Silvia ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 9 anni fa

Allarme ficus benjamin appiccicoso!!!!!!!!!?

Il mio ficus benjamin è alto 2 metri e mezzo.......e apparentemente è in buona salute...

Però ho notato che da circa un mese sulle sue foglie (sia davanti che dietro) ci sono alcune goccioline lucide e appiccicose.

Anche il parquet davanti è appiccicoso...Ma a vista non si vedono pidocchi o cose del genere...

Da cosa dipende? Come posso fare per guarirlo?

Grazie ciao ciao!

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Probabilmente hai subito in attacco di cocciniglia o di afidi.

    Ti elenco i prodotti naturali per combatterli.

    1-macerato di tabacco o nicotina (danneggia ed uccide afidi e altri insetti) ****

    macerare il tabacco di un paio di sigarette in acqua per alcuni giorni; questo prodotto viene

    considerato poco dannoso, in quanto naturale ; è un insetticida molto potente e ad ampio

    spettro, che danneggia tutti gli insetti presenti nell'orto e nel giardino.

    2-sapone di marsiglia (allontana gli afidi per qualche giorno) **

    soluzione di acqua e sapone che oltre a staccare gli afidi dal fogliame li allontana per qualche

    giorno a scongiurarne la ricomparsa. In commercio è anche possibile trovare il cosiddetto

    sapone molle, che contiene potassio invece di sodio, molto meno dannoso per il fogliame.

    3-macerato di ortica ( uccide gli afidi) *****

    Se invece l'infestazione è già ampia e quindi desideriamo uccidere gli afidi, oltre ad allontanarli,

    possiamo preparare un macerato con foglie di ortica, da vaporizzare su tutto il fogliame

    delle piante infestate; il macerato di ortica si può anche trovare in commercio sotto forma

    di concentrato da diluire in acqua.

    4-macerato di aglio e cipolla (afidi,tignole,cocciniglia,acari) ****

    le sostanze contenute nell’aglio possono essere sfruttate a nostro favore anche nella lotta

    contro i parassiti. L’allicina infatti, potente antibiotico e antifungino presente in elevate quantità

    ha un’azione repellente nei confronti di acari, afidi e tignole. L’aglio inoltre possiede

    riconosciute qualità antibatteriche e si dimostra efficace nel rallentare malattie come la

    peronospora, e altri funghi presenti nel terreno.

    Il modo migliore e più semplice di usarlo con buoni risultati è quello di tritare il più finemente

    possibile 100 grammi di bulbi in 10 litri d’acqua e lasciarli a macerare per tre giorni,

    dopodiché lo si può impiegare direttamente sulla pianta versandolo delicatamente sulle parti

    attaccate; una volta filtrato può essere applicato molto più comodamente con l’utilizzo di un

    vaporizzatore.Ricordatevi che prima vi accorgerete del focolaio e maggiore sarà la probabi-

    lità di successo. Infine applicate la soluzione la sera o al mattino presto.

    5-macerato di peperoncino (solo prevenzione) **

    si sbriciolano 6 peperoncini e si lasciano macerare in acqua per 3 giorni

    Il prodotto va spruzzato su fiori e ortaggi.

    6-Piretroidi ( effetto immediato sugli insetti) ********

    I Piretroidi sono aficidi composti da acidi e alcohol derivati dall’estratto di piretro naturale.

    Il loro vantaggio consiste in un’alta efficacia contro un ampio spettro di insetti. nel settore

    attualmente non esistano altri agenti con un effetto comparabile sugli insetti. I piretroidi

    agiscono direttamente sul sistema nervoso degli insetti, è sufficiente una piccola quantità

    di prodotto a produrre l’effetto desiderato.

    La Ciflutrina è un insetticida appartenente alla classe dei piretroidi ed utilizzata da più di

    15 anni per combattere gli insetti. Questo principio attivo è estremamente efficace contro

    gli insetti domestici ed agisce sia al contatto che attraverso l’inalazione.

