembra brutto suggerirti cosa fare...viene di gran lunga più bello se viene da te!

    Altri consigli da darti non ne ho, visto che è da poco che ho iniziato a chiedermi come fosse dipingere sul legno.

    Spero comunque di esserti stata utile!

    Luna.

    Fonte/i: esperienza personale. http://www.artekjara.it/Manuale/
  • 5 anni fa

    VINAVIL diluito con un po' acqua è riscaldato appena su un pentolino (non deve bollire)

    dato caldo e veloce con un pennellaccio sulla tavoletta , io ho sempre fatto così...

    in aternativa puoi usare la colla di farina due cucchiai di farina e un po' acqua , sul fuoco fino a che non assume una consistenza collosa

  • 5 anni fa

    Ciao per farti una idea piu' precisa su questi prodotti puoi guardare questo link di Amazon http://amzn.to/1xA46QT .

    Troverai un elenco dei vari tipi di colori acrilici con molti dettagli su caratteristiche e prezzi. Ti consiglio anche di leggere le recensioni di chi ha gia' acquistato il prodotto che mi sono state molto utili quando ho deciso di acquistare online.

  • 8 anni fa

    se vai in una falegnameria può darsi che ti regalano i ritagli. Ottima idea la tua!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Non ho idea di quanto costi un tavola di legno, anche perchè di pronte per la pittura non ce ne sono in commercio, intendo nei grandi magazzini di obbistica...

    A parte i pannelli di compensato, che sono per lo piu inadatti in quanto si deformano...

    Se hai buona volontà, e tempo da perdere, puoi andare in un Crm Centro Recupero Materiali, dove si vanno a smaltire i rifiuti "speciali", li di legni ne troverai a iosa (in grande quantità, abbondantemente), ma poi dovrai lavorarci di **** e di pialla e di carta vetrata, ma ti assicuro che troverai forme particolari per dare estro alla tua fantasia, per esempio assemblando un paio di pezzi di uno stipite di una porta a forma di L otterrai una mensola da decorare con motivi floreali e paesaggistici, che sono sempre i più facili e di grande effetto, campi di grano alla Van Ghog o ante di mobili da dipingere con nature morte o floreali...

    Infine puoi recuperare abbondantemente i costi del saccheggio della attrezzeria paterna, martello, ****, chiodi viti, con un mercatino o meglio con la vendita ai conoscenti!

    Non so dove vivi, tutte le città ne hanno uno o più di uno, qui sono tutti piccoli paesi, e ce ne sono 3 nel raggio di 30 Km...

    Comunque, informati presso il tuo comune, io fossi in te comincerei a farmi il giro delle cantine/soffitte/garage, dei parenti edegli amici, vedrai quanta roba scoverai a fare muffa!

    Altrimenti anche delle tavole di bancali, "pellets" vanno benissimo, tenendo conto che sono ancora più grezze e quindi dovrai lavorare di più con la carta vetrata...

    Mi raccomando i guanti quando usi la carta vetrata! Vanno bene anche quelli vecchi di tua madre per lavare i piatti...

    In alternativa volendo buttare dei soldi, vai in un centro per bricolage e compra un' asse di abete, 2 mt di altezza per 1.8 di spessore dovrebbero costare sui 6 euro...

    Poi tagli la tavola in pezzi sui venti cm, circa e dopo aver carteggiato la parte da decorare e gli spigoli, disegni dei fiori, puoi anche aiutarti con degli stencil che troverai a caro prezzo nei negozi di pittura o Mesticherie, o nei suddetti grandi magazzini di bricolage, oppure ricalcando i disegni scaricandoli da internet, poi fatti consigliare i colori più economici per il lavoro, io ti consiglierei degli acrilici, Polycolor o Maimeri, comincia con il dare un fondo alla tua tavoletta di legno, puoi usare per questo delle bustine di "mordente", sono dei pigmenti da diluire con l' acqua, molto economici, poi sul fondo dipingi il tuo soggetto, infine proteggi il tuo dipinto con una mano di finitura per legno satinata.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.