promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitici · 9 anni fa

cosa potremme fare , per far capire a questi figli di una gran pu.....di politici italiani?

che abbiamo le scatole piene di loro , che non hanno la capacità di creare posti di lavoro, anzi quelli che ci sono li fanno chiudere?

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    innanzitutto ci manca l'identità culturale di paese e di popolo, perchè ognuno pensa al suo piccolo interesse personale, lamentandosi a parole delle ingiustizie istituzionali

    il caso dell'Islanda è un caso non sbandierato perchè aumenterebbe il numero di potenziali rivoluzionari che sentendo la notizia di una rivoluzione di successo si fomenterebbero e potrebbero raggiungere un sufficiente numero da farli fuori tutti

    non a caso la rivoluzione americana ha suggerito in parte grazie al suo successo il desiderio della Rivoluzione Francese, che assieme ad altri fattori determinanti è avvenuta

    ci vorrebbe una specie di Primavera di Praga in Italia, una superprotesta di 60 milioni di italiani, tutti coesi, come un superesercito incaxxato e indignato, incubo di ogni dittatore e sfruttatore di popoli, che protestino notte e giorno, senza pausa, in cui anche la polizia e l'esercito (che alla fine è fatta da gente del popolo) sono d'accordo e non obbediscono agli ordini di generali e politici che dicono "arrestateli", "fermateli"

    ci vuole una rivoluzione, non necessariamente come quella francese, ma una vera rivoluzione, in cui esce una faccia inedita del popolo italiano, un popolo con gli attributi, e vedrete che i politici italiani scapperanno a gambe levate!

    se non basta, si passa all'azione, si applica la legge contro di loro, e in aggiunta li si umilia in piazza come fecero con Craxi con insulti, così che viene da farsela addosso a chi vuole abusare del popolo!

    Basta giocare a guardie e ladri, è ora di fare come Margareth Thatcher! Pugno di ferro contro chi non rispetta le promesse del suo mandato, contro chi froda, contro chi evade, contro chi provoca la crisi!

    Dovrebbero istituire anche il reato di malpolitica!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Beh, come dico spesso, il problema non sono i politici... mi spiego: potremmo dire che esistono 3 poteri in suesto mondo, ovvero, il potere temporale (quello dello stato), il potere religioso (grandi capi religiosi) ed il potere economico. Sebbene la politica abbia una facciata estremamente visibile, essa si basa sulla circolazione del denaro e sull'andamento dell'economia (spesso infatti sono i politici ad essere usati come capri espiatori dal popolo per l'andamento dell'economia). In questa situazione, ci si rende subito conto che non è la politica che decide l'andamento del mondo, ma il potere economico "nascosto" che usa la politica come un teatrino di burattini.

    Essendo la situazione questa, molti politici (soprattutto i nostri), tendono a fregarsene altamente del popolo, e cercano di sfruttare il paese per i propri interessi... la realtà è questa, che siano buoni o cattivi, non hanno nè il potere di migliorare le cose, nè la convenienza nel farlo (ad esempio ci ricordiamo di omicidi di grandi uomini politici e non che andavano contro corrente come Ghandi, Kennedy, Martin Luther King ecc...). Essi cercano solo di accaparrarsi il più possibile ed in certi evidenti casi, di riuscire a ritagliarsi una fetta del mondo economico attraverso scalate a banche o aziende, per avere in futuro una fetta dell'economia.

    E' poi ovvio che la situazione e le scelte politiche possono aggravare una difficile situazione economica come ci ha insegnato il governo Craxi e come ci stanno dimostrando sia la "sinistra" di Prodi del 2006 e la "destra" di Berlusconi attuale.

    Non so come la pnsi, ma se si vogliono veramente cambiare le cose con la politica, bisogna cambiare la casta dalla prima all'ultima persona inserendo nuovi uomini e donne incorruttibili e senza la paura della minaccia.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • occam
    Lv 5
    9 anni fa

    non potendo parlare o consigliare la rivoluzione, l'unico modo sarebbe la resistenza passiva.

    quella dei negri di M.L. King o degli indiani di Ghandi per intenderci.

    ma gli italiani non sono cosi' compatti da permettersela....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Scioperi, proteste, manifestazioni, scioperi, proteste, manifestazioni, scioperi, proteste, manifestazioni, scioperi, proteste, manifestazioni fino a quando non si levano dalle palle tutti quanti.

    Un po' come hanno fatto in Islanda.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    E' difficile dare una risposta. Bisogna cominciare partendo dalle elezioni. Per prima cosa partecipare ed informarsi almeno sulle persone che circolano nei partiti politici, poi bisogna che ci sia una legge elettorale in cui l' elettore sceglie lui il parlamentare (sistema maggioritario) così si evita che i partiti ficchino nelle liste cani e porci.

    Scegliendo il parlamentare c'è una sicurezza in più sulla sua onestà.

    Un consiglio: non serve a nulla continuare a lamentarsi dei politici e poi non fare nulla per cambiare le cose. I parlamentari sono un campione di 945 persone prese tra il popolo italiano, se la maggior parte di loro è disonesta significa che gli italiani per maggioranza tendono alla disonestà e all'individualismo. Quindi anche tutti noi italiani dobbiamo metterci una mano sulla coscienza.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Beh, ci vorrebbe una bella crisi con capitalisti che fioccano dai loro attici come coriandoli a Carnevale, militari incazzati che entrano in certi palazzi rafficando a destra ed a sinistra, belle corde ai lampioni con assessori, consiglieri e su su fin abbiamo capito dove che decorano l'ambiente, ed un popolo arrabbiato che erige barricate e fà un casotto della Madonna. Però, finchè c'è il calcio....e, con un popolo che tace, finchè c'è il calcio, che rivoluzione possiamo fare mai????

    Tanto adesso la Cina ci compera tutti e siamo fottutti!!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Non saprei...forse se tutte le maggiori città italiane si trasformassero in cloni di Belfast durante la Guerra di Indipendenza Irlandese...bè...forse forse questi si c.agherebbero in mano e ce li leveremmo dai c.oglioni. Ma a Roma dovrebbe esserci il fulcro della violenza, perchè se non si c.agano in mano e non temono per la loro sporca pellaccia non se ne vanno di certo!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • MAGARI NON LI VOTATE ;)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.