Dave
Lv 6
Dave ha chiesto in Gravidanza e genitoriAdolescenza · 10 anni fa

Sto creando un giallo, mi date qualche consiglio?

Ciao, sto realizzando un giallo e mi servirebbe qualche consiglio, ed una valutazione su quello che ho fatto fino ad ora, vi piace? non vi piace? commentate anche i nomi.. grazie per le risposte =)

NEL NOME DEL PADRE

«NO!! Sono innocente!! Sono innocente!! Non potete portarmi in prigione, state accusando l’uomo sbagliato!!» Urlò disperatamente Lazar Ivanov, un uomo di 46 anni di origine Bulgara che vive in Italia a Milano. «Si dicono tutti così, ormai il giudice ha deciso la tua fine e pagherai per quel che hai fatto! I tuoi 20 anni di galera non te li toglie nessuno!» disse con tono soddisfatto la guardia penitenziaria, mentre guidava la volante che lo porterà alla sua ultima destinazione, il Carcere di Stato Maggiore di Milano. «La ci vanno pesante con i tipi come te, ti consiglio di tenere la testa bassa se non vuoi finire male» Ivanov sa quel che gli aspetta, sa come trattano chi ha commesso un omicidio, ci è già stato ed ha visto con i suoi occhi le crudeltà, gli sguardi, le parole che sia poliziotti che criminali sanno darti ma fortunatamente non sulla sua pelle. Ma Ivanov è convinto della sua innocenza che in quasi otto anni dal fattaccio non è mai riuscito a provare, ed ora arreso al suo destino non fa altro che ripetere mentalmente fra sè e sè i ricordi di quella lontana notte di Agosto del 2002… «Era una notte calma e silenziosa a Milano, silenzio interrotto solamente da qualche abbaio di cane, ed essendo Agosto la maggior parte dei locali notturni erano chiusi, ero uscito per comprare delle sigarette ed improvvisamente 3 potenti colpi di pistola rimbombarono squarciando in due il silenzio dello stretto e buio vicolo di Via Guccini, una via già famosa alle autorità per le frequenti telefonate da parte dei residenti e per le liti familiari. Ero terrorizzato, le mie mani tremavano e non avevo niente di che difendermi, ma ero vicino a casa perciò proseguì lentamente e girato l’angolo mi ritrovai faccia a faccia con l’assassino. Diventai bianco in volto, sentivo come delle catene che mi tenevano immobilizzato lì in quella scena, e vedevo gli ultimi interminabili secondi della mia vita che inesorabilmente mi passavano davanti. Con la pistola dell’assassino puntata contro, avvolto dal terrore di finire come il corpo insanguinato e senza vita alle sue spalle, le uniche parole che sapevo dire era di non spararmi e lui, senza urlare mi intimò di avvicinarmi, volevo fuggire ma la sua pistola avrebbe avuto la meglio quindi andai verso di lui e mi prese colpendomi varie volte con il calcio della pistola sul capo e sullo stomaco finché non mi accasciai a terra perdendo i sensi. Quando mi risvegliai ero ancora in quella strada sdraiato su una barella, circondato dai paramedici, dalla polizia e da mia figlia in lacrime. Dice che sono sospettato di omicidio, avevo una pistola in mano, mi dice anche che lei ha visto tutto, ed al momento degli spari ha chiamato la polizia. Poi è dovuta scendere per testimoniare dei fatti ed ha trovato me che giacevo per terra, »

Da qui proseguo dicendo che la testimonianza della figlia non è affidabile/valida perchè la registrazione della telefonata alla centrale della polizia segnala un uomo armato ed un altro a terra, e non c'era nessun altro. Questo perchè la figlia andando a chiamare i soccorsi non ha potuto vedere il momento in cui il padre viene aggredito. Tuttavia non si capisce perchè il padre sia svenuto quindi la cosa rimane in sospeso per molti anni..

IN BREVE LA STORIA SI SVILUPPERà COSì tutto il resto è da decidere!

