promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 9 anni fa

Ma i cattolici convinti che il Limbo per i bambini senza battesimo non esista più mi possono spiegare....?

...queste parole di Gesù?

"rispose Gesù: «In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da ACQUA e da Spirito, NON PUO' ENTRARE NEL REGNO DI DIO". (Giovanni 3:5)

A chi mi dice che qui l'acqua di cui parli Gesù sia meramente simbolica, ricordo loro L'INFALLIBILE Concilio Ecumenico di Trento che con la minaccia vincolante dell'anatema questo dogmaticamente dichiara e definisce riguardo la necessità di acqua letterale per essere battezzati:

"Se qualcuno afferma che la vera acqua naturale non è necessaria per il battesimo e darà, quindi, un significato metaforico alle parole del signore nostro Gesù Cristo: chi non rinascerà per l’acqua e lo Spirito santo: SIA ANATEMA!" (Sessione VII, 3 marzo 1547, Canoni sul Battesimo, 2)

E il Concilio si stava pronunciando proprio a riguardo dei bambini morti senza battesimo:

"per tradizione apostolica anche i bambini, che non hanno ancora potuto commettere peccato, vengono veramente battezzati, affinché in essi sia purificato con la rigenerazione quello che contrassero con la generazione. Se, infatti, uno non rinasce per l’acqua e lo Spirito santo, NON PUO' ENTRARE NEL REGNO DI DIO" (Sessione V, I7 giugno 1546, Canone 4)

A chi sostiene infatti che i bambini possano essere salvi senza il battesimo, questo il Concilio solennemente dichiara:

"Se qualcuno afferma che il battesimo è libero, cioè non necessario alla salvezza : SIA ANATEMA." (SESSIONE VII, 3 marzo 1547, Canoni sul Battesimo, 4)

Ora, è vero che nella Chiesa Cattolica, oltre il battesimo ordinario esistono altri due tipi di battesimi : di sangue e di desiderio. Ma è evidente che nel caso dei neonati morti non battezzati mancano entrambi i presupposti, in quanto nè possono morire consapevolmente in nome di Cristo, nè possono morire desiderando consapevolmente Cristo. Se cosi' fosse, paradossalmente converebbe di più uccidere un neonato, cosi' che possa immediatamente andare in Paradiso tra le braccia del Padre, che aspettare che cresca ed acquisti l'età della ragione per poter scegliere consapevolmente e liberamente di scegliere invece la via dell'Inferno.

Mi piacerebbe veramente sapere dai cattolici "anti-limbisti" come giustificano le parole del loro Dio e Signore sceso in Terra e quanto definito e precisato da un Concilio Ecumenico che si è pronunciato in maniera ex-cathedra sul tema, cioè nel quale non possono esserci dissensi, pena la scomunica latae sententiae dalla Chiesa Cattolica.

Aggiornamento:

Lagunarock : oltre che ripetere a pappagallo quello che ti insegnano nel seminario tra i preti non hai risposto proprio per niente a quello che domando. E per smontare le tue argomentazioni basta fare questa semplice constatazione:

1) Il catechismo della Chiesa Cattolica non è una fonte dogmatica ed ex-cathedra, ma è destinata a mutare nel tempo (infatti il Catechismo Maggiore di Pio IX lo insegnava esplicitamente eccome il limbo)

2) Il Concilio Ecumenico di Trento è invece una fonte INFALLIBILE, dove i Padri Conciliari si sono espressi in maniera EX-CATHEDRA sulla necessità del battesimo in acqua reale ai fini della salvezza.

Ergo, il fatto che mi voglia contraddire una fonte ex-cathedra con una non ex-cathedra non dimostra assolutamente nulla, perchè sarà sempre quella ex-cathedra ad avere ragione. Anzi, cosi' non fai altro che sottolineare il fatto come la Chiesa attualmente vada contro i suoi stessi Dogmi che ha proclamato nei vincolanti ed irrevocabili concili ecumenici. Grazie

Aggiornamento 2:

Anzi, Grazie per la tua segnalazione, come dice sempre Marcvs "queste sono prelibatezze per il mio anticattolicesimo" XD

Aggiornamento 3:

