L'assemblea si rifiuta di riparare l'impianto citofonico. Cosa fare?

Il citofono del mio palazzo è completamente fuori uso, non solo per la vetustà dell'impianto ma anche per presumibili atti vandalici (la pulsantiera è stata sventrata). Nonostante ciò, non si riesce a deliberare la riparazione/sostituzione perché alcuni condòmini si oppongono (forse perché si tratta di un condominio di seconde case abitate pochi giorni all'anno per le vacanze ed io sono l'unico che ci abita tutto l'anno trattandosi della mia unica abitazione). Per me, ovviamente, il disagio è enorme. Dunque vi chiedo se esiste il modo per effettuare ugualmente la riparazione (e, possibilmente, imporre a tutti il pagamento delle spese) senza passare per l'assemblea. Invocando la pericolosità della situazione (i fili elettrici sono appesi, ma in verità non so se vi sia pericolo), chiedendo i danni al condominio per il disagio subìto, o altro. E' possibile che l'assemblea sia ostaggio di alcuni condòmini su interventi decisamente essenziali per il decoro e la vivibilità dell'abitazione? Infondo si tratta di un impianto installato nel fabbricato fin dall'origine e che dunque è parte integrante della proprietà. Confido nel vostro aiuto.

1 risposta

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Art. 1135 del c.c.

    Fonte/i: condominioweb.it
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.