MAKBUO C ha chiesto in SportCorsa · 9 anni fa

Quante volte a settimana e per quanto tempo è corretto correre?

Ho 40 anni, sono alto 180 cm e peso 90 kg. Corporatura robusta, frequenza cardiaca a riposo di circa 60 battiti a minuto.

Da un pó di tempo mi sono avvicinato al running, sia su tapis roulant che su strada.

Corro in genere 1 ora a 6 km/h.

Vi chiedo: quanti giorni a settimana è utile corree? E con quale inrensità?

7 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Non c'è una risposta esatta che valga per tutti. Vari fattori vanno considerati per consigliarti l'allenamento ottimale.

    Primo aspetto: quello della salute e dell'integrità fisica. Visto il tuo peso è necessario che tu utilizzi delle scarpe specifiche per la corsa che siano molto ammortizzanti; in un negozio specializzato sapranno consigliarti al meglio. Ricorda che quel che non ammortizzano le scarpe lo ammortizzano le tue articolazioni!

    Secondo aspetto: qual'è il tuo obiettivo? Perdere peso? Ottenere una miglior condizione cardiaca e respiratoria? Correre una determinata distanza con soddisfazione personale? Agonismo? Ogni obiettivo richiede allenamenti specifici. Se lo scopo è perdere peso pui permetterti di crrere a ritmo più blando di quanto dovresti fare per ottenere un buon effetto allenante (anche se, in realtà, la strategia migliore è sempre quella di fare più km possibile nel tempo che hai a disposizione, visto che le chilocalorie bruciate equivalgono grossomodo a km fatti x kg di peso corporeo).

    Terzo aspetto: quanto bisogna correre dipende dalla tua forma fisica e da quanto il tuo corpo è allenato e adattato a correre. Si sente tanta gente dire che correndo si è rovinata la schiena o le ginocchia. Possibile? Si. Succede inevitabilmente? No, altrimenti gente come Bordin, che correva in allenamento anche più di 40 km al giorno quasi tutti i giorni sarebbe tutta in sedia a rotelle. Semplicemente devi dare al tuo corpo il tempo di adattarsi. La muscolatura si rinforza, le pareti del cuore si ispessiscono, le articolazioni si lubrificano e via dicendo.

    Perciò ad occhio direi: corri a giorni alterni per far riposare le articolazioni, prova a correre ogni volta un po' più forte senza che diventi una fissazione (in queste giornate calde capita a volte di rendere molto poco), man mano che acceleri puoi provare ad inserire un allenamento in più alla settimana.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • verna
    Lv 4
    3 anni fa

    ecco un modo salutare per perdere peso rapidamente senza smettere di mangiare http://FattoreBruciaGrasso.teres.info/?yPbK

    Chi l’ha detto che per perdere peso bisogna stare a stecchetto e non mangiare niente? Si può anche dimagrire continuando a mangiare. Anzi, saltare i pasti o mangiare troppo poco potrebbe avere effetti controproducenti sulla vostra dieta.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    5 anni fa

    Io ho utilizzato due marche diverse di cardiofrequenzimetri Polar e Sigma. Per me sono le migliori sul mercato. Ci sono diversi modelli con caratteristiche leggermente diverse ma tutti assolvono egregiamente alla funzione base di misuratori della frequenza cardiaca per gli sportivi e non.

    Su Amazon trovi recensioni e schede tecniche di tutti i modelli. Guarda qua: http://amzn.to/1syyR2M

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Io corro 3/4 volte a settimana....ma non sempre lo stesso minutaggio....a volta una semplice mezzoretta,altre volte 40/45 min.....la mia velocita' (ehm velocita', eheh, si fa per dire, circa 9 km/h)

    Di solito si dovrebbe alternare un giorno di corsa ad un giorno di riposo.....

    Poi magari capitera' quella settimana dove fai un allenamento in meno, o al contrario, se ti senti bene, e ti senti "carico" puoi anche fare 5 allenamenti, non muore nessuno..

    Intensita? beh a questa domanda, credo sia il tuo fisico a dover rispondere....io dico che la piu grande abilita' di ogni podista, amatoriale o meno, e' proprio quella di saper ascoltare il proprio fisico, e non so quanti ci riescano veramente.......

    Due regole di solito sono queste: se corri in compagnia, dovresti riuscire a parlare con i tuoi compagni senza sentire troppo il fiatone (beh se corri solo, immagina di dover parlare con qualcuno, riusciresti a farlo con facilita?)

    La seconda regola, se finisci l'allenamento che sei esausto, vuol dire che hai gestito male il tuo sforzo....quando finisci dovresti avere la sensazione che avresti potuto correre ancora qualche minuto. Vai in progessione, inizia piano, e via via aumenta.

    Comunque sono fermamente convinto che gli allenamenti non vadano corsi tutta alla stessa intensita'....sarebbe anche noioso non credi?

    E' giusto alternare ad allenamenti da lungo/lento, altri di scarico, piu brevi e veloci, per recuperare, e "svegliare" le gambe.

    Spero di esserti stato utile, ciao.

    Fonte/i: Mio ex allenatore, ed esperienza perosnale.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • emkey
    Lv 4
    9 anni fa

    minimo 3 gg a settimana

    se prendi un cardiofrequenzimetro vedi che non devi superare i 120/130 battiti al minnuto

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Se il tuo obiettivo è perdere peso, potresti correre anche tutti i giorni per 45 minuti..

    Se invece è un discorso più di salute, forma, è corretto correre 3 o 4 volte alla settimana anche per un'ora..

    In ogni caso, io, donna, che ho fatto palestra per perdere peso per un pò, mi son sempre sentita dire che il movimento, il correre fa bene comunque, e che andrebbe bene anche farlo per 20 minuti al giorno, poi tutto sta nel come si riesce, nel come ci si sente, nella propria struttura,, Eccetera..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Sarebbe ottimale 5 volte. Un gg corsa mista a camminata, un giorno varie serie cercando di correre un po'piu' velocemente, il terzo giorno drfaticamento il quarto corsa cercando d allungare il percorso ed il quinto defaticamento, cioe' corsa leggera, corta a ripresa alternandola con la camminata..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.