1. Il padre di Katerine è accusato di omicidio (che non ha commesso)

2. la figlia scoprirà chi è il VERO assassino ma non potendo fare niente decide di ucciderlo lei di persona

3. Ivanov in passato è stato un compagno di cella dell’investigatore, (forse) anche suo ex amico che verrà ucciso “NEL NOME DEL PADRE” – DA QUI IL TITOLO DEL RACCONTO– per vendetta dalla figlia nel finale

8 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    ricorda: l'assassino è sempre il maggiordomo! XD

    ok ora seriamente.. la trama non è male ma non mi piace come è scritto. le frasi sono semplici e non ti trascinano. per esempio la frase 'Era una notte calma e silenziosa a Milano, silenzio interrotto solamente da qualche abbaio di cane' non mi piace tanto "Solo qualche cane guaiva in lontananza interrompendo il silenzio di quella notte calma di Milano.." andrebbe già meglio, ora è solo un esempio poi è probabile che a te faccia schifo come l'ho riscritta io.. potresti rendere meglio tutto il racconto del ricordo di Ivanov non parlando al passato in prima persona perchè quando noi ricordiamo qualcosa non pensiamo così.. forse sarebbe meglio far raccontare tutto dal narratore facendo capire che però il ricordo è di Ivanov.. poi è difficile che i locali notturni siano chiusi ad agosto! e trovo che sia fuori luogo parlarne, ti tira fuori dalla trama diciamo..

    poi non mi piace tanto la frase 'un uomo di 46 anni di origine Bulgara che vive in Italia a Milano' dovresti riscriverla meglio.. parlo della parte 'che vive in Italia a Milano'.. poi è insolito che una guardia penitenziaria dica 'Si dicono tutti così' questa frase mi ricorda il tono del cattivo nei giochi dei bambini (senza offesa).. poi cambi spesso il tempo nella narrazione per esempio all'inizio dici 'urlò' (passato remoto) poi usi 'guidava' (imperfetto) poi 'lo porterà' (futuro)..

    spero che tu non ti offenda, non te li ho fatti notare per fare la sapientona ma perchè così puoi migliorare e scrivere un libro migliore =) in realtà non amo i gialli però la trama non è così male =)

    questo sito da consigli per scrivere romanzi spero ti sia utile http://www.andreamucciolo.com/come_scrivere_un_rom...

    anche a me piace scrivere ma non credo che finirò mai quello che inizio XD rileggendo non mi accontent mai XD

    buona scrittura comunque =)

    Fonte/i: ele
  • 10 anni fa

    Mi piace molto il titolo

    Se vuoi un consiglio, non correre! La prima parte contiene troppe informazioni tutte insieme... devi snocciolarle con maggiore lentezza , in parti differenti dl tuo libro. Ad esempio, già nelle prime righe dici tutto ciò che c'è da sapere riguardo al protagonista! Parti con dialoghi non ambientati, poi inserisci l'ambientazione , poi anzichè dire subito che è bulgaro, così e basta, fallo capire attraverso ricordi, flashback... insomma, secondo me la fai troppo breve...

    Poi la storia è ottima davvero! I nomi mi piacciono proprio! bravo

    Fonte/i: un'aspirante scrittrice come te
  • Anonimo
    10 anni fa

    Sei davvero bravo!! Adoro i gialli ma non sono brava a scriverli quindi non so che consigli darti, ma so dirti che sei VERAMENTE BRAVO!!!!!!!!

  • Anonimo
    10 anni fa

    Mi piace:)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    wow bravo potresti publiacarlo lo comprerei subito io davvero bravo xk nn fai lo scrittore di gialli secondo me venderesti molto

  • 10 anni fa

    Devo dire che non è male alle fine.. Mi piace molto il pezzo che inizia con <ivanov sa quel che gli aspetta... >

  • Anonimo
    10 anni fa

    scusami ma non ce la facevo proprio a leggere il testamento..

  • Anonimo
    10 anni fa

    Potresti iniziare descrivendo il luogo e poi quello che succede

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.