promotion image of download ymail app
Promoted

Libero arbitrio? Perche' la scusa del libero arbitrio?

Spesso i credenti danno al libero arbitrio il motivo dei mali nel mondo, ma che libero arbitrio aveva la bambina investita dal pirata della strada ubriaco?

Che consolazione puo' avere una vittima di essere lo strumento di Dio per mettere alla prova il libero arbitrio del carnefice?

Senza considerare: che c'entra il libero arbitrio con i disastri naturali?

Ho visto credenti che a questo rispondevano "il libero arbitrio sta nello scegliere di vivere in una zona pericolosa"

I poveracci che abitavano a Haiti (per esempio) che scelta avevano?

Quei disgraziati in Pakistan che hanno perso tutto per le inondazioni?

Per favore, trovatemi una buona motivazione.

9 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    - l'ubriaco ha scelto di ubriarcarsi mettendo quindi in pericolo la vita della bambina, per questo abbiamo responsabilità di scegliere bene e non abusare della nostra libertà, perché le nostre scelte hanno effetti che ricadono anche sugli altri, non solo su di noi.

    - non tutti i luoghi del mondo sono abitabili, non si va a vivere sotto i vulcani tanto per dirne una... se gli eventi accadono di rado non vuol dire che sia saggio scegliere quei posti... il problema è che l'umanità è in crescita ed espansione, quindi necessita sempre più spazio dove vivere

    @ phil:

    non è un ricatto per il semplice motivo che l'inferno è ciò che vogliono avere i dannati.

    Dio non ha creato l'inferno, quello è l'isolamento dei dannati e degli angeli caduti che non vogliono Dio. in questa vita possiamo cambiare molte volte ma quando si muore si resta così come si muore, per sempre... beati dal bene o dannati dai nostri mali. Dio dice esplicitamente perché non scegliere male e gli effetti che ne derivano. non può obbligarti perché se non esiste amore se vi è costrizione, sarebbe paradossale.

    l'esempio del coltello è sbagliato, perché non è un coltello a farti male ma l'uso che ne fai, la scelta è alla base del destino che ci creiamo. Dio non ti obbliga ad essere come non vuoi, non ti fa la vita, ti dice di fartela da solo, che può essere come vogliamo.

    però è inutile piangere sul latte versato se si sceglie male.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Marcvs
    Lv 4
    9 anni fa

    Occhio: il buon Dio non potrebbe mai essere un burattinaio. Proprio per quanto tu osservi in ottica Cristiana è fondamentale il libero arbitrio, perché rende i credenti totalmente responsabili delle proprie azioni, quindi condannabili, quindi punibili, quindi ricattabili, moralmente, eticamente, socialmente, totalmente.

    Ammetto comunque mia ignoranza sul Dio Cristiano-Cattolico.

    Per quanto mi concerne Invisibile Unicorno Rosa non interferisce nella mia vita non mi costringe a credere in Lui etc.

    ciao

    .

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Penso che il libero arbitrio sia il concetto più stupido ed illogico che possa esserci.

    Irresponsabilità: Allora, Dio - onnipotente - lascia l'uomo scegliere tra il bene e il male, e fin qui possiamo dirlo senza problemi: pessima mossa. Evidentemente Dio si è dimenticato di come sia fatto l'uomo (strano, l'ha fabbricato lui). Molti dicono "Dio ha permesso che ci fosse il male perché voleva che lo distinguessimo dal bene...". Ahm... ok. Immaginate di essere padri o madri. Immaginate di vedere vostro figlio accostato vicino ad un giocattolo (bene) e ad un coltello (male). Voi cosa fareste:

    A) Togliereste il coltello da vostro figlio facendogli capire che non è una cosa con cui giocare;

    B) Dirgli "Gioca con il giocattolo (il bene)", ma lasciare a lui la decisione finale.

    Se foste dei bravi genitori, suppongo che scegliereste la A.

