Amplificatore stereo per filodiffusione?

Salve, da poco sono andato a vivere in una nuova casa dove è installato un impianto di filodiffusione che copre l' intero appartamento. In particolare l' impianto prevede 12 diffusori da incasso, 2 per ogni stanza, modello Tutondo Folio F2G30 (2 vie, 8 ohm, 30W, Hifi: http://www.tutondo.com/componenti_diff.asp?id=17); in ciascuna stanza sono presenti 2 regolatori, suppongo per regolare il volume dei diffusori. L' intero impianto termina in una sola stanza con una coppia di fili nero-rosso (4 fili in totale, 1 coppia nero-rosso+1coppia nero-rosso) a cui collegare l' eventuale sorgente. Ebbene, dato per scontato l' esigenza di un amplificatore tra sorgente e ingresso-diffusori, avrei bisogno di sapere che tipo di amplificatore devo acquistare, o meglio quali caratteristiche deve avere l' amplificatore in termini di potenza efficace, impedenza e canali? Non so l' impianto di filodiffusione come sia stato concepito, ma credo che i 2 diffusori di ciascuna stanza siano collegati in serie tra loro e ciascuna coppia sia collegata alle altre in parallelo, è possibile? Se fosse così che potenza d' uscita dovrebbe avere l' amplificatore? Infine, in un' altra stanza vi è un altro impianto a se stante di filodiffusione, composto da 4 diffusori come i precedenti che terminano anch'essi con 4 fili nero-rosso, suppongo che in questa stanza si volesse riprodurre un effetto "home theater", ebbene se volessi riprodurlo anch'io di cosa avrei bisogno? Un subwoofer a cui collegare le due coppie di fili nero-rosso basterebbe? Anche in questo caso che caratteristiche dovrebbe avere?

Grazie infinite per l'attenzione.

Aggiornamento:

@noaiproblema

Innanzitutto grazie infinite per l' esauriente risposta!

Confermo la presenza della stereofonia in ogni ambiente, proprio ieri ho fatto una prova con un vecchio amplificatore Pioneer da 260W e ho potuto constatare l' effetto stereofonico in ogni stanza. Se volessi ammodernare l' impianto di filodiffusione evitando di rompere i muri e sfruttando le attuali canaline di collegamento nonché gli incassi degli attuali diffusori, cosa mi consigli di fare? Basterebbe sostituire solo i vecchi diffusori con altri di nuova generazione e di uguale dimensione?

Quanto all' home theatre, volendo predisporre un impianto 5.1, ti risulta che esistono in commercio diffusori (per i canali di sorround) che possano essere incassati così da sostituire gli attuali 4 diffusori anch'essi incassati? Insomma, vorrei evitare qualsiasi lavoro di muratura, quindi, se possibile, preferirei ammodernarel' impiantoo sfruttando le canaline e gli scavi attualmente disponibili. Per essere più chiaro, perl' h

Aggiornamento 2:

Per essere più chiaro, per l' home theatre pensavo ad un impianto 5.1, quindi un diffusore per il canale centrale da tenere a vista (appoggiato o fissato a muro), 4 diffusori per i canali di sorround da incassare al posto degli esistenti ed eventualmente un subwoofer attivo sotto o accanto alla tv. Se credi che questa configurazione sia fattibile, conosci qualche prodotto che potrebbe fare al caso mio? Il mio budget, per il sistema home theatre, è al massimo 1000 euro. Infine, avendol' intenzionee di prendere una tv 3D, credi che un home theatre 5.1 sarebbe adeguato?

P.S. il link dei diffusori Tutondo non è sbagliato, è il loro sito che è attualmente irraggiungibile.

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Beh...un impianto di "filodiffusione" appartiene un po' alla concezione del passato....dove la qualità non era la prerogativa.

    Sulla potenza direi che un normalissimo "vecchio" ampli da HiFi stereo (2 canali) da 50 watt rms basta e avanza (magari hai o trovi qualche Pioneer Technics Marantz Sony Yamaha anni '80).

    Vista la presenza di 2 potenziometri (regolatori) per ogni stanza fà pensare che sia prevista la stereofonia in ogni ambiente. Quindi il parallelo/serie potrebbe essere realizzato solo per coppia o serie di stanze.

    Riguardo alla stanza per l' Home Theatre, premesso che il Link non si apre (errore di battitura) temo che gli eventuali diffusori incassati sarebbero eccessivamente banali per un impianto minimamente decente.ti servirebbe un elenco di cose:

    1-Un ampli/sintoampli tipo Home Theatre dotato di decodifiche Dolby Digital/DTS meglio di ultima generazione se intendi collegarci un BluRay ed ascoltare i formati audio senza compressione (Master HD etc)...ma potresti anche fermarti a qualche vecchio buon prodotto di un paio di anni fà.

    2-Un diffusore per il canale centrale, meglio appunto se abbinato con altri 4 di identica fattura/produttore per i canali di surround in un impianto 5.1 (oppure altri 6 se 7.1)

    3-Un subwoofer attivo oppure un passivo con ulteriore amplificatore separato. In realtà potresti farne a meno se i diffusori principali hanno woofer da almeno 25 cm. di diametro, ma la resa sarebbe comunque di un altro livello.

    4-Ovviamente un player (DVD o Blu Ray) ed uno schermo/tv.

    Sviscerare le caratteristiche è funzione del budget di spesa che puoi affrontare.

    ***

    1-Ok il Pioneer, presumo i 260watt cui ti riferisci siano il dato di consumo massimo indicato sul retro, e che corrispondono circa a 40/50 watt rms canale, Più che sufficente per la filodiffusione.

    2-Ok il recupero delle canaline, sui fili bisognerebbe fossero almeno un buon 2x1,5 in rame OFC (ma lascia perdere cavi esoterici, max 1 euro al mt e già son cari)

    3-Sulla questione casse per il 5.1, molto dipende dalla qualità finale che vuoi ottenere ma 9 su 10 che il posizionamento incassato previsto non và bene (dovrei visionare l'ambiente o foto) e significa essere fuori dai canoni simil hi-fi

    4-1000 euro riducono le possibilità, per quello che definisco un buon impianto di medio livello, pur restando su diffusori entry-level di marca.

    5-Per il Tv nesuna controindicazione, salvo che personalmente trovo una stupidata il 3D, ti obbliga ad avere un BluRay predisposto e ovviamente il film in 3D, e cmq non potresti mai raggiungere l'effetto che solo un grande schermo come al cinema ti può dare. Anche se i prezzi si son ridotti meglio investire la differenza nella qualità .

    Comunque per una risposta coerente e completa questo spazio diventa esiguo, eventualmente contattami via mail.

    ****Sito dei diffusori raggiungibile. Diciamo che sono come prevedevo. Meglio dei "cunetti" che ti danno con i famigerati impiantini All-In-One...ma diverso da ciò che può offrire un diffusore tradizionale.

    Diciamo visto che già ci sono potresti posticipare una loro sostituzione creando un impianto migliore un passo alla volta.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.