Lagunarock, bravo sottolinealo pure, cosi' evidenziamo a tutti i non-cattolici come il catechismo di oggi contraddica apertamente ciò che l'infallibile e irrevocabile Concilio Tridentino (nonchè la Sacra Scrittura e la parola dello stesso Cristo) ha divinamente promulgato sotto l'ispirazione infallibile dello Spirito Santo. Ovviamente per "segnalazione", non intendevo che mi hai segnalato allo staff, ma che bensi' hai segnalato e continui ad evidenziare l'enorme contraddizione che è presente nella tua religione e che solo una persona completamente priva di spirito critico come te si può bere come oro colato :)

Bravo, bravo, ma vedrai che non tutti sono completamente rinscimuniti come certi cattolici e si renderanno conto da soli dell'insanabile frattura :)

Aggiornamento 4:

per replicarmi basta un catechismo da principianti? E' evidente che o non sai leggere l'italiano o sei in evidente malafede, giacchè ti ho appena dimostrato che ciò che propugna un qualsiasi catechismo è solo mera carta straccia in confronto a ciò che viene dogmaticamente definito in un Concilio Ecumenico e che una persona di fede cattolica come te non sappia queste cose, mi sembra veramente grave :)

Aggiornamento 5:

Lagunarock:

"si dice solo che noi sappiamo per certo che lo è"

Ma è proprio questo il punto. I Concili Ecumenici servono appunto a dissipare ogni incertezza e dubbi e mettere bene in chiaro quale è l'unica assoluta divina verità cattolica su un dato tema di fede.

E il Concilio di Trento non dice che è possibile che alcuni possano salvarsi senza il battesimo con acqua, ma è categorico : chi non viene battezzato con acqua e spirito, secondo le parole stesse di Cristo, NON PUO' ENTRARE NEL REGNO DI DIO. E chi afferma il contrario è sotto ANATEMA, SCOMUNICA. L'infallibile testo dogmatico non ammette eccezioni, non ci sono clausole di misericordia :)

Ripeto, è lingua italiana, se poi ti vuoi mettere a tutti i costi i prosciutti sugli occhi è un problema tuo, non mio :)

Aggiornamento 6:

MarCO :

Appunto, il Concilio parla (anzi : CONDANNA!) di chi nega che il battesimo sia necessario ed essenziale alla salvezza dei bambini. E lo sai perchè questa gente pensa che il battesimo non sia necessario per salvezza? Perchè pensano che anche i bambini, senza il battesimo, possano accedere alla vita eterna. Esattamente quello che affermate tu e Lagunarock, guarda caso :)

Quindi il Concilio non dice dove vanno a finire i bambini non battezzati e dunque se vadano al Limbo o all'Inferno. No, questo non lo dice e nemmeno io l'ho mai detto. Ma il Concilio dice chiaramente di dove NON VADANO i bambini non battezzati, e cioè nel Regno dei Cieli/Paradiso, come tu e Lagunarock al contrario sostenete, andando contro le disposizioni del Concilio. E su questo c'è veramente poco da discutere per quanto vogliate tutti arrampicarvi penosamente sugli specchi :)

18 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    "Non lo sai Marco che esiste una tradizione ecclesiastica che vuole appunto che Cristo alla sua morte sia sceso negli inferi per portare la salvezza a tutte le anime che non hanno mai sentito il suo messaggio?"

    Ti sei autoconfutato! :)

    Saluti

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Il Concilio da te citato non affronta il tema del limbo ma di chi nega che i bambini appena nati devono essere battezzati:

    SESSIONE V (I7 giugno 1546)

    4. Chi nega che i fanciulli, appena nati debbano esser battezzati, anche se figli di genitori battezzati oppure sostiene che essi sono battezzati per la remissione dei peccati, ma che non contraggono da Adamo alcun peccato originale, che sia necessario purificare col lavacro della rigenerazione per conseguire la vita eterna, e che, quindi, per loro la forma del battesimo per la remissione dei peccati non debba credersi vera, ma falsa sia anatema. Infatti, non si deve intendere in altro modo quello che dice l’apostolo: Per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e col peccato la morte, così la morte si è trasmessa ad ogni uomo perché tutti gli uomini hanno peccato (28), se non nel senso in cui la chiesa cattolica universale l’ha sempre inteso. Secondo questa norma di fede per tradizione apostolica anche i bambini, che non hanno ancora potuto commettere peccato, vengono veramente battezzati, affinché in essi sia purificato con la rigenerazione quello che contrassero con la generazione. Se, infatti, uno non rinasce per l’acqua e lo Spirito santo, non può entrare nel regno di Dio (29).

    http://www.monasterovirtuale.it/home/documenti-ecc...

