pareri su un piccolo frammento del mio possibile romanzo! :)?

amo leggere, e il mio sogno è sempre stato quello di scrivere un romanzo!

sia amici che professori mi invogliavano a scrivere, visto che i miei temi prendevano sempre dei voti alti, ma il problema è che mi mancava l' ispirazione per un vero e proprio romanzo.. e ogni volta rinunciavo..

ho deciso di fare un' altro tentativo..e pochi minuti fa mi è venuta in mente una scena del mio romanzo.. che ve ne pare?

siate clementi ho buttato giù un idea.. ditemi che ne pensate, se vi piace.. calcolate che è solo un frammento,,poche righe, e non fate caso agli errori ortografici che sicuramente ho fatto, ho scritto di getto ;)

------------------------------------------------------------------------------------------------

Entrò in camera e si butto sul letto, la testa gli stava per scoppiare, l’ unica cosa che voleva fare era mettersi sotto le coperte e dormire..

Stava seriamente considerando l’ idea di riposarsi un po’, quando sua madre la chiamò dalla cucina:

“ Aly c’è una persona che vuole vederti, ma fai presto che tra poco si cena”

“ arrivo”

Ma com’ era possibile che qualcuno venisse sempre a disturbarla quando meno ne aveva voglia?

Si avvio stancamente giù per le scale, immaginando la faccia che doveva avere..

Damien l’ aspettava davanti al portone, aveva un ombrello sotto il braccio, ma a giudicare dai suoi vestiti fradici non doveva essergli servito molto.

“ ehi damien, cosa ci fai qui a quest’ ora? E poi guardati sembri un pulcino bagnato”

“ bhè sstosicuramente meglio di te, hai una faccia. Stai bene? Comunque sono dovuto passare per forza, la signorina Clady ha detto che se domani non porti la ricerca scritta ti dovrà rimandare in storia, sai? bhè ecco, ti ho portato quella sulla storia inglese, non è molto ma è sempre un inizio no?”

Io e damien ci conoscevamo ormai da più di 8 anni.. solita storia di bambini che alle elementari fanno amicizia per non rimanere esclusi e alla fine cominciano a volersi davvero bene, e allora eccoci qui elementari, medie e superiori fatte insieme.

Storsi la bocca al pensiero della signorina Clady, con tutti i problemi che avevo, cosa vuole che mi interessasse storia!?

“ grazie damien, ma non dovevi preoccuparti, insomma sta diluviando!

Vuoi qualcosa da bere ? non ssoun tè caldo magari?”

“ no devo scappare i miei andranno su tutte le furie se entro 10 minuti non sono a casa, ci si vede domani.. e riposa dico sul serio hai una faccia orribile!”

“ oh grazie troppo gentile, a domani!”

Aggiornamento:

oh siete carinissime! :) grazie!! :D cercherò di continuarlo!!

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Mi piace, ma hai fatto un errore grave: all'inizio parli di Aly in terza persona (entrò in camera; si buttò sul letto; stava seriamente considerando; ecc ecc), poi a metà dialogo Aly parla in prima persona (Io e damien ci conoscevamo; storsi la bocca; ecc ecc).

    Insomma, non puoi mischiare una narrazione in terza persona con una narrazione in prima persona: o una o l'altra; decidi ciò che si adatta di più al tuo stile, ma ricordati che tra il narrare una storia in prima o in terza persona c'è moltissima differenza: se narri in prima persona è come se tu fossi il protagonista e di conseguenza devi descrivere quello che vedono esclusivamente gli occhi del protagonista e solo i suoi pensieri; non potrai quindi scrivere una cosa come "Damien stava pensando di ..." perchè come narratore in prima persona e come protagonista della storia il tuo campo si limita solo ai tuoi pensieri, e non puoi sapere quello che sta pensando un'altra persona; al massimo lo puoi intuire, così la frase di prima potrebbe diventare "Credo che Damien stesse pensando di...".

    Al contrario, in terza persona, puoi operare una scelta tra tre opzioni: 1) puoi limitarti a descrivere ciò che vede e pensa il protagonista, descrivendo solo esternamente gli altri personaggi; 2) puoi scrivere in maniera giornalistica, limitandoti a descrivere la scena come la vedi e senza poter sapere ciò che pensa il protagonista; 3) puoi narrare in maniera onnisciente, il che vuol dire che puoi sapere tutti i pensieri di tutti i protagonisti, le loro storie, e puoi scrivere anche di ciò che i protagonisti non sanno.

    Credo che per il tuo racconto tu debba scegliere tra una narrazione in prima persona o una narrazione in terza persona onnisciente. L'importante è scegliere prima di iniziare il racconto mantenendo un filo logico della narrazione, altrimenti fai un casino assurdo!

    Ciao

  • Anonimo
    9 anni fa

    Continualo subito! Voglio sapere cosa succede!!! :)

  • Anonimo
    9 anni fa

    Finiscilo al più presto perchè sembra promettere bene. Sei bravissima!

    Spediscilo a qualche casa editrici, secondo me hai del talento.^_^

  • Anonimo
    9 anni fa

    A me sembra buono come pezzo....potresti tranquillamente continuare....6 bravissima

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.