Niente più gioia di vivere?

ho 18 anni e niente mi rende piu' felice.Cose come guardare un bel film, leggere un libro, uscire con i miei amici, non mi fanno piu ne caldo ne freddo perchè tutto mi sembra vuotissimo e banale.

sono una ragazza fortunata,sono carina,ho degli amici fidati,a scuola vado bene,ho un ragazzo negli Usa che sta venendo qui in Italia per 3 settimane a casa mia per stare con me,ma non sono felice.La mattina non provo gioia nell'alzarmi dal letto,e le emozioni che provo durante la giornata sono un misto di apatia, ansia, agitazione, tristezza e indifferenza.Nella mia breve vita ho avuto tante cose che mi hanno messa a dura prova,non ho mai avuto i miei insieme perchè hanno divorziato che ero piccola,tante batoste con i ragazzi che mi hanno causato un'adolescenza fatta di continua infelicità e cuori spezzati,violenza psicologica (mobbing,bullismo) subita per anni e anni dai miei "amici" e compagni di scuola, che mi hanno fatto sentire uno schifo umano, ho avuto problemi a parlare, balbuzie, ecc, autostima sotto i piedi.Ho paura del futuro, ho paura che quando andrò all'università perderò i miei amici,la solitudine mi terrorizza,ho paura di un sacco di cose ma cerco di nasconderlo,sono sempre contenta e allegra con tutti,ma in realtà con me stessa non sono felice,non sono felice con il mondo,e intorno a me sono circondata da tante persone che si lamentano,che sono infelici,demotivate,ciò non mi incoraggia molto.Per la mia vita non vedo prospettive, se non laurearmi, lavorare,sposarmi e avere dei bambini e tutto ciò mi sembra così vuoto e sciocco che mi da la nausea, la gente intorno a me non è felice.

mi pare assurdo dire che sono malata di depressione così giovane,provo vergogna e pena per me stessa solo a pensarlo.Forse tutte le cose brutte che ho passato hanno influito negativamente su di me e sulla mia psiche,facendomi avere questo alone costante di negatività e cinismo che mi porto sempre dietro e ciò mi impedisce di essere serena per qualcosa.

non so che fare, a chi rivolgermi,cosa pensare.chi mai potrebbe aiutarmi?

8 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Forse una cosa per te la posso fare. Da quello che hai detto mi sembra che non affronti le tue emozioni. Io ci ho messo moltissimo tempo a capire che il vuoto che hai descritto, la sensazione di non essere presente mentre succedono le cose, era parte di me. Cercavo di tirare avanti e vivere da persona normale, e questo mi ha solo logorato. Quando accetti di stare male, di essere apatico, non guarisci ma impari pian piano a gestirti. Ti liberi dall'oppressione, dall'odio verso la gabbia in cui sei chiuso. La musica che ascolto continua ad essere di sottofondo, musica da centro commerciale, e i libri che leggo non mi appassionano, proprio come mi sembra capiti a te. Però ho smesso di odiare la mia situazione. Questo è il consiglio che ti posso dare. Se ti senti giù, depressa, non trovare delle scuse, non pensare che non può essere, che sei troppo giovane. Lo pensavo anche io, ma è inutile sforzarsi di essere normali.

    Il malessere, però, resterà. Io ho finito il liceo, e tutti non fanno altro che chiedermi cosa farò, e io NON LO SO. Non mi piace niente. Non ho sogni, aspirazioni. Riguarda tutte le cose che faccio, anche i sentimenti verso le altre persone. E' da non crederci, ma è così. Nulla mi accende lo sguardo. E anche se sarà uno spreco, non mi obbligherò ad iscrivermi all'università, a ricominciare con lo studio e le solite forzature, perchè non ce la farò. Ho tutte le capacità per riuscire, ma farlo nella realtà, alzarmi e aprire il libro, per me è impossibile. Non ho nessuna aspettativa. E trovo che non ci sia possibilità, obbligarmi a farlo sarebbe terribile.

    Forse è così anche per te e ti sono stato di aiuto.

    PS: L'ultimo libro che mi ha fatto provare qualcosa è stato American Psycho. Se non ti lascerai spaventare dalle scene macabre, e coglierai l'ironia e il sarcasmo, troverai la storia di Pat Bateman davvero interessante. Il livello di isolamento e totale indifferenza verso qualunque cosa ti farà stare malissimo, ma non importa: è il mio libro preferito, dopo quello di quello niente mi sorprende più.

