Anonimo
Anonimo ha chiesto in Giochi e passatempiGiochi di carte · 9 anni fa

Giochi di carte??????????????????????????????????!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!?

mi spiegate qualche gioco di carte con carti napoletane e francesi che non siano:scopa,scopone,briscola,assopigliatutto,rubamazzo,3.7,31,STOP,morto(asso che fugge,cucù),scala 40,burraco,black jack,poker????????

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    GIN RUMMY e WHIST, il primo è stato creato nel 1909 da Elwood T. Baker, un insegnate americano di whist che viveva a Brooklyn.

    Il nome fu suggerito dal figlio giocando sull'affinità con i nomi di alcolici rinomati: il gin ed il rum.

    Uno dei motivi per cui la storia del Gin Rummy è oscura è che non ebbe successo fino agli anni trenta, infatti nell'edizione del 1926 di "Official Rules of Card Games" era ancora indicato con il nome di Gin Poker.

    Uno dei motivi della sua rinascita, a detta di molti, fu la grande depressione del 1929 quando sempre più persone non avevano disponibilità economiche e preferivano dei giochi casalinghi; il gin Rummy è molto più semplice da imparare del Bridge e certamente più congeniale del poker ad un ambiente domestico. Un impulso ulteriore si ebbe negli anni quaranta quando il gioco divenne popolare tra gli attori e i divi di Hollywood e Broadway, in particolare nella variante, sviluppata in quegli anni, dell' Hollywood Gin Rummy. Sono rari i film dell'epoca in cui il gioco non viene citato o almeno mostrato e questa pubblicità ha certamente contribuito alla sua diffusione.

    Il Gin Rummy, anche e soprattutto online, è uno di quei giochi geniali che si può imparare in pochi minuti, ma che impieghi una vita per dominare; ha inoltre un sistema di punteggio ingegnoso che limita l'influenza della fortuna e lo rende attraente ai giocatori professionisti, il secondo

    è un classico gioco di carte in voga nel diciottesimo e diciannovesimo secolo, evoluzione del più antico Ruff and Honours. Nonostante le regole siano estremamente semplici, il gioco richiede un'analisi scientifica e, dal momento che i soli dati a disposizione di un giocatore sono le proprie carte, è difficile riuscire a giocarlo con qualità.

    Agli albori vennero scritti numerosi libri sull'arte di giocare a Whist. Edmond Hoyle, autore di "according to Hoyle", scrisse un manuale divenuto famoso. Alla fine del diciannovesimo secolo un insieme di regole rigide descrivevano le leggi del gioco, la sua etichetta e le tecniche necessarie, le quali richiedevano grande impegno per l'apprendimento. Nei primi anni del ventesimo secolo il gioco di carte del bridge contratto, che condivide molte caratteristiche del Whist, diventò il gioco di carte più popolare tra i giocatori "seri". Nondimeno, il Whist continuò ad essere giocato in Gran Bretagna, spesso in tornei locali chiamati "whist drives".

    Dal Whist originale sono nate molte varianti e qui a Ludopoli ne abbiamo scelta una che ci ha particolarmente affascinato e divertito. Per saperne di più consultate la pagina del regolamento o venite a trovarci ai tavoli da gioco!

    su questo link trovi il regolamento del gioco gin rummy http://www.ludopoli.it/gin_rummy_regolamento.aspx

    e quest'altro link del whist.

    BUONA LETTURA

    puoi anche giocare online su questo sito www.ludopoli.it

    Fonte/i: www.ludopoli.it
  • Anonimo
    9 anni fa

    Texas hold'em

    pinnacolo

    ruba mazzo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.