Essere perseguitati da un'entità sconosciuta o.o...?

Salve! Vorrei avere dei vostri pareri su un fatto incominciato nel 2006 e conclusosi nel febbraio del 2007. Confido in questa categoria di domande perché non sapevo dove ficcare questa mia curiosità, ma dato che non si è trattato solo di un semplice sogno mi sono affidata a questa categoria. Ecco l'intera faccenda:

Avevo 11 anni. Tutto è iniziato il 2 marzo del 2006 con uno stranissimo sogno: ero nella mia stanza completamente buia e la porta era aperta, da lì entrava un po' di luce. Ero sdraiata sul mio letto, sopra alle coperte, poi mi sono accorta che qualcuno mi teneva per i polsi da dietro e non mi faceva muovere. Dalla porta è entrata un'alta sagoma scura incappucciata e con un lungo abito nero, nella mano (ora non ricordo quale) impugnava un coltello da cucina. Si avvicinava a me ed io urlavo, ho morso le mani di chi mi teneva ferma e capii che erano quelle di mia madre. Poi mi sono svegliata, ma non proprio del tutto: mi giravo e mi rigiravo nel letto ma nella mente o meglio, negli occhi avevo inchiodata l'immagine di questa sagoma scura, che ancora si stava avvicinando a me. Dato che ho svegliato l'intero condominio, io e mia sorella siamo andate a dormire nel lettone con nostra madre. Da lì è incominciato tutto.

Ora, non prendetemi per pazza, ma da quel 2 marzo fino a febbraio ho continuato ad avere allucinazioni (ed ero assolutamente SVEGLIA, perché mia sorella non vedeva niente seppur io le indicassi dove ci fosse questa sagoma scura): alcune volte lui entrava con un secchiello in mano, altre volte con coltelli, altre volte ancora con aste di ferro... una volta ce n'erano anche altre, di sagome scure, ma molto più piccoline e che si gettavano in un pozzo proprio davanti ai miei occhi.

2 marzo 2006. Due giorni dopo è morta mia nonna, dopo un mese un mio zio si è suicidato.

Ho fatto ricorso ad una psicologa, lei mi ha consigliato di provare a non urlare e di vedere che cosa volesse questa sagoma scura da me. Quindi, ogni notte, tentavo di farla avvicinare senza urlare, ma poi non resistevo, mia sorella accendeva la luce e lui si gettava sotto al mio letto. Tutto questo fino a febbraio; una notte, ancora, io indicavo a mia sorella che questa sagoma scura era appena entrata dalla porta e come sempre si stava dirigendo verso di me. Ho urlato, mia madre si è affacciata alla porta ma non ha acceso la luce proprio perché io volevo tentare di vedere cosa cercasse da me. E' stata una scena un po' comica anche se ero spaventata a morte: io indicavo e dicevo "lì, lì, è lì davanti a te mamma!" e lei non vedeva nulla. Poi ad un tratto questa sagoma si è fermata davanti al mio letto e non si è più avvicinata. (Non prendetemi per pazza) Dal nulla si è materializzata una palla di luce che ha preso la forma sì e no di un'altra sagoma umana, però bianca. La sagoma nera si è voltata a fissarla, poi quella bianca è esplosa accecandomi per un istante e la sagoma nera, cioé il tipo incappucciato (che alcune volte era uno scheletro) non c'era più e non si è mai più presentato.

So che è una cosa poco normale, ma questo è quello che ho visto. Ho sempre pensato che quella sagoma bianca fosse una specie di angelo custode, ho anche ipotizzato che fosse Dio o un qualcosa di simile, ma ci tengo a precisare che non sono credente o superstiziosa. Certo devo ammettere che questa fatto mi ha avvicinata al mondo del paranormale, perché ancora tento di trovare una risposta a questo evento.

Voi che ne pensate? Chi era la sagoma scura che si è presentata prima della morte di mia nonna e di mio zio ed è scomparsa solamente con l'arrivo dell'altra sagoma luminosa? E chi era quest'ultima?

Vorrei avere delle opinioni in merito. Confido nella vostra serietà e, ripeto, non sono pazza.

Grazie anticipatamente,

Gio

p.s Mi scuso se troverete degli errori di battitura XD

Aggiornamento:

RINGRAZIO TUTTI PER LA SERIETA' DELLE RISPOSTE ^_^ GRAZIE MILLE

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    io ho 14 anni ,secondo me la sagoma nera era un allucinazione(o suggestione)pero non escludo che sia realta.io se fossi in te gli avrei chiesto che cosa volesse da me,forze la sagoma ti voleva avvertire che stava succedendo qualcosa(uccidendo famigliari o portarli al suicidio)poi si è presentata la sagoma bianca che ha liberato te e la tua famiglia da questa sagoma nera,secondo me era il tuo angelo costude,comunque queste eperienze mettono i brividi e fanno riflettere,mi hai colpito con la tua esperienza

    PS.NON TI CONSIDERO PAZZA E TI CREDO

  • Anonimo
    8 anni fa

    anche io vedevo sagome nere sopra di me....e non riuscivo a muovermi....ma nulla di paranormale

    quando ci addormentiamo il corpo si addormenta per non camminare mentre sogniamo...

    http://it.wikipedia.org/wiki/Illusione_ipnagogica

    In poche parole....sei sveglio e semi-cosciente...ma il cervello continua ad elaborare il sogno

  • dawe
    Lv 4
    3 anni fa

    Il mio obiettivo migliore, il più usato, è un autofocus 35-80. Se poi come obiettivo da raggiungere è un tuffo in mezzo advert un bel paio di morbide, lisce e tornite cosce femminili tutto il resto è nullità.

  • Anonimo
    8 anni fa

    io ti credo.... chiedi a tua madre o a qualcuno che abita nel tuo condominio se nella tua casa abitava qualcuno che è stato assassinato... molte volte ritornano per vendicarsi ; secondo me quella palla di luce è stata solo frutto della tua mente quando tu hai iniziato a non avere paura quella sagoma nera è sparita

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.