  • 4 anni fa

    tutti abbiamo momenti difficili momenti dove non vediamo l'uscita del tunnel ma l. a. vita e un bene prezioso l. a. vita ci offre tantissime esperienze beneficial e damaging vale l. a. pena vivere in line with conoscere persone speciali e vivere di piccoli gesti pieni d'amore se sei triste guardati in torno scoprirai che ci sono tante persone che ti amano e credono in te i brutti periodi passano nessuna notte e mai infinita alla high-quality il sole esce sempre

  • 9 anni fa

    a 18 anni non puoi pretendere una vita diversa, anzi la vedono tutti piu o meno come te. chi piu chi meno mai nessuno è soddisfatto. lo stesso accade a me, soprattutto in questo periodo. sono arrivato al punto che ormai uscire con gli amici o stare tre giorni consecutivi a casa non fa alcuna differenza! anche io ogni giorno scopro di essere sempre piu distante dagli altri. mi annoio facilmente mentre gli altri si divertono con una semplice partita a carte al bar (ma a 20 anni è un'assurdità c@zzo, come ai vecchi) non trovi? prova a cambiare vita, la monotonia gioca brutti scherzi. la vita è cosi, non sai mai cosa aspettarti e se hai paura del futuro devi farti coraggio perche solo le persone veramente sagge si pongono questo problema! da come ti esponi sei sicuramente una persona con la testa sulle spalle e questa è una cosa buona, ma fatti forza, la vita è fatta di alti e bassi e quando va male la cosa migliore è lasciarsi scivolare tutto addosso. rimani dentro casa per qualche giorno finche non ritroverai la voglia di uscire e divertirti. guardati bene dalla amicizie, solo alla fine si vedranno i veri! cmq sia ti ripeto la vita non è semplice, a volte penso che non sono felice solo perche pretendo troppo, alla fine chi si accontenta gode (non tanto ma un minimo gode), puo darsi che sia lo stesso anche per te! infine ricorda che non sei la sola quindi mal comune mezzo gaudio! spero di esserti stato di aiuto ma vai avanti a testa alta arriverà il tuo momento come arriverà anche per tutti gli altri, altrimenti sarebbe un mondo di merd@ questo!!!

  • Anonimo
    9 anni fa

    Vorrei che tu mi insultassi per i miei immeritati agi. Forse ti sentiresti meglio, o forse no, ma odiare qualcuno fa sempre bene.

    Il fatto che già tu stia chiedendo aiuto ti pone precocemente sul sentiero della risoluzione dei tuoi mali.

    Tu sai di stare male, ma proprio questa tua consapevolezza ti rende forte senza che nemmeno te ne accorgi!!!

    Quelle come te soffrono di una sensibilità nobile e che ti rende davvero migliore!

    Il tempo ti guarirà con l'avvento dell'esperienza e della maturità, ma tu nel frattempo cerca di non perdere questa tua eccelsa emotività!

    Io per quel che vale, ti mando un caro abbraccio

    Ciao ;-))

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Nemmeno io ho più"stimoli esterni", nel senso che qualunque cosa succeda rimango impassibile, quando invece vorrei piangere come una disperata ad ogni minima cosa..io ho solo due anni in più di te, e sono nella tua stessa identica situazione, non ho mai avuto una figura paterna stabile, sono stata perseguitata per mesi dal mio ex e alle medie bullismo a non finire. Però se non ci rialziamo ora, da sole, se non ci aiutiamo da sole chi vuoi che ci aiuti? Dobbiamo essere forti. So che non sono la persona migliore per aiutarti però ti capisco, tutto mi sembra vuoto, non vedo un futuro davanti a me. Però penso anche che è solo un periodo della mia vita, forse perché siamo quasi al capolinea della nostra adolescenza, è un periodo"ormonale", una fase dove non siamo più delle ragazzine ma nemmeno delle adulte, e quindi veniamo colte da dubbi esistenziali, problemi inutili, paranoie inutili eccetera. Svegliamoci, la vita è adesso, il presente è ora, ed ogni momento non ritornerà mai più! Sorridi, se sorridi, tutti gli altri ti sorridono, sorridiamo alla vita, siamo vive! La persona che potrebbe aiutarti di più di tutti sei tu, non hai idea cosa si può riuscire a fare con la forza di volontà, l'ottimismo e l'amor proprio. Un bacione!

  • Anonimo
    9 anni fa

    Potresti rivolgerti ad uno psicologo,nei centri d' ascolto o roba del genere,insomma qualcuno che abbia a che fare con questi problemi.Il mio consiglio è inoltre quello di pensare seriamente alla tua vita,di avere una visione di insieme...hai subito tutte queste cose,però le hai superate,il che significa che sei una persona forte...Ma il tuo fidanzato from USA l'hai conosciuto sul serio?Perché da come ne parli non sembra che tu sia appagata dal vostro rapporto...Hai il suo amore,che te ne importa di quelli che sono venuti prima di lui?magari erano solo una preparazione verso la felicità,un cammino in ascesa..personalmente non so come tanti ragazzi abbiano potuto spezzarti il cuore,insomma non avrai mica provato dei veri sentimenti per un sacco di gente..questa non è una critica,ma una precisazione...non innamorarti del primo che capita,uno il tuo amore se lo deve conquistare.Io credo che quando avrai la completa consapevolezza di te stessa sarai felice!

    Fonte/i: Me ù.ù
  • Anna
    Lv 4
    9 anni fa

    O_O

  • Anonimo
    9 anni fa

    secondo me è una tua convinzione. se ti fissi sul fatto che sei depressa è normale che poi lo diventi,o che non provi più emozioni belle. ti posso consigliare di uscire,tenerti sempre impegnata! prova a fare cose nuove (un nuovo sport,un nuovo hobby),iniziare a conoscere nuove persone,nuovi amici.18 anni è uno degli anni più bello,non sprecarlo! =) fammi sapere,1 bacio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.