Quanto sono insopportabili quei gridolini...?

Con questa domanda ho la sensazione di tirarmi addosso commenti non piacevoli, ma ho le spalle larghe.

Non trovate innervosenti quei gridolini emanati da uomini del tipo: che ammmoreee... Ihihihij, ohhhhh, carinisssimoooo, e via discorrendo?

Percarità ognuno è libero di fare e dire ciò che vuole entro certi limiti, ma sarò padrone anch'io della mia tranquillità? Prendevano persino allo stomaco talmente erano inopportuni.

Perché esasperate questi comportamenti da macchietta umoristica?

Ovviamente mi sto rivolgendo a chi emana sti gridolini quindi non sentitevi tutti tirati in causa!

Aggiornamento:

effettuare una considerazione comporta l'ostracismo? Non credo, o meglio non dovrebbe.

Mi si taccia di omofobia, machismo, e intolleranza.

Se permetti trovo assurde queste conclusioni, perché non credo di aver una mentalità macha nè omofoba.

Trovo solo sconvenienti certi atteggiamenti, questi per esempio mi innervosiscono, ma altrettanto mi urta vedere una donna troppo scoperta, uno che non sa stare a tavola, uno che non sa vestire a seconda dei luoghi, uno che non sa comportarsi in società.

Mi spiace pensare che questi gridolini siano fastidiosi, ma a questo punto da domani mettiamoci tutti a lanciarli, voglio vedere !!!

Effettivamente questi gridolini mi dan fastidio anche se emessi dalle donne perché mi danno l idea di essere mentalmente instabili.Mi si additerà come misogino a questo punto?

Aggiornamento 2:

@ Sarah ma appunto non parlo di fastidio acustico, bensì di un fastidio nel sentire certi gridolini ebeti, sia da uomini che anche da donne come ho precisato.

Probabilmente son legato a certi canoni, a certi dettami che vogliono l'uomo maschile e la donna femminile, riconoscendo delle sfumature.

Attenzione, non mi interessa e sottolineo questo, con chi uno va o con chi sta, assolutamente no. Perché ho sempre riconosciuto l universalità dell amore, ma altrettanto riconosco l universalità del buon gusto. Buongusto che si espicita sotto molteplici forme.

E così mi spiaccio se vedo un uomo girare con la borsa, o vestito da schifo, come mi dispiace vedere una donna trasandata e rozza.

Probabilmente queste considerazioni partono dal fatto di essere troppo preciso e attento all etichetta, e l etichetta non transige si certi comportamenti e atteggiamenti.

Ma non c'entra ne l omofobia, o l intolleranza dei gusti sessuali, assolutamente. C'entra l intolleranza di certi atteggiamenti.

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    Madò che palle! E prima vennero le borse da uomo che sembrano borsette, e poi la mano che - Dio ce ne scampi - non sia piegata a polso spezzato, deve immediatamente manifestare la nostra virilità, adesso è il turno dei gridolini, ma canti sempre la stessa musica

    hai mai riflettuto sul fatto che qualcuno può vivere serenamente senza esser ossessionato dall'idea di mostrare costantemente al mondo quanto uomo è, ammesso e non concesso che dipenda da questi dettagli? Sembri cresciuto nel medioevo, e sembri anche profondamente insicuro

    io trovo che il buon gusto consista prima del tutto nel fare a meno di giudicare gratuitamente gli altri - o almeno giudicarli gratuitamente secondo dei parametri dettati dal buon senso; a sentir te sembra che il peggior criminale di questa terra, purché virile, sia intrinsecamente migliore di un uomo effeminato o di una donna mascolina

    ma vedi un po' di regolare i tuoi parametri.

  • Se ti riferisci solo ai maschi ed escludi le femmine, fossi in te comincerei a riflettere sulle vere cause che provocano questo fastidio, perché il disturbo della quiete pubblica vale poco e possono provocarlo anche le donne. Forse sei troppo legato alla figura dell'uomo "macho".

    La Dea ti benedica.

    Phèdre

    ***

    Hai scritto nei dettagli aggiuntivi che anche i gridolini delle donne t'infastidiscono, ma precedentemente avevi additato solo gli uomini, tralasciando il rumore che fanno i cani, gli autobus, i marmocchi e i temporali, perciò è venuto logico pensare che ti stessi riferendo esclusivamente agli uomini effeminati. Se così è stato, è venuto successivamente ed altrettanto logico pensare che tu fossi intollerante ai "maschi vivaci". Hai posto il quesito in questa sezione, per me è stato naturale credere che tu stessi parlando degli omosessuali.

