Tassare gli oggetti non riciclabili?

mi chiedevo se fosse giusto o possibile tassare le fabbriche che producono oggetti non riciclabili e destinati poi al consumo di massa .

2 esempi , tanto per farli :

il latte fresco da litro è imbottigliato o nella bottiglia Pet di plastica riciclabile o nel cartone , riciclabile anch' esso .

Quello uht ( a lunga conservazione ) invece ha il cartone esterno e la pellicola di alluminio interna , quindi non va nella carta , ma nel secco non riciclabile .

i biscotti del Mulino Bianco ( o i crackers da tavola tipo i michetti , grissini , ecc ) hanno un finto contenitore ecologico , di carta esterno , ma sempre con la pellicola metallica interna .

ci sono 1000 e 1000 oggetti e prodotti che vengono confezionati con recipienti o contenitori non riciclabili o comunque che uno dovrebbe sezionarli a pezzi per poi suddividerli nei vari bidoni , cosa che alla fine nessuno si mette a fare .

in Francia stanno pensando ( che cassata ! ) di tassare le bibite gassate e fortemente zuccherate nel nome della salute pubblica .

Perchè invece non tassare le fabbriche che producono cose che poi aumentano il volume dell' immondizia non riciclabile ?

Certo i costi aumenterebbero per il cliente , ma in breve , qualche concorrente studierebbe confezioni riciclabili , facendosi pubblicità su questo ed abbassando i prezzi sulla concorrenza inquinante .

6 risposte

Classificazione
  • .
    Lv 5
    10 anni fa
    Risposta preferita

    A parte il discorso di tassare il possesso che è composto da immobili, conti correnti, e veicoli.

    Io tasserei la carta a MONTE.

    e tu penserai: (ma la carta non è inquinante ?);

    e se io ti dicessi che per fare la carta si deve segare alberi i quali servono per produrre ossigeno che noi respiriamo ed inoltre gli alberi riducono l'effetto serra.

    Poi c'è sempre il somaro di turno che dice che non c'è bisogno di segare alberi per fare la carta perché la carta viene riciclata, ma io ribadisco che la carta non può essere riciclata all'infinito.

    Qui in Italia... (in questo paese di scemi) si preferisce tassare in modo anomalo le chiavette USB e nello stesso tempo regalare ogni anno centinaia di milioni di euro ai giornali di partito, i quali hanno bisogno di acquistare tanta carta.

    Poi è sbagliato tassare tanto la benzina perché la benzina rappresenta una fonte energetica e tassare le fonti energetiche significa tassare il progresso.

    domanda....

    e se ipotesi si volesse tassare il medioevo ?

    Quali oggetti si dovrebbero tassare, per colpire il medioevo e quindi farlo sparire ?

    risposta:

    il legno, la carta, il marmo

    I cardinali del Vaticano sono i dirigenti del Vaticano, quelli vogliono mantenere il medioevo e ovviamente a loro non piacerebbe che il governo italiano tassasse il legno, la carta, il marmo.

    Hai mai visto come sono vestiti le guardie del Papa ?

    Sono vestiti esattamente come nel medioevo.

    A parte il possesso, (vedi prima riga), mi piacerebbe tanto fosse tassata SOLTANTO la carta A MONTE.

    Niente più scontrini, niente più fatture, niente più irpef, irap, iva, 730, 740, commercialisti, sindacati, eccetera eccetera,

    tassare solo la CARTA A MONTE. !

    Che significa a MONTE ?

    a MONTE significa che i militari della guardia di finanza vanno al porto marittimo e aspettano la gigantesca nave marcantile che sta trasportando migliaia di tonnellate di carta.

    Quando la nave arriva, i miliari applicano la tassona.

    Tale tassona sostituirebbe le 100 mila microscopiche tassettine di adesso.

    Fonte/i: simpatizzante leghista leggermente strano
  • 10 anni fa

    allora tassiamo bossi.

    ha un cervello di quelli non riciclabili, il peggiore al mondo.

    con un ictus incorporato.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Prendendo spunto dalla carbon-tax vorresti mettere una mondizia-tax?

    C'è gia qualcosa del genere sulle batterie delle auto, ma perchè non tassare pesantemente invece quei comuni o i cittadini che non fanno la raccolta differenziata infischiandosene altamente??

  • 10 anni fa

    credo che si rischierebbe di alzare il prezzo di cose di uso comune

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 anni fa

    Sì, li conosco...però purtroppo ne ho sentito parlare troppo tardi: ormai mia figlia ha 19 mesi. Sono fantastici in effetti e, con mia grande sorpresa, davvero pratici! Quando arriverà il secondo figlio li comprerò sicuramente...Nel frattempo ho trovato una soluzione "intermedia" tra i pannolini classici tutti sintetici e che contengono materiali piuttosto "discutibili" e non dichiarati e quelli lavabili (tipo i Popolini): gli us of a e getta ecologici. in line with l. a. mia esperienza in questo caso i migliori sono i Wip Naturaè.

  • Anonimo
    10 anni fa

    forse forse si

    Fonte/i: me
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.