Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 9 anni fa

Che differenza ci sarebbe tra controllo nascite"naturale"permesso dalla chiesa e un condom,in sostanza?

Solo il metodo ? Perchè l'intenzione e l'effetto è lo stesso.,..quindi pechè proibire pillola e preservativi ?

Aggiornamento:

@"il preservativo è qualcosa di esterno al corpo umano, il controllo naturale invece al contrario ti fa conoscere il tuo corpo. ma questo è difficile per chi crede o meglio crede di credere solo alla scienza :-)"

Hai ragione.

Ma scusa..che c'entra ? La chiesa proibisce la contraccezione si o no ? Che importa il metodo se la permette ? E se la proibisce, dovrebbe proibire anche i metodi...naturali,no =?

Aggiornamento 2:

@"Devi sapere che la donna è fertile solo pochi giorni al mese, cioè quando avviene l' ovulazione, questa ovulazione avviene sempre negli stessi giorni, quindi basta astenersi in qui giorni li per non rimanere incinta..."

ahahah sei troppo forte paolo...almeno inizia la frase in modo meno comico tipo " se la donna è feritle"...e non "devi sapere.." guarda che il metodo Ogino (giapponese) Knaus (tedesco) temperatura basale (sai cos'e?) etc, lo conoscono anche i 14 ewnni eheheh ma l'hai appena scoperto che pensi che nessuno lo sappia ? eheh te lo dico allegramente.... non prendertela.

Aggiornamento 3:

@"i metodi naturali prevedono dei giorni di CONTINENZA rispetto alla contraccezione."

No caro...la chiesa dice che se sco.pi 5 (chi vuole rischiare...anche di più)giorni prima e dopo le mestruazioni è DI FATTO UNA CONTRACCEZIONE PERMESSA.

Aggiornamento 4:

@"In più la pillola porta spesso gravi o piccoli problemi alle donne che la predono, è sempre una medicinale preso per lungo tempo, meglio evitare, per il condom, usarlo equivale ad fare la doccia con l'accappatoio"

eheh nma non è vero...la pillola viene addirittura prescritta per regolare le mestruazioni, il tuo parroco non è un esperto di donne e poi non mi parlare che il ripete pensa per la salute (oltretutto quando hanno scritto l abibbia non esisteva la pillola... eheh) ...sono i comandi di dio che sono da ooservare e basta..In quanto all'esemnpio della doccia ahhaha mi ha fatto davvero ridere, simpatica questa. Però sai...meglio l'accappatoio che pagare gli alimenti eeheheh

Aggiornamento 5:

@ PAOLO

RIPETO, NON CAPISCI...EPPURE E' MOLTO SEMPLICE, COME MAI NON CAPISCI? Spero che tu faccia finta..leggi cosa scrivi:

""Devi sapere che la donna è fertile solo pochi giorni al mese, cioè quando avviene l' ovulazione, questa ovulazione avviene sempre negli stessi giorni, quindi basta astenersi in qui giorni li per non rimanere incinta..."

Se non sbaglio sei tu che hai detto "devi sapere", pensando di sapere chissà che grandi segreti della medicina.Fai lezioni di ginecologia da quattro soldi, vuoi insegnare cose che sanno anche i bambini e son io che faccio il saccente ? Ripeto... possibile che non ti rendi conto ? Evidentemente è possibile.

Aggiornamento 6:

http://it.wikipedia.org/wiki/Pillola_anticoncezion...

Mi sembra che nn hai le idee chiare, informati e dopo torna con meno presunzione, invece di dire agli alatri che parlano a vanvera, non basta una cultura di quattro paginette di internet, ma per chi ha l'aria di insegnare cosa sono le ovulazioni al mondo. Sei appena all'inizio e ci sono una mrea di cose che non sai, per esempio che le mesruazioni si regolano anche con la pillola.

Aggiornamento 7:

Per tornare alla DOMANDA.. non facciamo discussioni di ginceologia da "Encicolpedia medica" su....ti sei fissato con la pillola, ma non rispondi alla domanda...LA CHIESA è CONTRARIA A TUTTI I CONTRACCETTIVI, preservativo, spirale, spermicidi, sterilizzazione maschile, ecco un elenco:

metodi naturali (Ogino-Knaus o astinenza periodica, temperatura basale, Billings o del muco cervicale)

metodi di barriera (condom o preservativo maschile, diaframma, spirale o IUD, tamponi, cappuccio cervicale)

metodi chimici (creme, spray, candelette, lavande, compresse, gelatine, preservativo solubile)

metodi ormonali (pillola estroprogestinica, sequenziale, trifasica, minipillola progestinica).

