Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 10 anni fa

Tre domande sulla tenuta di un solaio.....?

Domanda 1) Approssimativamente quanto può essere la tenuta (kg/mq) di un solaio strutturato in questo modo:

- Palazzo degli anni 50 con mura portanti in tufo dello spessore di 50 cm;

- Putrelle in ferro (a forma di doppia T) poste tra i 2 muri maestri, lunghe 5 metri, di 6 cm di larghezza e 14 di altezza, poste ciascuna ad un metro di distanza dall'altra;

- Tra le putrelle sono inserite le classiche tavelle rosse di circa 20 cm di larghezza;

- sopra c'è un massetto di cemento e delle mattonelle in ceramica (non c'è la rete elettrosaldata).

Quanto può reggere, suppergiù?

Domanda 2) se viene rifatto il massetto di cemento inglobando una rete metallica elettrosaldata alle putrelle, di quanto aumenta la portata?

Domanda 3) ipotizzando una portata del solaio di 250 kg/mq, se ci poggio una pedana con assi di legno lunga 3 metri e larga 2 (6 mq = 1500 kg totali) e ci poggio sopra un peso di 1000 kg concentrati su una superficie di 2 mq, lo regge?

Grazie dell'attenzione.

Aggiornamento:

Grazie della risposta accurata Mastro Geppetto; quindi se ho afferrato il senso, in un punto dove i due muri maestri son più vicini (e quindi le putrelle più corte) la portata sarebbe maggiore, giusto?

E se la pedana la faccio con ferro anziche legno dovrebbe dividere meglio il peso?

Grazie ancora.

2 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    I "giochini strutturali" devono essere esaminati sul posto, studiati da un ingegnere e messi in opera con scrupolo. Non conoscendo il caso, bisogna vedere lo stato di corrosione delle travi e fare una prova di carico, una verifica degli appoggi delle travi e la distrubuzione degli sforzi sulla pietra. Poi si possono fare le valutazioni.

    1. si deve fare una ispezione e un calcolo più accurato, risposta a spanne non conoscendo il materiale se FE360 o FE420. Più tutte le riserve.

    Dovrebbero essere IPN 140, con W=80 cm^3. A spanne tengono sui 300 kg/mq; con 5 metri sono al limite di tenuta con una modesta elasticità: Con un massetto di cls e piastrelle, totale 10 cm, sono 200 kg/mq di carico dato dalla struttura. RImangono 100 kg/mq di portata utile, cioè persone e mobilia leggera. (*)

    Si aggiunga qualcosa considerando che il cls, se compatto e di qualità (>300kg/cmq), è ben ammarrato alle IPN e sopra le IPN. Un alcolo incerto non conoscendo i dti geometrici e le tecniche di ammarro.

    (*) Il resto è margine di sicurezza per altri 100 -150 kg/mq che porta a percepire la flessione del pavimento. E' un campo di lavoro dell'acciaio dove si va a "fare il mona con le cautele per non fare il mona" confortati da modello ad elementi finiti che mi dà i valori puntuali di sforzo nella struttura e prova dell'acciaio di cantiere presso un laboratorio.

    2. Marginale. la rete deve lavorare in trazione. essendo sopra l'asse neutro (o forse nell'asse neutro) della sezione non lavora o lavora in compressione dove il massetto di cemento è già ottimo, non contribuirebbe alla resistenza della sezione, beneficerebbe la tenacia del nuovo cls.

    2.1. In questi casi si applica sotto le IPE una piattabanda aggiuntiva in FE510 (l=3600 - 4200) precaricata con 2+2 tiranti a vite M20 + dadi lunghi M20x60 lubrificati in grafite per curare la simmetria, con 4 tonn per parte a chiave dinamometrica e saldata a tratti, (proteggendo il legno eventuale) non precaricata non serve molto su una struttura già in tiro. (Si potebbe provare a scaricare il tiro con puntelli provvisori se ci sono i punti di appoggio.

    Solo se merita:

    2.2. Se la dmensione longitudinale del solaio non è eccessiva (<6m) si può valutare la costruzione di una struttura portante incrociata a 90° con tondini in ferro trattati antiruggine (Sika Armatec 108) e staffe saldate che guancia sopra e sotto le IPE, con una schiera di tondini fi 12 passo 20 cm o meno e getto di cls a sandwitch (1° strato inerte crivello <12mm cemento 350 kg/mc, Sikatop 122 e fludficante Sika 3060 spess 4 cm.; 2° strato cemento, sabbia argilla espansa<8mm, cemento) a quota <2cm sotto piattabanda superiore IPE, 3° strato massello armato spess, minimo 6 cm stesso impasto del 1°strato)

    2.3. Rinforzo inferiore in fibra carbonio e resina, tecnica consolidata su travi legno e muratura ammalorata, senza sufficiente esperienza (personale) su acciai per zone di concentrazione sforzi alle estremità costosa da ridurre.

    3. Marginale. L'elasticità del legno fa appoggiare la massima parte del carico sulle travi sotto il peso (90-70% a stima) per s legno cm. 6. Entri in regione di sovraccarico. su un paio di travi.

    Addendum a spannoscopia massima (criteri del mio compianto Prof che ha fatto tanto cantiere prima di mettersi davanti ad una lavagna)

    1.1. Più corta è la trave e più è alta la sua sezione più porta.

    La trave è tesa di sotto, quindi "tanto acciaio teso di sotto, il cemento compresso di sopra"

    1.2 Un peso "vicino" all'incastro nel muro è meglio sopportato dalla trave, sforza molto sull'incastro.

    1.3. Nel collegamento ferro/pietra la trave di ferro si dimensiona in centro e la pietra secondo lo sforzo di appoggio che deve essere distribuito in largo che non si crepi la pietra. Niente malta che la calce "brucia" il ferro con il tempo. Meglio cemento e sabbia poveri che faccia da "cuscinetto", non conosco il tufo.

    3.1. Non è detto, la migliore soluzione è usare una pedana di 6-10 cm e spessorare di qualche mm il legno in corrispondenza alle travi più distanti, giocando sul precarico del legno e sfruttando la elevata elastcità ottieni un eccellente assestamento. e la distribuzione del peso su più travi. (strighezzi da "sensitivo")

    Fonte/i: Spannoscopio senza sopralluogo e studio
  • Anonimo
    7 anni fa

    ho costruito un solaio rettangolare da 6 metri per 5 nel rettangolo ho messo profilo hea da 140x133 e in mezzo 5 profili ipe da 140x73 con un interasse di circa 800 millimetri . il solaio è piano ad uso terrazzo, ci vorrei caricare dei vasi di terra. quanto può sostenere al metro quadro tale struttura ' chi mi può essere di aiuto ?'

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.