promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoManutenzione e riparazione · 9 anni fa

Ho distrutto la caldaia. Aiuto!?

Lo scambiatore si era ossidato con il calcare e l’acqua calda arrivava con bassissima pressione e spesso non riusciva a mantenere accesa la fiamma della caldaia (Baxi Luna 240i); considerando che mi serviva acqua calda solo per pochi giorni, non ritenevo opportuno cambiare lo scambiatore (tentai di pulirlo invano) e risolvevo ruotando la manopola su “riscaldamento” durante il tempo di una doccia... Ma alcuni termosifoni hanno la chiave di chiusura ossidata e di conseguenza si riscaldavano (ad agosto). Ho fatto quindi una prova: ho eliminato tutta l’acqua dall’impianto dei termosifoni (portando la pressione a 0 bar).

Quando ho riacceso la caldaia, però, ho sentito una serie di rumoracci e allora ho rimesso tutto come prima (circa 1,2 bar) ed è stato allora che mi sono accorto di aver combinato qualche guaio grosso perché:

- la massima temperatura della caldaia veniva raggiunta troppo in fretta e una volta arrivata a 80° si spegneva la fiamma per riaccendersi solo dopo vari minuti (quando si raggiungevano i 30°/40°)

- il giorno dopo la fiamma ha smesso di accendersi definitivamente e la caldaia in blocco segna un’anomalia sulla spia “pompa dell’acqua”.

Credo che oltre allo scambiatore, adesso si siano distrutti anche pompa e alcune valvole… temo che serva un patrimonio.

Il punto è che avrei bisogno di acqua calda per un’altra decina di giorni al massimo, dopodiché cambierò casa…

Avete qualche consiglio da darmi?

Grazie e scusate se mi sono dilungato troppo…

Aggiornamento:

Secondo voi quei "rumoracci" cosa erano: cosa succede quando si accende una caldaia senza che ci sia acqua nell'impianto?

per "felice m": se volessi essere gentile con chi vorrà utilizzare la caldaia in futuri, quanto (o meglio quanti euro) dovrei preoccuparmi?

per "?": lo scambiatore intasato influisce anche sulla non accensione della caldaia in posizione "termosifoni"? dove compro l'acido decalcificante?

la questione della doccia era un'effetto voluto: per avere acqua calda, accendevo i termosifoni!

Grazie ancora.

Aggiornamento 2:

per "sergioesse56": cosa intendi per fondo "retro"? E di cosa si tratta??? (guarda il link sotto)

http://www.anwo.cl/archivos/publicaciones/Manuales...

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    sul fondo "retro" della pampa c'è una vitona, grossa, svitala e con caldaia accesa su inverno fai ruotare con un cacciavite l'alberino interno.

    I rumori sono dovuti all'aria presente nell'impianto, visto che l'hai svuotato, e l'innalzamento veloce della temperatura è dovuto alla pompa che non fa circolare l'acqua nella caldaia.

    Ciao

    Fonte/i: lavoro
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    ciao london, ho letto il pasticcio della tua caldaia :) cose risolvibili :p

    Allora non ti scervellare e non ti mettere a studiarci come sistemarla, allora quel rumoraccio che hai sentito è che la caldaia è andata in ebolizione perchè appunto o non aveva acqua nel circuito oppure lo scambiatore all'interno intasato non faceva passare l'acqua da un lato all'altro.. Soluzioni ce ne sono diverse.. Non puoi fare nulla che sostituirla, non spenderci soldi..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    il problema è lo scambiatore intasato di calcare che scalda l'acqua bloccata nella serpentina xchè essendo intasata non circola facendo salire la temperatura velocemente e naturalmente con sistema di sicurezza raggiunti 80° spegne la caldaia quindi bisogna fare il lavaggio con acido decalcificante.

    il fatto che scalda i termosifoni quando usavi la doccia è la valvola a 3 vie (deviatrice),quindi adattati x questi 10 giorni xchè x avere un po di acqua calda avrai da spendere un po di soldini.

    Il rumoraccio sicuramente è l'effetto della ribollezione dell'acqua dentro la caldaia che non circola assendo intasata e arrivata al limite di 80°spegne il bruciatore.

    La cosa strana è che se tu hai scaricato la pressione a 0 bar la caldaia non può partire mentre se ho capito bene a te è partita e anche se fosse il circolatore non deve funzionare a secco senza acqua altrimenti si danneggia definitivamente.

    L'acido si compra anche in ferramenta o magazzino di termidraulica e cmq il lavaggio si fa con una apparecchio con serbatoio x l'acido che viene collegata sotto la caldaia e manda in circolo l'acido nel circuito della caldaia decalcificandola quindi non puoi farlo artigianalmente.hai bisogno di un tecnico.

    il costo dalle tue parti non so ma io il lavaggio lo faccio a 70 euro.

    Fonte/i: Prendi in considerazione anche quello che dice sergioes...può essere anche quello il problema
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Penso che, non ti rimanga altro che, riscaldarti l' acqua con le pentole per questi ultimi giorni. Alla caldaia, non usarle più violenza, potrebbe avere delle spiacevoli reazioni. Penso, anche, che, chi possederà successivamente la tua abitazione, farà salti di gioia.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.