Nell'essere umano un secondo cervello?

Milano, 24 mag. 2010 (Adnkronos Salute) - La chiave di stress, ansia e tensione è nella pancia. Qui, infatti, si trova un vero e proprio secondo cervello, con importanti funzioni che si riflettono sull'intero organismo. Ne è convinto Michael D. Gershon, esperto di anatomia e biologia cellulare della Columbia University, che ha presentato oggi a Milano la teoria dei due cervelli. Un'idea che poggia su solide basi scientifiche - spiega l'esperto americano - Basti pensare che l'intestino, pur avendo solo un decimo dei neuroni del cervello, lavora in modo autonomo, aiuta a fissare i ricordi legati alle emozioni e ha un ruolo fondamentale nel segnalare gioia e dolore. Insomma, l'intestino è la sede di un secondo cervello. A lungo l'intestino è stato considerato una struttura periferica, deputata a svolgere funzioni marginali. Ma la scoperta di attività che implicano un coordinamento a livello emozionale e immunologico ha rivoluzionato questo pensiero - spiega Umberto Solimene dell'Università di Milano, direttore del centro collaboratore Oms per la medicina tradizionale. Nella pancia troviamo infatti tessuto neuronale autonomo. E non a caso le cellule dell'intestino - aggiunge Gershon - producono il 95% della serotonina, il neurotrasmettitore del benessere. L'intestino rilascia serotonina in seguito a stimoli esterni, come immissione di cibo, ma anche suoni o colori. E a input interni: emozioni e abitudini.

E quindi? Grazie a tutti.

Aggiornamento:

Eh gia'. ;)

9 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Per chiarire il ruolo del cervello intestinale Gershon spiega: «Quanti hanno sperimentato la sensazione delle "farfalle nello stomaco" durante una conversazione stressante o un esame?». E' solo un esempio delle emozioni «della pancia», come nausea, paura, ma anche dolore e angoscia.

    Insomma, nella pancia c'è un cervello che «assimila e digerisce non solo il cibo, ma anche informazione ed emozioni che arrivano dall'esterno».

    24 maggio 2004

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecno...

    Adnkronos Salute è in ritardo di 6 anni!! O_o

  • Joshu
    Lv 5
    10 anni fa

    E quindi, come facevano a saperlo gli orientali migliaia di anni fa?

    @ Varg:

    Vero, ma io l'ho saputo in primis dagli orientali, certo è che gli antichi hanno usato vie più eteree ma più dirette!

  • 10 anni fa

    Interessante...avrei giurato che il secondo cervello fosse situato un po' più in basso...

    Il Folle dello Zen: gli antichi sapevano un sacco di cose che oggi vengono riscoperte dalla scienza, anche se lo sapevano secondo altre vie... E non solo gli orientali.

  • Serena
    Lv 7
    10 anni fa

    Molto interessante.

    Non mi meraviglia questa scoperta perché la colite (definita dai medici "dolori addominali ) deriva da uno stato di stress, quindi è evidente che l'intestino ha funzioni inaspettatamente autonome.

    Ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    L' aspetto deteriore è che questa notizia venga spacciata per "scientifica", quando non è altro che una cialtronaggine!

    Il dilagante analfabetismo scientifico è il principale problema culturale dell' epoca moderna :-(

    Per molti la scienza è rappresentata da notizie come questa, riportata da riviste patinate come Focus. Mah!

  • Mimosa
    Lv 4
    10 anni fa

    Grazie, Mi mancava questa informazione.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Non voglio scadere in particolari volgari....ma penso che tale " secondo " cervello molte persone lo abbiano da ben altra parte.....lato B....?

  • 10 anni fa

    Non sono affatto un'esperto in materia ma le assicuro che molte "teorie" che poggiano su "solide basi scientifiche" altro non sono che uno dei tanti modi per guadagnare......ora non conoscendo questa teoria cercherò di di documentarmi.......ma ne ho lette di sciocchezze (la prima che mi viene in mente è quella promossa dall'ala Cattolica della psicologia che ritiene l'intellugenza un carattere fortemente ereditario)

  • 10 anni fa

    No, la verità è un'altra. Ogni cellula è trasformazione di Dio quindi è fatta di intelligenza, pensiero, volontà ecc. ecc.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.