    SESSIONE VII (3 marzo 1547)

    CANONI SUL SACRAMENTO DEL BATTESIMO

    1-14

    basta leggersi il Canone e si capisce che non si sta affrontando nessuna questione riguardante il limbo

    http://www.monasterovirtuale.it/home/documenti-ecc...

    e quindi il Concilio Ecumenico che hai citato non si è affatto affatto pronunciato in maniera ex-cathedra sul tema limbo come tu hai scritto, non ha per niente affrontato la questione

    ***************

    Sei tu che ti stai arrampicando sugli specchi.

    Hai volto far credere che "l'infallibile Concilio di Trento" ha stabilito che i bambini non battezzati vadano nel limbo, ma che questo poi sia stato abolito dalla Chiesa revocando una sua precedente infallibile decisione, cosa non vera.

    La tua domanda doveva essere: dove vanno coloro che muoiono senza essere battezzati, tenendo in considerazione il fatto che se uno non nasce da acqua e spirito, non può entrare nel regno di Dio? (Giovanni 3:5)

    risposta:

    “Il Signore stesso afferma che il Battesimo è necessario per la salvezza (Gv 3,5). Per questo ha comandato ai suoi discepoli di annunziare il Vangelo e di battezzare tutte le nazioni (Mt 28,19-20).
Il Battesimo è necessario alla salvezza per coloro ai quali è stato annunziato il Vangelo e che hanno avuto la possibilità di chiedere questo sacramento (Mc 16,16).
La Chiesa non conosce altro mezzo all'infuori del Battesimo per assicurare l'ingresso nella beatitudine eterna; perciò si guarda dal trascurare la missione ricevuta dal Signore di far rinascere «dall'acqua e dallo Spirito» tutti coloro che possono essere battezzati. Dio ha legato la salvezza al sacramento del Battesimo, tuttavia egli non è legato ai suoi sacramenti” (CCC 1257).

    “Cristo è morto per tutti e la vocazione ultima dell'uomo è effettivamente una sola, quella divina, perciò dobbiamo ritenere che lo Spirito Santo dia a tutti la possibilità di venire a contatto, nel modo che Dio conosce, col Mistero pasquale [Gaudium et spes, 22]. Ogni uomo che, pur ignorando il Vangelo di Cristo e la sua Chiesa, cerca la verità e compie la volontà di Dio come la conosce, può essere salvato. E' lecito supporre che tali persone avrebbero desiderato esplicitamente il Battesimo, se ne avessero conosciuta la necessità” (CCC 1260).

    Il malfattore che stava sulla croce accanto a Gesù con ottime probabilità non era battezzato eppure lo stesso Gesù gli assicura che sarebbe stato con lui nel regno di Dio.

    Come scrive il catechismo, il battesimo è necessario per la salvezza per coloro ai quali è stato annunciato il Vangelo e che hanno avuto la possibilità di accedere al battesimo, per tutti gli altri ci si affida alla misericordia di Dio che non manca visto che il malfattore sulla croce accanto a Gesù è in paradiso, e in tutto questo il limbo non ci entra per niente. Il Concilio di Trento nei vari canoni fa riferimento a tutti coloro che negano qualcosa riguardante il battesimo, su di questi vi è l'anatema, ma non dice nulla per quanto riguarda coloro che neanche conoscono l'esistenza del battesimo come lo possono essere dei bambini piccoli e quindi non si può escludere che questi siano salvi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Non è mai stato dogma, né tantomeno articolo di fede, non è mai stato inserito e quindi non c'è niente da abrogare.

    E' sempre stata piuttosto una ipotesi teologica, che sostanzialmente si riassume in questo articolo del Catechismo della Chiesa Cattolica.