Aggiornamento 8:

Al posto tuo imparerei a discutere in modo più umile e meno arrogante, se vuoi che la gente ti ca.ghi un'altra volta...

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Non posso che darti ragione.....se si consente l' uso del metodo Ogino/Knaus, si deve poter consentire anche l' uso del preservativo, oppure non consentire alcun metodo.....

    oltre tutto l' Ogino/Knaus è anche poco sicuro, difficile essere certi del risultato nell' usarlo, pare quasi una presa in giro, probabilmente sono nati diversi bimbi che si chiamano Ogino oppure Knaus.....quindi si nota una certa ipocrisia....

    so benissimo che, come credente, sono spesso sopra le righe ma, considerando anche la sovrappopolazione mondiale, beh.....l' uso del preservativo mi pare che sia corretto, anche in considerazione di quante gravidanze indesiderate o aborti, si possano evitare.....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    il preservativo è qualcosa di esterno al corpo umano, il controllo naturale invece al contrario ti fa conoscere il tuo corpo. ma questo è difficile per chi crede o meglio crede di credere solo alla scienza :-)

    guarda dipende anche dalle donne :-) c'è una mia amica che aveva gia tre figli piccoli. ha comprato persona il computerino sicuro, dicevano, in un periodo non fertile al 100 per 100 non ha nemmeno completato il rapporto è rimasta incinta ehehhehehe non si sa mai no?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    i metodi naturali prevedono dei giorni di CONTINENZA rispetto alla contraccezione. Poi lo scopo della sessualità è l'unione, la condivisione di sè con l'altro, e non solo la procreazione!! La contraccezione è sbagliata perchè preclude l'autentica intimità tra marito e moglie. Con la contraccezione si inganna sè stessi, ci si illude di potersi unire con l'altro quando invece non ci si può UNIRE se c'è una barriera fisica tra i due o se comunque si vuole SEPARARE qualcosa di sè (la potenzialità procreativa, il seme maschile o femminile) dall'atto sessuale.

    E' innegabile il fatto che con un rapporto sessuale si cerchi la condivisione e l'unione fisica con il partner. Proprio a livello psicologico è diverso un rapporto senza "protezioni".. Senza il profilattico e senza prendere la pillola si può donare il proprio corpo così com'è, usando il profilattico o prendendo la pillola si SOPPRIME UNA PARTE DI Sè STESSI che (oltre a negarla a sè stessi come se fosse una malattia) si nega anche al proprio partner. Quindi il rapporto sessuale si trasforma in un GESTO CONTRADDITTORIO.

    Si vuole stare insieme all'altro, però in realtà non lo si vuole, si vuole condividere e comunicare con l'altro, ma si vuole anche sottrarre qualcosa e tenerlo nascosto... Non è un atto sincero, ma FITTIZIO. Quindi l'uomo e la donna alla fine si usano solo come strumenti di piacere.

    chi utilizza il preservativo o la pillola o altri strumenti contraccettivi tratta inoltre la propria fertilità come una MALATTIA, poichè l'ovulazione della donna viene soppressa come una qualsiasi altra patologia attraverso i farmaci, come anche il seme dell'uomo viene considerato come una sostanza PERICOLOSA ED INFETTA, tanto da non poterci assolutamente entrare in contatto... Mentre invece sono caratteristiche SANE del nostro organismo.

    La mentalità contraccettiva induce le persone a RINUNCIARE ALLA PROPRIA INTEGRITà FISICA, ed inganna facendo credere che la donna è sempre fertile durante il ciclo. Attraverso i metodi naturali di terza generazione, ben studiati ed appresi, metodo Billings e metodi sintotermici, che si basano sullo studio e l'osservazione di parametri biologici, (e non l'ogino knauss vecchio ed inefficace metodo statistico che non usa più nessuno!) è possibile notare che INVECE la donna NON è sempre feconda durante il ciclo, ed anche individuare efficacemente (più del 97,8% di sicurezza secondo i dati dell'OMS) i giorni del ciclo in cui la donna è infertile di per sè!... Non è vero che la donna è sempre feconda, idea, questa, imposta dallla mentalità contraccettiva...

    vedi anche qui:

    http://www.confederazionemetodinaturali.it/nuovo/l...

    Inoltre, poichè nella mentalità contraccettiva la FERTILITà è UNA MALATTIA, essa induce e favorisce una visione negativa e cattiva nei confronti dei figli, in quanto la gravidanza diventa la conseguenza deplorevole della fertilità che non è stata trattata adeguatamente con le tecniche contraccettive... Tanto è vero che si parla sempre di RISCHIO di avere un figlio, come se si trattasse di una disgrazia!....