    Questi sono i dosaggi indicati per la preparazione dei vari prodotti:

    macerato di aglio e cipolla: 75 gr di bulbi tritati in 10 litri d'acqua,(senza diluire)-insetticida

    macerato di ortica: 10kg di foglie in 10 litri d'acqua,( da diluire ancora al 5%) -insetticida

    macerato di peperoncino:10 gr di polvere in 5 litri d'acqua,(senza diluire)-insetticida

    bicarbonato :1 cucchiaio grande in 1 litro d'acqua (sostituisce lo zolfo) - funghicida

    sapone di marsiglia: 3 scaglie di sapone in 1 litro d'acqua (senza diluire)insetticida

    macerato di tabacco: 1/2 bustina in 10 litri d'acqua (senza diluire) - insetticida

    Se desideri usare prodotti chimici ti indico :

    Olio bianco e Juvinal ,che debitamente dosati con acqua ti risolvono il problema in tempi rapidissimi.

    Olio bianco : 10 ml/cc x 10 litri d'acqua

    Juvinal : 5 gr x 10 litri d'acqua

    Irrora i prodotti su tutta la pianta ogni 7 giorni , per tre volte.

    NB:tabella personalizzata composta dal sottoscritto.

    ciao...sergio

  • 4 anni fa

    Ti consiglio un ottima soluzione per liberarsi dall'acne http://EliminareAcne.netint.info/?xx47

    L’insorgenza dell’acne può avere due diverse forme: quella infiammatoria con microcisti e ascessi con possibili residui cicatriziali. La manifestazione più comune sono le eruzioni papulo-pustolose (papule: rilievi della cute arrossati, duri e dolenti alla palpazione - pustole: lesioni rosso giallastre ripiene di pus).

  • 9 anni fa

    E' stato attaccato dagli afidi che dovresti vedere nella pagina inferiore delle foglie (specie quelle più giovani) e nei germogli. Producono una "melata" dolce e appiccicosa che cola sottoforma di microscopiche particelle sulle foglie inferiori e sul pavimento. La melata, tra l'altro, attira anche le formiche e altri insetti proprio perchè e dolce.

    Gli afidi si nutrono dei liquidi che succhiano dalle foglie e quindi la pianta si deprime e, in caso di attacchi eccezionali, può anche morire. Inoltre la melata provoca la comparsa di funghi microscopici neri e di muffa che scuriscono le foglie e i rami impedendo la fotosintesi clorofilliana.

    L'infuso di tabacco spruzzato ogni giorno avendo cura di bagnare la pagina inferiore delle foglie dovrebbe bastare.

    Se invece vuoi intervenire in modo drastico devi usare l'apposito prodotto antiafide che trovi nei negozi specializzati in prodotti agricoli. Se scegli quest'ultima via prendi e aggiungi anche un liquido bagnante/adesivante perchè le foglie del ficus sono lucide e la semplice acqua scivola via facilmente. Comunque in questi negozi ti sanno ben consigliare.

    Naturalmente il trattamento dev'essere fatto obbligatoriamente all'aperto, senza vento, con guanti protettivi e con una mascherina.

  • 9 anni fa

    hai gia ricevuto delle belle risposte, ma vorrei aggiungere un piccolo consiglio. se non hai notato segni di parassiti come afidi o cocciniglia, il problema potrebbe essere legato alle radici e a piccoli insetti e muffe che vivono nel vaso. da quanto tempo non rinvasi il tuo ficus? se è già passato tanto tempo, rinvasa e utilizza possibilmente un vaso in terracotta: più sani per l'apparato radicale perchè permettono una traspirazione prevenendo i ristagni d'acqua, sono anche più belli e rispettosi dell'ambiente.

    Mi rendo conto che il tuo ficus è parecchio alto, ma il mio rinasce quando lo metto sotto il flusso non troppo intenso della mia doccia...torna a splendere di salute!

    buona fortuna!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.