    Ricatto: Ricattatore perché Dio dice: Queste sono le cose che potete fare (il bene) e quelle che non potete fare (il male), ma il bello è che non vi costringo in alcun modo a obbedirmi. Sì, avete capito bene, voi siete assolutamente liberi di scegliere di fare quello che dico Io, oppure, ma ripeto liberamente, di bruciare all'inferno per l’eternità.

    Ora ditemi: suona più come libertà di scelta o suona più come un ricatto? È come dire: “potete scegliere di darci 1 milione di euro, oppure, liberamente, di non rivedere mai più vostra figlia”.

    Insensibilità: Il punto non è da chi dipende il male, il punto è che Dio potrebbe impedirlo e non lo fa. Un essere che ha la capacità di sistemare tutto e non lo fa, più che chiamarlo immensamente buono, lo chiamerei immensamente insensibile o immensamente str..o.

    *********

    @Santo Charly: forse è vero che il libero arbitrio era miglior risposta che si potesse trovare al motivo della sofferenza e che il tizio che l'ha pensata è stato astuto, ma è anche vero che ci sono tante falle nel discorso del Lib. arb.

    **********

    @Laguna: "l'inferno è ciò che vogliono avere i dannati."

    Allora, io, in teoria, sarei un senza Dio e quindi un dannato.

    Ma a me non piacerebbe andare all'inferno, non lo vorrei mai. Sono un dannato (ad occhi di altri) che non vorrebbe andare all'inferno. Visto? Ti è cascato l'asino.

    E comunque un coltello in mano ad un bambino non è male? Ah be'...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Il libero arbitrio è un non-sense.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • S.P.
    Lv 6
    9 anni fa

    Dio ha concesso all'uomo il < Libero Arbitrio > , cioè ha dato all'uomo la libera facoltà di scegliere sia nel bene che nel male, senza nessuna interferenza da parte di Dio.

    L'uomo al suo inizio non sa quale sia il bene e quale il male, lo scoprirà da se nel tempo.

    La scoperta del concetto del Bene e del Male si trasformerà in quella che si chiamerà : religione.

    La religione è formata da uomini che si organizzeranno e detteranno le leggi su ciò che è bene e su ciò che è male, queste leggi per essere più credibili diranno che provengono da Dio. La Religione divenuta organizzata eserciterà il suo potere morale e fisico sugli uomini attraverso l'ubbidienza di queste leggi; la disubbidienza viene punita da Dio adducendo che il peccato di disubbidienza è la causa della morte dell'uomo. Facendo finta così di ignorare che l'uomo è anche materia, oltre che Spirito e come materia è destinato a morire secondo la legge universale della materia, ma questo gli uomini non lo devono sapere, si scoprirà col tempo .....esattamente con l'illuminismo.

    L'importante per la religione organizzata è stata quella di lanciare l'idea del peccato intesa come <Colpa> che possa essere <<ereditata>> da tutti gli uomini prima ancora di nascere. Così la religione organizzata potrà esercitare sugli uomini il suo potere morale.

    Così l'uomo si troverà ad avere un concetto del Bene e del Male <<relativo>> alla natura dell'uomo e ai suoi cinque sensi limitati e immersi nel <tempo relativo> che l'uomo si è inventato da se regolando la sua vita con il movimento della terra rispetto al sole.

    Quindi noi del Bene e del Male conosciamo solo il valore <<relativo>> , non conosciamo il suo esatto valore << Assoluto>> , giacchè sappiamo per rivelazione che in Assoluto esiste solo il BENE.

    Ecco perchè qualsiasi nostro giudizio che diamo è sbagliato in partenza, non sarà mai esatto, inquanto è relativo ai nostri sensi. Pertanto imporre l'idea umana che Dio giudica l'uomo e lo condanni alla vita eterna è una imposizione sbagliata che la religione organizzata ha commesso nella impostazione della propria dottrina.