  • "quei gridolini emanati da uomini"

    "sarò padrone anch'io della mia tranquillità?"

    Queste due prime osservazioni, se le leggi provando a metterci un po' di razionalità, ti chiariranno bene come il tuo fastidio non sia acustico (tranquillità) in quanto non ti indigni verso tutte le manifestazioni uditive eccessive ma solo queste appartenenti ad un gruppo di persone (visto che non dobbiamo sentirci chiamati in causa).

    "Prendevano persino allo stomaco talmente erano inopportuni."

    Se continuando l'utilizzo della razionalità unisci la settorialità del fastidio e di come tale fastidio di nuovo non sia di tipo acustico ma digestivo (non li digerisci, ti stanno sullo stomaco, ti danno la nausea) e concordando (spero) che non c'è corrispondenza tra un suono alto e il mal di stomaco, ti apparirà lapalissiamo come la tua rezione sia basata su intolleranza farcita da pregiudizi, da disgusto e da omofobia.

    E per risponderti, io, come molti, trovo insopportabile chi urla ma non faccio distinzione tra il bambino del vicino, la signora che parla al telefono in treno e così via... perchè il fastidio è acustico e solo quello.

    __________

    Lo dici tu stesso che non è un problema acustico mentre nella prima parte invocavi la "tranquillità" che solo un fastidio acustico crea. Il fatto che il tuo fastidio sia così allargato, magari non taccia il tuo pensiero come omofobico ma in ogni caso concorderai che è un qualcosa di irrazionale che si fonda su tuoi personali pregiudizi e modi di vedere gli altri.

    La tolleranza per l'altro non si ferma al "finchè non mi intacchi i miei canoni" ma "finchè non tocchi o intacchi la mia persona/libertà". E' un pregiudizio, nel senso di un giudizio a priori, un metro con cui giudichi gli altri. Non è male o bene a prescindere ma bisogna riconoscerla in quanto tale al fine di non farla agire da sola senza il tuo controllo. Tutti abbiamo dei pregiudizi. Basta conoscerli.

    Ti consiglio di leggere "Disgusto e Umanità" di Marhta Nusban. E' illuminante.

  • alexb
    Lv 6
    8 anni fa

    Credo che ti rimuoverò a breve dai miei contatti.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    che palle.. la tua intolleranza sta diventado pesante

  • 8 anni fa

    CHI DISPREZZA AMA.... ;-)

  • Anonimo
    8 anni fa

    Avendo letto diverse tue risposte parto dal presupposto (spero corretto) che tu non sia omofobo.

    Il fatto che non ti piacciano, che ti infastidiscano e' lecito, sono i tuoi gusti nulla da dire, pero' la descrizione che ne dai fa sembrare che chi ha questi atteggiamenti li abbia volontariamente, che siano in qualche modo forzati. Probabilmente esisteranno anche individui che lo fanno per aderire allo stereotipo, non mi sento di escluderlo, ma tu da cosa lo deduci?

    Il fastidio di vedere o sentire cose che non piacciono e' comprensibile, tuttavia esiste un margine di sopportazione obbligatorio quando si vive in "comunita'", se non vengono a strillare sotto casa mentre dormi penso che non possano essere considerati come una violazione della tua liberta' di non essere infastidito. Allo stesso modo per cui non credo di potermi lamentare se la mia vicina di casa si mette nuda a prendere il sole sul suo balcone, nonostante a me dia parecchio fastidio (considerando che non e' propriamente una venere xD)

  • Sai bene che ci siamo parlati ultimamente, sai bene che mi sei simpatico ecc ecc...

    Però, (non voglio criticarti),non sono d'accordo... Quiete pubblica? è perchè? Ognino è libero ciò che vuole.. che fastidio danno? L'uomo effemminato c'è, omosessuale o no, e non da fastidio... Ognuno può, anzi, secondo me, deve, essere ciò che vuole... E solo per un ODDEO CHE CARINOO!!

    Non muore nessuno... Non pensi? Magari c'è qualcuno non sopporta qualcosa nelle persone tipo te...

    Non penso che ti disturbano così tanto, da addirittura avere fitte allo stomaco!

  • Anonimo
    8 anni fa

    Io i gridolini li faccio solo quando lo piglio in c**o...

  • 8 anni fa

    Praticamente li odio, non sono proprio fatta per i gridolini amorosi (che poi sotto sotto sono solo prese per il cu*o) di solito a certe smancerie rispondo ugualmente (RIFREGAMENTO TOTALE IL MIO) :D ciaoo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.