Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureLingue · 9 anni fa

traduttrice/interprete?

ciao io da grande vorrei fare la traduttrice .... spiegatemi un po cosa si fa bhe ke scuola devo fare se posso lavorare negli alberghi,negli aerei...... c'è spiegatemi cosa posso fare..

2 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    le migliori università in italia per traduttori e interpreti sono quella di treiste e quella di forlì

    puoi fare la traduttrice freelance e lavorare via internet e decidere tu che cosa fare, essere "self-employed"

    normalmente all'università scegli in che cosa specializzarti: traduzione in ambito economico, giuridico, medico, letterario, ecc. e poi trovi un lavoro attinente..

    sì negli alberghi direi di sì, troveresti lavoro da receptionist facilmente, ma normalmente non è l'aspirazione di chi fa queste scuole.

    per fare la hostess credo ci siano dei corsi speciali (non sono però sicura) che puoi fare anche dopo la scuola, ma le lingue di sicuro aiutano.

    dopo c'è l'indirizzo "traduzione simultanea di conferenza". traduci cioè da una lingua all'altra ciò che dice una persona al momento. come nei programmi televisivi, ad esempio. ma se sei brava e fortunata anche al parlamento europeo o in qualche istituzione importante.

  • 9 anni fa

    In Italia per ora non esiste alcuna legge o regolamentazione o ordine professionale per fare questi lavori, quindi in teoria può farli chiunque. (questo purtroppo porta a una concorrenza molto dura)

    Ovviamente chi è del campo se cerca la qualità predilige qualcuno che sia ben preparato.

    In Italia per ora le uniche "vere" scuole interpreti e traduttori sono le sslmit di Trieste e Forlì.

    Tuttavia, dopo la riforma 3+2 anche lì il triennio è diventato "mediazione linguistica e..." . Il titolo di interprete o traduttore si può prendere poi dopo con la laurea specialistica apposita.

    La triennale in mediazione c'è anche in altre università, e alcune persone che non hanno la possibilità di spostarsi a trieste o forlì magari fanno al triennale altrove e poi tentano la specialistica lì. Però si deve fare attenzione perchè molte non lo fanno fatto bene. In ogni caso trovo che a forlì o trieste la preparazione sia migliore e più mirata (anche perchè fanno proprio quello da molti più anni)

    Forlì e Trieste sono accreditate dalla C.I.U.T.I ( Conference Internationale d'Instituts Universitaires de Traducteurs et Interprètes ) e l'unica altra uni accreditata è la Luspio di Roma (ma esiste da meno tempo ed è privata quindi forse costa di più)

    In generale dopo puoi fare la traduttrice freelance o presso ditte. Interprete (tutti i vari tipi) freelance o presso enti o ditte, o mediatrice.

    Ti lascia aperti anche tutti gli altri sbocchi attinenti alle lingue, tipo insegnamento, turismo, import export ecc. Ma per quelli basterebbero anche altri studi in lingue meno duri.

    Di solito sia al triennio che alla specialistica puoi scegliere un indirizzo (es. economico, giuridico, letterario ecc) i possibili indirizzi cambiano a volte x ogni uni.

    Se hai intenzione di tentare ad entrare a forlì o triste ti converrebbe fare delle vacanze studio all'estero, degli scambi o cmq studiare già un po' la lingua perchè sono a numero chiuso, ci sono pochi posti e il test richiede il livello b2

    (se guardi sui siti troverai tutte le info).

    Fonte/i: miei studi
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.