Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFidanzamento e matrimonio · 9 anni fa

Riguardo la complicata vicenda di mia sorella ed una risposta poco corretta..?

Salve a tutti. Volevo anzitutto ringraziare l'utente che ha messo un pollice verso su una delle mie risposte. Mi sono svegliata oggi pomeriggio con il presentimento di non aver risposto bene ad una domanda a causa di vari dubbi amletici ed amorosi personali e quindi appena ho potuto ho controllato. Grazie al pollicione verso sono riuscita a trovarla in fretta e ad eliminarla. Mi sembrava inopportuno, infatti, rubare punti con una risposta data sconsideratamente, perché presa da altri pensieri.

Ora veniamo alla domanda. Dovete sapere che ho una sorella di 32 anni, fidanzata e con un bellissimo pargolo di quasi due anni. Lei vive a 120 km di distanza insieme al suo fidanzato. Ultimamente però le cose non vanno molto bene. Per farvi comprendere al meglio la situazione, sono costretta a far girare le lancette del tempo al contrario e tornare a 5 anni fa, quando lui era sposato con un'altra donna. Mio cognato non sapeva che ella lo tradiva, non ne aveva il bencheminimo sospetto. Una sera. però, tornando dal lavoro, trova lei a letto con il suo amante. Di lì lo sconvolgimento, le liti e la , non mantenuta, della donna di non farlo più. Infatti, poco dopo, lui trovò uno scambio epistolare (detto comunemente e-mail) nel suo computer sembre con la stessa persona, che per non farsi riconoscere si firmava in altro modo. Di lì la sua decisione di farla finita con questa mendace moglie senza scrupoli.

Poco dopo giunse mia sorella in paese. Lei, che si era appena lasciata con il fidanzato, l'aveva conosciuto a lavoro. Nonostante la sua prima reazioni nei suoi confronti fu di totale disprezzo, lei non si diede per vinta e riuscì a poco a poco a conquistarlo. Però, visto che le due donne facevano lo stesso lavoro, comunque differente dal suo, una volta messi insieme, iniziò subito a sospettare dell'infedeltà di mia sorella. Io so perfettamente, dato che uscivo con lei, che era totalmente fedele e onesta nei suoi confronti, e visto che il loro rapporto stava per finire a causa della sua gelosia, decisi di parlargli. Non so come, ma riuscii a migliorare la situazione e a farli fare pace.

Ora sono passati tanti anni, e l'incubo del tradimento ha ricominciato a bussare alla loro porta. Mia sorella ha lavorato per un anno a stretto contatto con nuovi colleghi tra cui uno, che a lei sta pure molto antipatico, che a la fama di essere un gran farfallone. Nonostante la sicurezza di aver avuto un figlio insieme, lui ricominciò a farsi prendere da gelosia immotivata e, conseguentemente, riuscì a crearle non pochi problemi a lavoro. La sua gelosia perdura tuttora, in piena vacanza, e non si fida nemmeno quando lei esce per andare a fare la spesa. Lei ha ed aveva provato a tranquillizzarlo in tutti i modi, chiedendole anche di accompagnarla a lavoro o a fare la spesa se proprio non si fidava ma era ed è stato tutto inutile.

Ora però, una frase detta da lei mi fa raggelare il sangue: "Se l'anno prossimo vedo che ricomincia, io prendo mio figlio e me ne vado". Giustamente, un bimbo non può crescere in un ambiente simile ( e noi lo sappiamo perché abbiamo passato un'esperienza piuttosto simile), ma non vorrei, visto che i due si vogliono davvero molto bene, che tutto finisse per via di uno "spettro" del passato.

L'ultima volta che sono andata a trovarla, mi sono limitata ad ascoltare e a non dire nulla, anche perché stava già provando la nostra comune amica a risolvere la situazione. Ora, però, visto che dovrò andarla a trovare fra qualche giorno, e la situazione sta degenerando velocemente, vorrei tentare di fare qualcosa. Ma credo che non basterà la solita analisi psicologica della situazione.

Avete qualche suggerimento in proposito?

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Se non sono in grado di gestire da soli la comunicazione della coppia, allora forse il distacco può essere un momento utile per comprendere perciò... tra moglie e marito... lasciali fare.

    Se vuoi dire la tua prova a usare parole dure, ma con entrambi stavolta.

    Irresponsabili, immaturi, inutili liti ecc.

    Anche se non lo pensi, calca la mano, magari si rendono conto che non vale la pena...

    ma è lui il primo a doversene rendere conto perchè lei potrebbe cambiare lavoro, ma non può lasciare il lavoro e lui sarà sempre così qualsiasi cosa accada probabilmente.

    Però dirle di cercare un altro lavoro, potrebbe far capire a lui quanto lei ci tiene.

    Per il resto è lui che si deve dare una calmata. Prova ad essere dura esprimendo il tuo parere.

    Ciao

  • 9 anni fa

    A mio modesto parere, tua sorelle dovrebbe metterlo alle strette! Non si può andare avanti così...con questa gelosia, che diventa possessione (o addirittura ossessione)...O cambia o lo lascia....Non può vivere così, non ha un pò di libertà...Che cavolo non può neanche andare a far spesa da sola?? ma su...non si può continuare così....Tua sorella deve essere dura e decisa in questo momento...o cambi o te ne vai...Non deve essere certo lei, o sopratutto tu, diciamo, ad avere questi grattacapo...perchè è lui che ha qualche problema!! A tua sorella, secondo me, dovresti dare un pò di forza...Perchè va bene cercare di recuperare il rapporto,specialemente avendo un bimbo, ma questa gelosia è esagerata.......

  • Valery
    Lv 4
    9 anni fa

    allora inanzittutto pensiamo al pupo ha bisogno di crescere in un clima sereno io sinceramente credo che sia un problema grandissimo,in questi casi la colpa non è del ragazzo di tua sorella anzi lui è una vittima di un trauma psicologico con non poke conseguenze al posto tuo cercherei di consigliare ai due una terapia familiare farà suxerare questo problema..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.