Enia ha chiesto in Matematica e scienzeFisica · 9 anni fa

qual'è la differenza tra sensibilità e precisione di uno strumento?

praticamente e teoricamente parlando

Aggiornamento:

si ma il valore vero non si riesce a determinare...fai la media delle misurazioni e prendi quello come stima del valore vero...quindi come fai a parlare di precisione?

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    La sensibilità di uno strumento è costituita dalla più piccola grandezza in grado di generare uno spostamento apprezzabile rispetto all'inizio della scala dello strumento.

    Così definita, la sensibilità determina il limite inferiore del campo di misura dello strumento, mentre il limite superiore è dato dal fondo scala: i due determinano insieme l'intervallo di funzionamento.

    Quando noi forniamo un risultato, lo dobbiamo sempre corredare, oltre che del valore della misura, anche dell'errore associato: tale errore è detto errore assoluto e rappresenta l'intervallo di indeterminazione entro il quale si suppone che il risultato sia compreso.

    Se ora cosideriamo il rapporto tra l'errore assoluto e il risultato stesso otteniamo una grandezza adimensionale (un numero, privo cioè di unità di misura), molto utile nell'analisi degli errori, che prende il nome di "precisione o errore relativo".

    Il "valore vero" è sempre funzione della precisione del mezzo di misura è quindi non è determinabile "a prescinedere".

    Per questo esistono sistemi di unità di misura e strumenti adatti alle diverse situazioni. A differenza delle osservazioni basate sui nostri sensi, le misure hanno carattere oggettivo, nel senso che chiunque le ripeta ottiene, "entro gli inevitabili errori", il medesimo risultato.

    Spero aver chiarito le idee!

    http://ishtar.df.unibo.it/stat/avan/strumenti/cara...

  • la sensibilità riguarda il più piccolo intervallo che lo strumento può misurare (1mm per esempio in un righello)

    la precisione è determinata da un po' tutte le caratteristiche dello strumento e in particolare quindi lo strumento deve essere affidabile: rilevare sempre la stessa misura quanto più vicina al vero valore

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.