Anonimo
Anonimo ha chiesto in Gravidanza e genitoriAdolescenza · 9 anni fa

Hey! Un parere su questo mio racconto breve?

Di ciò che avvenne prima mi ricordo assai poco, vuoi per gli effetti dell'alcol, vuoi per la maniera rigida e marziale in cui la mia mente tende a sbarazzarsi di ciò che non è importante, ora che ho capito che le possibilità per uno come me sono infinite. So solo che sentii i sensi afffievolirsi e tutt'un tratto mi trovai supino, attorno a me una distesa bianca , che si stendeva a vista d'occhio: l'Artico.

Il cielo stellato mi sovrastava ed era vivo, per ogni stella che cadeva e il cui fischio si congelava nell'atmosfera polare, altre due spuntavano dal blu, che si ripiegava su se stesso, come stoffa, per favorire la nascita di altre figlie della luce; e la luna, congelata, rifletteva il suo pallore sui cristalli di ghiaccio che, a loro volta, rimandavano le visioni magnifiche e spaventose di mondi fantasmagorici e bidimensionali.

Mi accorsi che però alla fine tutto convogliava in un sol punto, l'unico realmente illuminato. Dopo pochi minuti spesi a riflettere, appoggiai l'orecchio sulla calotta e sentii un battito, un impulso primordiale che sembrava giungere dal centro della terra. Ma la cosa che più spaventosa fu non tanto il suono che vibrava sotterraneo, bensì la consapevolezza che quel suono mostruoso era sincronizzato con il battito del mio cuore, prima regolare poi sempre più rapido in un' escalation di terrore, e man mano mi rendevo conto di ciò il suono aumentava di volume e velocità, a pari passo con l'ansia che prendeva in ostaggio la mia mente.

Poi di colpo capii: io ero il centro dell'universo, ero la chiave di tutto e tutto vorticava intorno a me, le visioni caleidoscopiche altro non erano che i pensieri, l'intero contenuto della mia mente svuotata fatto immagine e il terrore e la gioia si equivalevano nella mia mente e mi resi conto che ero ciò che chiunque avrebbe voluto essere e nessuno sarebbe stato e le possibilità infinite mi elevavano e mi incatenavano nei cieli eterni.

Che ne pensate???

Aggiornamento:

Vuoi paragonarlo a un romanzo??

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Guarda te lo dice un'esperta. ho letto tantissimi libri e ho scritto anche qualche "breve racconto" come hai fatto tu,ma devo dire che questo è veramente splendido,magnifico sei molto bravo!

  • Sottolineo l'aggettivo breve!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.