    1261 Quanto ai bambini morti senza Battesimo, la Chiesa NON PUO' CHE AFFIDARLI ALLA MISERICORDIA DI DIO, come appunto fa nel rito dei funerali per loro. Infatti, la grande misericordia di Dio, « il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati » (1 Tm 2,4), e la tenerezza di Gesù verso i bambini, che gli ha fatto dire: « Lasciate che i bambini vengano a me e non glielo impedite » (Mc 10,14), ci consentono di sperare che vi sia una via di salvezza per i bambini morti senza Battesimo. Tanto più pressante è perciò l'invito della Chiesa a NON IMPEDIRE CHE I BAMBINI VENGANO A CRISTO MEDIANTE IL DONO DEL SANTO BATTESIMO.

    addirittura il seminario? no, per risponderti basta anche un catechismo da principianti.

    vedo che sei lento a capire... ti ho evidenziato in maiuscolo.

    e di che segnalazione parli? ci tengo che restino le tue menzogne.

    confermo quanto detto, lento... speravo che ci arrivassi da solo ma ti ho sopravvalutato, vedo solo che sai insultare e prendere in giro, se la vita fuori da questo sito non ti da soddisfazioni non ti da comuque il diritto di prenderci in giro...

    comunque ... nel catechismo non vedo negato il fatto che il battesimo è il viatico per il regno di Dio, si dice solo che noi sappiamo per certo che lo è. ma nessuno può dire cosa succede se non vi è battesimo, solo Dio lo sa, noi possiamo solo sapere cosa succede se il battesimo viene fatto. non diciamo certamente a Dio cosa fare, possiamo solo sperare per la sorte di quei bambini sfortunati. ora vai a spolverare il tuo dizionario della lingua italiana e cerca il significato di tutte queste parole.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • non c'è più il limbo ma la samba rimane.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Esaurito lo spazio dell'altro account

    1) "Io ho detto che il Concilio di Trento ha stabilito che per i bambini morti senza il battesimo "in ACQUA LETTERALE e spirito" NON potessero entrare nel Regno dei Cieli, cioè il Paradiso. Questo dunque implica automamente che se dunque non vanno in Paradiso, l'unica altra alternativa possibile al Limbo è solo l'Inferno. Vedi un po' tu quale delle due soluzioni ti sembra più accetabile :)"

    Confermo che hai sostenuto che i bambini morti senza battesimo vanno nel limbo

    2) "Io sostengo che voi cattolici pensiate che i bambini morti senza battesimo con acqua fisica possano entrare nel Regno dei Cieli, mentre il Concilio ha espresso categoricamente il contrario, secondo le parole di Gesù, d'altronde. Come vedi il discorso fila perfettamente :)"

    Il concilio di Trento non ha preso alcuna decisione riguardo il limbo e di conseguenza non può essere stato abolito ciò del quale neanche si è parlato nel Concilio di Trento

    3) Se la tua domanda voleva essere come io te l'ho proposta la potevi anche fare, invece ci hai inserito la questione del limbo per voler far credere che un concilio infallibile ha istituito il limbo e poi questo successivamente è stato abolito segno evidente che le decisioni prese non erano per niente infallibili. Mi pare che dalle varie risposte si sia capito che la tua domanda riguarda limbo e infallibilità

    4) "Ma un bambino NON può ricevere un "battesimo di desiderio"…. etc etc"

    "94. Il Battesimo per la salvezza può essere ricevuto in re oppure in voto. Tradizionalmente si ritiene che la scelta implicita a favore di Cristo che può essere fatta da un adulto non battezzato costituisce un votum, un desiderio del Battesimo, ed è salvifica. Secondo l’interpretazione tradizionale, questa possibilità non può essere esercitata dai bambini che non hanno raggiunto l’uso del libero arbitrio. La presunta impossibilità del Battesimo in voto per i bambini è un elemento chiave dell’intera questione. Negli ultimi tempi sono stati compiuti quindi numerosissimi tentativi per valutare la possibilità di un votum nel caso di un bambino non battezzato, che potrebbe essere o un votum espresso a nome del bambino dai suoi genitori o dalla Chiesa 126, oppure forse un votum esercitato in qualche modo dallo stesso bambino 127. La Chiesa non ha mai escluso una tale possibilità, e a nulla sono valsi i tentativi fatti per indurre il Concilio Vaticano II a pronunciarsi contro questa ipotesi, proprio perché era diffusa la consapevolezza che le indagini su questo tema non erano ancora state portate a conclusione, come era diffuso il desiderio di affidare questi bambini alla misericordia di Dio."

