Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Carlo P. ha chiesto in Arte e culturaPoesia · 10 anni fa

la mia posia sul GIUDIZIO che ne pensate?

IL GIUDIZIO

come un torrente tra le dolci rocce

le nostre ideologie fluiscono nel nulla.

Continue, abili e sventurate.

Innondano le nostre gioie, la nostra vita,

i nostri passi e le nostre attese.

Basta un po di apertura all'Esistenza

per orientare l'anima verso le stelle

al cuore del mondo e dell'amore,

nel sentiero della ragionevolezza,

verso il vero e giusto criterio.

Cosi Lontano dalla luce del giorno

il giudizio buio e meschino si smantella

negli abissi profondi, viventi e colorati;

simbolo ultimo delle nostre paure ,

generatore di ansia e confusioni.

Il discernimento gira ormai le spalle

e ci priva di chiarezza e giusti criteri.

è il criterio di base della saggezza.

La luce nel centro degli abissi ,

la speranza in fondo alle grotte,

nel cuore della Conoscenza.

carlo peg

Aggiornamento:

grazie monika aspetto la tua versione..

3 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Eccomi a darti un giudizio sul "GIUDIZIO" (scusami questo sciagurato inizio... ma il seguito forse é migliore). Intanto ritengo che la Tua poesia é una POESIA,piacevole a leggersi e a capirsi come " un libro aperto " ,cosa questa non di tanti poeti dilettanti e anche di Affermati.-

    Credo che farsi capire e trasmettere qualcosa al lettore é obbligatorio,infatti lo dimostri anche Tu con quel " e ci priva di chiarezza" quasi a convolgere il lettore alle tue stesse senzazioni.-

    Se posso consigliarti invece di CI metterei un MI priva di chiarezza,questo perche il lettore quando legge si immedesima e fá PROPRIE tutte le sensazioni che descrivi e nelle quali sei immerso,quindi il lettore sta giá dentro i Tuoi pensieri..!!!

    La poesia é un pó appesantita con qualche congiunzione di piú e altre piccolezze che solo con uma maggiore pratica riesci a snellire e a rendere piú scorrevole a vantaggio di una lettura anche piú piacevole.- (Se lo desideri ti scriveró domani una versione come la vedo Io e credo senza alterare minimamente i concetti espressi usando le tue stesse parole e tutto lo stesso ordine,dando solo piú scioltezza e null`altro).-

    Ciaoo!!!

    Ecco come con piccoli accorgimenti, credo che il Testo si snellisce senza alterare i tuoi Concetti:

    Come un torrente tra dolci rocce

    le nostre idee fluiscono nel nulla

    Continue,abili e sventurate,

    inondano le gioie,la nostra vita,

    i passi e le nostre attese.

    basta l`apertura all`Esistenza

    per orientare l´anima alle stelle

    al cuore del mondo e dell`amore

    sul sentiero della ragione,

    verso il vero giusto criterio.

    Sí lontano dalla luce

    il giudizio meschino si smantella

    in abissi profondi,viventi e colorati

    creatore di ansie e confusioni

    il discernimento ormai si volta,

    mi priva di chiarezza e criteri

    é giusto la base di saggezza.

    Nel centro la luce degli abissi,

    la speranza in fondo alle grotte,

    nel cuore della Conoscenza.-

    Come vedi la lettura scorre piú delicata e fluida (questo é il mio concetto), hai anche Tu questa sensazione? O é solo una mia impressione? Cosa ne pensi?

    Giusto qualche parola tolta,é perché ritenuta un piú, senza alterare il concetto espresso, per es.:

    "Sí " é piú poetico di "Cosí", dopo la parola "luce" lo specificare " del giorno" é di piú: perché la luce é solo del giorno, alla notte c`é solo l`oscuritá,non serve quindi specificare,poi vedi Tu...! I miei sono e vogliono essere SEMPLICI consigli e non di piú.-

    Fammi sapere il TUo Giudizio sul mio Giudiziomodificato al Tuo "GIUDIZIO"....che casino...!!!

    Ciaooo!!!

    Fonte/i: da " Giudizio critico quasi editoriale".- da "Giudizio critico quasi editoriale" (corretto e aggiornato).-
  • Anonimo
    10 anni fa

    sai io sono una che ha scritto moltissime poesie amate da tanti, io di solito trovavo poesie di altre persone banali, diciamo che riuscivo ad ottenere soddisfazione solo leggendo le mie...ma questa, fidati, è molto bella; e te lo dice una che, come ho detto, difficilmente le piacciono poesie di altri.

    :)

  • 10 anni fa

    è molto bella,mi piace,originale,semplice ma ricca. L' unica cosa che mi sento di dirti è: evita troppe personificazioni,appesantiscono il testo,soprattutto se si tratta di aggettivi (lontano). Mi è piaciuto il sentiero della ragionevolezza.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.