    Proprio per questo motivo anche la diffusione della contraccezione e dell'aborto hanno una radice comune, che è la stessa mentalità contro la vita, che la relativizza...

    Con la contraccezione si svilisce non solo l'unione della coppia ma anche il valore stesso che si dà alla vita umana. Nella visione contraccettiva la vita umana diventa relativa al piacere, il piacere è più importante della vita umana stessa. Altrimenti non si sopprimerebbe la fertilità. In questo il profondo disvalore di tale cultura malata. La contraccezione provoca una perdita di amore nei confronti dei figli e quindi della vita in generale.

    Se si accetta in generale la contraccezione come buona e giusta significa che comunque l'unione di coppia e la vita umana sono relativi al proprio godimento fisico. In questa visione delle cose, anche quando la coppia decide di interrompere la terapia medica contro la fertilità PER PROCREARE, risulta che la vita che si va a cercare la si desideri logicamente come un piacere personale e non perchè questa rappresenti una persona, non la si cerca per un puro amore disinteressato, ma come un oggetto da possedere. Anche questo fatto avrà delle profonde ripercussioni sui propri figli, sulla loro educazione e sulla vita.

    Invece nella visione dei metodi naturali, (approvati dalla Chiesa per evitare gravidanze quando le condizioni esterne non lo rendono opportuno), la fertilità, cioè la potenzialità procreativa, è sana e buona, la si accetta così com'è, infatti non la si sopprime fisicamente con delle tecniche, si mantiene intatta la dimensione unitiva e di condivisione del rapporto sessuale e quindi anche la visione sana e buona di eventuali figli e perciò della vita in generale. La vita che potrebbe nascere, e l'unione della coppia, NON vengono più relativizzate e messe in secondo piano rispetto al piacere, al godimento immediato.

    Fonte/i: Ogni essere umano viene al mondo attraverso la potenza creativa di Dio. Il ciclo riproduttivo della donna riflette giorno per giorno l’intentocreativo di Dio in quel particolare momento. Durante i giorni di infertilità, durante e dopo la fase fertile, è Sua intenzione che il rapporto non porti al concepimento, ma durante i giorni fertili è Sua intenzione che il rapporto abbia come risultato il concepimento, in questo modo il marito e la moglie sono concreatori con Dio. Usando il metodo naturale gli sposi accettano il dominio di Dio nella creazione di una nuova vita umana e sono in pace con la loro coscienza. Con la contraccezione, invece, gli sposi rinnegano i piani ed i disegni che Dio ha fatto su di loro, trattano la loro fertilità e potenzilità procreativa come una malattia, un male, si negano l'autentica intimità ed è per questo che sono in situazione di peccato.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Controllo naturale delle nascite non vuol dire nulla. La Chiesa è contro ogni forma di contraccezione. Devi sapere che la donna è fertile solo pochi giorni al mese, cioè quando avviene l' ovulazione, questa ovulazione avviene sempre negli stessi giorni, quindi basta astenersi in qui giorni li per non rimanere incinta...

    In più la pillola porta spesso gravi o piccoli problemi alle donne che la predono, è sempre una medicinale preso per lungo tempo, meglio evitare, per il condom, usarlo equivale ad fare la doccia con l'accappatoio

    >>>>>>>>>> maggiori info qui

    http://www.pianetamamma.it/rimanere-incinta/giorni...

    @

    invece di fare il saccente dovresti sapere che il metodo che tu dici non c'entra con quello che dico io... ma mi sembra che tu non hai voglio di capire, se l'avessi avresti letto il mio link e non avresti parlato a spoposito...

    @

    regolare mestruazione? spesso la pillola la fa scomparire la mestruazione... ma che dici?

    per non parlare dei molti casi di problemi ad avere bambini dopo la sua interruzione, la pillola è un medicinale... e come tutti i medicinali ha degli effetti collatarali. Oggi ci sono delle pillole molto meno invasive, ma cmq la pillolalo porta sempre uno stavolgimento al ciclo naturale della donna...

    io non parlo a vanvera come te, leggi cosa dicono i medici

    http://www.medicitalia.it/consulti/Ginecologia-e-o...

    http://www.ilconsapevole.it/articolo.php?id=8869

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • mia
    Lv 6
    9 anni fa

    se non mi sbaglio la differenza stà nel fatto che usando i "metodi naturali" non c'è la chiusura totale ad una nuova vita dato c'è sempre qualche possibilità che lei rimanga incinta, mentre usando il condom non c'è.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    assolutamente nessuno infatti ma non puoi neppure pretendere l'utilizzo della logica di chi per natura ne è sprovvisto

    @ Elsi per fortuna almeno tu ti rendi conto della contraddizione logica.. :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.