santo ha chiesto in Matematica e scienzeChimica · 9 anni fa

Nella distillazione del vino, mediante alambicco, per ottenere acquavite bisogna separare la testa e la coda.?

Grazie tante per le risposte.

1 risposta

Classificazione
  • paola
    Lv 6
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Sì, vanno separate teste e code per due motivi.

    La testa contiene alcol metilico, in quantità più o meno alta a seconda dei vitigni di partenza, ed è dannoso per la salute. Oltre a questo, nella testa sono presenti componenti aromatiche non gradevoli (brucianti all'olfatto e al gusto aggressive) che, se lo scopo è ottenere un'acquavite di vino di buona qualità, danneggiano il bouquet finale.

    Le code vanno scartate per motivi organolettici, ovvero la loro composizione non è dannosa per la salute come il metanolo delle teste, ma ha componenti che danno "puzze" sgradevoli e che sono responsabili dei bruciori che spesso si sentono nell'esofago in prodotti di scarsa qualità.

    Inoltre contengono alcoli a catena più lunga, quindi altobollenti, che danno una sensazione narcotica.

    Per inciso, per legge il distillato di vino è l'acquavite di vino o acquavite vinica, se invecchiata oltre 12 mEsi in botti di legno diventa Brandy Italiano (quello italiano, naturalmente).

    Invece la "grappa" è un distillato italiano di vinaccia italiana ed è una denominazione riconosciuta in ambito CE solo a noi. Se gli altri Paesi Europei producono distillato di vinaccia non possono chiamarlo grappa. Come del resto l'Italia non può chiamare il distillato di vino invecchiato né Cognac, né Armagnac, che sono due denominazioni attribuite solo alle relative zone di produzione.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.