    103. Ciò che ci è stato rivelato è che la via di salvezza ordinaria passa attraverso il sacramento del Battesimo. Nessuna delle considerazioni sopra esposte può essere addotta per minimizzare la necessità del Battesimo né per ritardare il rito della sua amministrazione 135. Piuttosto, come vogliamo qui in conclusione ribadire, esistono forti ragioni per sperare che Dio salverà questi bambini, poiché non si è potuto fare ciò che si sarebbe desiderato di fare per loro, cioè battezzarli nella fede e nella vita della Chiesa.

    http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cf...

    5) "E invece ti sbagli di grosso, LO DICE ECCOME"

    "Il Concilio di Trento nei vari canoni fa riferimento a tutti coloro che negano qualcosa riguardante il battesimo, su di questi vi è l'anatema....ma non dice nulla per quanto riguarda coloro che neanche conoscono l'esistenza del battesimo come lo possono essere dei bambini piccoli "

    Confermo che il concilio di Trento fa riferimento a coloro che negano qualcosa riferendosi ai sacramenti, battesimo incluso, se si legge la

    "SESSIONE VII (3 marzo 1547)

    CANONI SUL SACRAMENTO DEL BATTESIMO

    1-14

    è evidente che si riferisce alle eresie protestanti

    La Sessione V can.4 è ciò che ho riportato all'inizio: per rinascere per Acqua e Spirito Santo e necessario che i diretti interessati conoscono l'esistenza della possibilità di questa rinascita. I bambini appena nati di certo non la conoscono questa possibilità quindi possono solo che contare per qualcuno che decide per loro. In mancanza di questi, come scrive la commissione teologica "esistono forti ragioni per sperare che Dio salverà questi bambini, poiché non si è potuto fare ciò che si sarebbe desiderato di fare per loro, cioè battezzarli nella fede e nella vita della Chiesa"

    Fonte/i: 7) Oltre alla questione dei bambini c'è anche quella degli adulti non battezzati, il malfattore può aver fatto un battesimo di desiderio, ma mi pare evidente che non tutti possono averlo fatto e quindi buona parte dell'umanità vissuta prima dalla nascita di Cristo non può aver conosciuto la rinascita in acqua e dallo Spirito e quindi queste persone che fine faranno? esiste la Misercordia di Dio il quale vuole che tutti gli uomini si salvino (1 Timoteo 2, 1-5) 8) Il Concilio di Trento non affronta la questione di dove vanno i bambini non battezzati, ma si può leggere che anche per loro è un'esigenza essere battezzati, quindi non si affronta nessuna questione riguardante il limbo. UN CARO SALUTO AI TERZI E QUARTI ACCOUNT DI URIEL :-))
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Il cardinale Ratzinger: il limbo? Non è mai stato verita' di fede

    Messori: Sempre a proposito di escatologia, è però sparito il "limbo", quel luogo intermedio dove andrebbero i bambini morti senza battesimo, dunque con la sola "macchia" del peccato originale. Non ce ne è più traccia, ad esempio, nei catechismi ufficiali dell'episcopato italiano.

    Cardinale Joseph Ratzinger: "Il limbo non è mai stata verità definita di fede. Personalmente - parlando più che mai come teologo e non come Prefetto della Congregazione lascerei cadere questa che è sempre stata soltanto un'ipotesi teologica. Si trattava di una tesi secondaria a servizio di una verità che è assolutamente primaria per la fede: l'importanza del battesimo. Per dirla con le parole stesse di Gesù a Nicodemo: " In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio " (Gv 3,5). Si lasci pure cadere il concetto di " limbo " se è necessario (del resto, gli stessi teologi che lo sostenevano affermavano al contempo che i genitori potevano evitarlo al figlio con il desiderio del suo battesimo e la preghiera); ma non si lasci cadere la preoccupazione che lo sosteneva. Il battesimo non è mai stato, non è né mai sarà cosa accessoria per la fede".

    (da "Rapporto sulla fede" Vittorio Messori a colloquio con Joseph Ratzinger)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Concilio di Trento, fu fatto per far fronte all'eresia protestante.

    Dovresti sapere che i Sacramenti sono via ordinaria di Salvezza, Dio nella sua libertà può ricorrere ad altre vie, volendo salvi tutti gli uomini. Il battesimo resta comunque una mitzvà che Cristo ha dato.

