Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 9 anni fa

analisi logica brani mi potete aiutare ?

1) prima abitavo a bedford e avevo un sacco di amici. con loro mi divertivo moltissimo. avevamo tutti sui tredici anni e alcuni di noi frequentavano la dolcezza una discoteca sempre piena di ragazzi. ci sarei andata anch'io prima o poi, nonostante il divieto dei miei. tre mesi fa, mio padre è stato nominato vicedirettore della biblioteca di bradford. quellanomina è stata un bel passo avanti per la carriera di papà.ma una rovina per me.ci rivedremo presto lucy! ti ricorderemo sempre! ma non ho più

rivisto nessuno dei miei amici.di nome, le città di bedford e bradford sembrano quasi identiche. invece non lo sono affatto. bedford è un posto delizioso perfetto; tra le case scorre un fiume e c'è tanta campagna tutto attorno.a bradford non scorre nessun fiume.c'è un condominio ogni metro quadrato e manca il verde, a parte un piccolo giardino pubblico. mi ci abituerò,con molta tristezza.

(2)blanca non perse la tranquillità per l'assenza di pedro terzo.andava ogni giorno al fiume e aspettava. la notizia del suo ritorno in campagna sarebbe arrivata prima o poi al ragazzo e il richiamo dell'amore l'avrebbe raggiunto ovunque.così fu,il quinto giorno arrivò un tipo stracciato, che indossava una coperta invernale e un cappello dalla tesa larga e trascinava un asino carico di utensili di cucina, pentole di peltro,teiere di rame,grandi marmitte di ferro smaltate,mestoli di tutte le dimensioini. non lo riconobbe. sembrava un vecchio miserabile, uno di quei malinconici viaggiatori che girano per la provincia con la loro mercanzia. si fermò davanti a lei,si tolse il cappello e allora lei vide i suoi begli occhi neri.

(3) se a tavola lo chiamano commendatore,strizza appena un occhio,agita elettricamente il baffo sinistro,poi si piega con esagerata prudenza sul piatto,coglie un lembo di carne,si risolleva e mastica,guardando nel vuoto. è enorme,castrato,non è mai uscito di casa,si muove tra il salotto e il corridoio con il passo di un mandarino cinese. agita il baffo sinistro,muove con soavità la sua ricca coda di soriano.alle cinque finalmente gli aprono la televisione e lui,abbandonato nel divano,solo,guarda i movimenti bianchi e neri sullo schermo. non risponde ai richiami,ma sta bene attento a ogni trillo del telefono,a ogni colpo di citofono,a ogni scampanellata alla porta. non desidera gente estranea,che può occupargli il divano,far smettere la televisione,rubargli il posto a tavola.

(4) mio padre,harald dahl,era un norvegese,originario di sarpsborg,una cittadina nelle vicinanze di oslo.suo padre un gigante alto due metri,era un commerciante abbastanza ricco,che aveva un negozio zeppo delle merci più svariate. sto scrivendo queste righe nel 1984,ma quel mio nonno era nato nel 1820! oggi avrebbe 164 anni,ragazzi miei! più di cent'anni fa,mio padre,che era allora un ragazzo di quattordici anni,stava sul tetto della casa per la riparazione di alcune tegole; scivolò,cadde e si ruppe un braccio. il medico,un vecchio ubriacone,non seppe aggiustarlo. per tutta la vita,mio padrte dovette fare ogni cosa senza un braccio;e diventò più abile di chi poteva usare entrambe le braccia.con suo fratello oscar,mio padre lasciò la norvegia e si trasferì a parigi,poi a cardiff,una grande città portuale dell'inghilterra. diventarono ricchi grazie al commercio del carbone.mio padre cominciò a riempire la casa di bei quadri e mobili eleganti e si dedicò al giardinaggio e alla collezione di piante alpine.spesso faceva morire di paura mia madre con le sue audaci arrampicate su pareti a strapiombo per la raccolta delle stelle alpine.

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    Scusami ma ti aspetti che qualcuno ti faccia l'analisi di sto poema? D:

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Secondo me nel tempo che hai impiegato per scrivere il testo avresti potuto analizzarne più della metà -.-''

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa
    Fonte/i: Me
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.