libertà di licenziamento con accordo dei sindacati, fatemi capire...?

allora con tutta la crisi che c è e la mancanza dei posti di lavoro , ora questi danno il diritto di licenziare perchè?anche se uno sta sul cavolo o ha avuto screzi col datore questo può prendere una tigna e licenziare?? spiegatemi grazie

6 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    La ratio di questo famigerato art. 8 inserito in una "manovra" che doveva essere squisitamente finalizzata ad anticipare il pareggio del bilancio dello stato italiano al 2013 anziché un anno dopo e ad abbattere il debito in modo da invertirne il processo di crescita, non si comprende se non alla luce di una volontà di vendetta del ministro del non lavoro Sacconi nei confronti di chi ha sempre contestato, a ragione, la sua politica. Mi spiegate come fa ad aumentare la produttività in una azienda se continuiamo a dare ai padroni sempre più strumenti per evitare che i lavoratori facciano con una qualche serenità il proprio lavoro. Ma ci pensano questi signori che per lavorare bene ci vuole un minimo di certezze e serenità. Se si continua a spaventare chi lavora si peggiorerà sempre di più la situazione. Nel merito la norma prevede che si possa derogare dai contratti e dalla legge in materia contrattuale (orari, salari ecc. e in materia di licenziamenti) con accordi aziendali. Si spostano le possibilità di applicare norme che valgono per tutti a livello nazionale, leggi o contratti, ad un livello, quello aziendale, in cui un altro lavoratore solo perchè delegato sindacale può decidere del destino degli altri. Ditemi se il padrone non farebbe diventare ogni occasione utile una guerra tra poveri. Gente come il Ministro Sacconi oltre allo psichiatra avrebbe bisogno di una cura in una fabbrica, che so una fonderia, di piccole dimensioni con un padrone ******* sempre presente in azienda e sempre in giro a sollecitare i lavoratori. Vorrei proprio vederlo, basterebbe un tempo limitato di questa vita per una giusta punizione che so i 40 che ci vogliono per meturare il diritto alla pensione più i 13 mesi per arrivare alla finestra di uscita introdotti dallo stesso solerte ministro.

    Fonte/i: Ho lavorato
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    non e' esattamente cosi'

    l' azienda potra' licenziare con indennizzi fino a 6 mensilita' e questo e' gia' di perse' un ostacolo, comunque servira' il consenso del sindacato con la maggioranza di iscritti e questo dovrebbe dare un po di tutela in quanto non potra' mai essere a maggioranza aziendale.

    detto questo la prospettiva e' piu' o meno questa:

    un' azienda con piu' di 15 dipendenti ha al suo interno alcuni lavoratori improduttivi per qualsivoglia motivo cosa fa? chiama i rappresentanti sindacali gli espone il fatto e se arriva il loro si allora licenzia diversamente se li tiene.

    non e' che se litigo col datore di lavoro allora mi caccia come e quando vuole.

    devono esserci dei validi motivi per indurre un sindacato a dare l' ok al licenziamento.

    ci troveremo quindi a poter essere licenziati piu' facilmente si ma la "giusta causa" viene estesa a concetti che prima non gli appartenevano tipo l' improduttivita' comprovata di fronte alla quale e' da sempre auspicabile un taglio di personale.

    non sarei cosi' drastico anche perche' nessun datore di lavoro rinuncera' mai a chi gli da un forte guadagno mentre rinuncera' sempre volentieri a chi usa il lavoro come passatempo tra un week end e l' altro

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    ahime, si torna al medio evo....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Il PD o qualsiasi altro partito avrebbe fatto lo stesso: fintanto che sarà un privato a decidere vita morte e miracoli di un'azienda, il parlamento deve farlo contento. Pena il disinvestimento, la delocalizzazione, la disoccupazione.

    Ecco spiegato semplice semplice: l'economia capitalistica dipende dal profitto dei proprietari dell'impresa. Qualsiasi forza che diminuisca questo profitto non può che comportare riduzione o chiusura delle attività, a prescindere da quello che questo comporta: al padrone non gliene può fregar di meno della disoccupazione o della riduzione della produzione materiale. Nessuna legge, nessuna volontà politica può contrastare questa legge del capitalismo.

    Quindi qualsiasi istituzione o governo di qualsiasi paese è OBBLIGATO a eseguire i diktat degli imprenditori. A meno che non si tolga loro questo potere, cioè non si tolga loro la proprietà esclusiva delle imprese. Ma questa è un'altra storia.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Resistere resistere!!!!!

    Carlito

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Non e' esattamente cosi... mica hanno eliminato completamente il concetto di diritti del lavoratore.

    Il datore di lavoro e' comunque sempre tenuto a rispettare i suoi dipendenti, in ogni caso. In caso di licenziamento senza giusta causa, inoltre, il datore di lavoro e' comunque tenuto a sborsare indennizzi non indifferenti.

    Se non c'e il lavoro, e si e' obbligati a tenere personale improduttivo, a lungo andare si fa molto piu danno che non licenziando le persone.

    Al lavoro bisogna saperci stare, rispettando e facendosi rispettare. Certo, ci sono situazioni rare in cui veramente non c'e modo di stare serenamente coi propri colleghi o col datore di lavoro... ma in questo caso meglio il licenziamento, che la fossilizzazione in un posto del genere.

    Da troppo tempo si associa il licenziamento con un dramma di proporzioni epiche, ed in certi casi lo puo anche essere, ma per le persone valide e di buona volonta' si puo tramutare persino in un opportunita', ed in ogni modo ci si riprende.

    Il problema vero e' che la troppa inflessibilita' ha causato mutamenti nel mercato del lavoro italiano che gli hanno tolto ogni competitivita' sia dal punto di vista della mobilita' della carriera che dal punto di vista dei livelli salariali. L'oppressione eccessiva fatta alle aziende ha finora portato solo danni sia all'economia, che ovviamente ai dipendenti.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.