    Dovresti anche sapere che in Paradiso ci sono diversi "gradi" di "vicinanza" a Dio, un non batezzato può essere salvo, come dice la Dominus Jesus,riprendendo la gaudium et spes... ma nella "gerarchia" celeste occupare un posto inferiore rispetto ad un battezzato.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Sarei orgogliosa di essere scomunicata dalla Chiesa, se davvero fosse come tu la dipingi. Ci sarebbe molto da dire su come la chiesa cattolica sia cambiata nel tempo e su come sia ancora molto indietro nel rapporto con la storia, ma non mi dilungherò; già che sei tornato ai tempi del Concilio di Trento, perché non aggiungiamo anche che "bruciare gli eretici non è contro lo Spirito santo" affermazione teologica tuttora valida, così ci saranno più eretici che cattolici ...

    Non dimentichiamo che c'è stato anche il Concilio Vaticano II ...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Se al buon cristiano pare giusto battezzarlo da neonato, vuoi che si ponga il problema di cresimarlo a 13 anni? No, non vige il problema. Il problema è solo nelle menti dei pensanti. Non nelle menti dei cristiani. %. e bene

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    .MARCO [Risposta con terzo account per motivi che puoi ben immaginare]

    "Confermo che hai sostenuto che i bambini morti senza battesimo vanno nel limbo"

    Marco, ma tu ci sei o ci fai? Che io abbia sostenuto che i bambini morti senza battesimo vanno del limbo è sicuro. Peccato che tu NON mi abbia accusato di aver sostenuto semplicemente che i bambini senza battesimo vanno del limbo, ma che tu mi abbia accusato che io avrei detto che sia il Concilio di Trento a sostenere che i bambini senza battesimo vadano nel limbo. Questo io NON L'HO MAI DETTO ed ho chiarito esaurientemente la mia posizione. Dunque, ora io ESIGO che tu mi porti la frase esatta dove io avrei detto la frase che tu mi calunni, altrimenti mi convinco che tu sia in MALAFEDE.

    "Il concilio di Trento non ha preso alcuna decisione riguardo il limbo e di conseguenza non può essere stato abolito ciò del quale neanche si è parlato nel Concilio di Trento"

    Marco, ma tu abla italiano? Aridaje, Ma chi ha mai detto che il Concilio di Trento ha mai parlato del Limbo? Io ho detto che il Concilio di Trento ha detto che i bambini senza battesimo NON VANNO IN PARADISO e che tu, Lagunarock e compagnia bella sosteniate invece che ANCHE i bambini senza battesimo, POSSANO, abbiano possibilità di andare in Paradiso, ANDANDO QUINDI CONTRO LE DISPOSIZIONI EX-CATHEDRA DEL CONCILIO!

    "invece ci hai inserito la questione del limbo per voler far credere che un concilio infallibile ha istituito il limbo "

    Marco, sei in malafede e invece di RISPONDERE una buona volta alle mie domanda non fai altro che scappare continuamente dalla questione, dedicanti all'amena attività del "Mirror Climbing". Se secondo il Concilio Tridentino i bambini senza battesimo NON vanno in Paradiso, allora DOVE VANNO? Io non ho MAI detto che il Concilio abbia istituito il Limbo e il tuo mettermi in bocca queste parole evidenzia solo una tua cocciuta MALAFEDE, io ho detto e domandato esplicitamente ed esclusivamente come fanno i sostenitori dell'abolizione del Limbo a credere che anche i bambini non-battezzati vanno in Paradiso, se il Concilio ha chiaramente detto che i bambini non-battezzati NON POSSONO ENTRARE NEL REGNO DEI CIELI, secondo le parole, tra l'altro, DEL TUO STESSO DIO SCESO IN TERRA.

    "Mi pare che dalle varie risposte si sia capito che la tua domanda riguarda limbo e infallibilità"

    Che i Concili Ecumenici siano infallibili non si discute. Rileggiti un po' cosa c'è scritto nel documento conciliare Lumen Gentium 25 del Concilio Vaticano II. Invece il documento della Commissione Teologica Internazione NON è infallibile e tra l'altro NON PORTA UNO STRACCIO DI FONTE del Vangelo, dei Padri della Chiesa o dei Concili Ecumenici a sostegno di quanto debolmente IPOTIZZA.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.