    In queste condizioni, cioè dove esiste il giudizio e la condanna eterna voluta dalla religione organizzata, il <Libero Arbitrio> non potrà mai esistere, perchè è in netto contrasto con la volontà Divina di non interferire nella libera volontà di scelta dell'uomo.

    La religione organizzata non ha voluto comprendere la grandezza di Dio nella sua intelligenza del dono dato agli uomini del <Libero Arbitrio>, concepito da Dio secondo il valore <<dell'Assoluto>> dove tutto è Bene. Lei invece, ha voluto modificarne l'idea adeguandola al concetto <umano> <relativo> portandolo al controllo della sua dottrina per paura di non poter più esercitare il proprio potere sugli uomini.

    Nomastè

    Pietro

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Marcvs
    Lv 6
    9 anni fa

    Occhio: il buon Dio non potrebbe mai essere un burattinaio. Proprio per quanto tu osservi in ottica Cristiana è fondamentale il libero arbitrio, perché rende i credenti totalmente responsabili delle proprie azioni, quindi encomiabili, quindi perdonabili, quindi liberabili, moralmente, eticamente, socialmente, totalmente.

    Ammetto comunque la mia "conoscenza" sul Dio Cristiano-Cattolico.

    Per quanto mi concerne Dio l'ho conosciuto nella mia vita, non mi costringe a credere in Lui etc.

    ciao

    .

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    quella del libero arbitrio non è affatto una scusa...scusami ma per caso a te sarebbe piaciuto essere una marionetta nelle mani di Dio??? Questa è la ragione del libero arbitrio

    La vita che stiamo vivendo in realtà è solo passeggera ed effimera ti consiglio di rendertene conto il più presto possibilee...credi in Dio senza se e senza ma e tutte le tue domande avranno una risposta...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Un buon motivo c'è, ma lo saprai di certo di già.

    Senza il libero arbitrio (ed il mistero della fede), tutta la loro storia non sta in piedi.

    @Phil: permettimi di dissentire, il libero arbitrio, per l'epoca quando è stato concepito, è frutto di una mente geniale, non stupida, ne lo è il concetto in se.

    Tanto è vero che tutto quanto si regge su quello, senza probabilmente oggi non avremmo un cristianesimo ma solo una setta di adoratori di un dio vendicativo da placare con sacrifici.

    ----------

    Un ragionamento senza falle non c'è, se al momento ti può sembrare possa esistere, prima o poi qualcuno ipotizzerà la falla nello stesso.

    Sta di fatto che il libero arbitrio seduce le menti oggi come quando è stato ideato, per cui l'ideatore vedeva lontano dal suo punto di vista.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Ci provo.....anzi tutto occorre mettersi bene in testa che il buon Dio non ci ha detto che la terra sia un Eden ne che ci avrebbe fatto da balia.....ci ha solo detto come dovevamo comportarci....ma su questo pianeta ( che continuiamo a rovinare.....) ci siamo noi e noi ci dobbiamo sbattere, ben sapendo che siamo soggetti a malattie, a tsunami ed alla morte fisica.....

    il libero arbitrio significa, esclusivamente, che Dio non mette il naso nelle nostre faccende.....il libero arbitrio è arma a doppio taglio, il mio termina dove il tuo lo sovrasta ( Hitler docet.....) ....

    il buon Dio non lo si prega per chiedere una guarigione o la vincita al Lotto, lo si prega solo per far si che che ci dia la forza di accettare ciò che la vita ci riserva.....sai, per un credente, la vera vita non è di questa terra e, comunque, anche per un ateo la vita terrena non è diversa da quella di un credente......se credi hai una speranza, se non credi è inutile dire che l' inesistente Dio dei credenti sia cattivo......questa è la nostra sorte di esseri umani, ti piaccia o meno ....

    che poi chi crede ritenga di avere una speranza, non autorizza un ateo a dire " il tuo Dio se ne sbatte le b@lle " , hai capito ....?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.