promotion image of download ymail app
Promoted

Sarà successo anche a voi,di arrivare nel parcheggio privato della ditta in cui lavorate,...?

e di parcheggiare il mezzo,camion o furgone.Per distrazione,di urtare l'auto di vostro collega,inquesto caso l'assicurazione del furgone paga i danni fatti all'auto del collega.Ma mettiamo che l'auto urtata sia quella del capo,stessa assicurazione,e padrone di tutti i mezzi,chi paga?L'assicurazione non copre questo tipo di sinistro,dovrei dare la mia assicurazione della mia auto,ma è truffa,viviamo nel mondo delle polizze,è tutto assicurato,allora perchè si crea questo disagio?Il danno è piccolo,ma se fosse stato grande di qualche migliaio di euro,io avrei detto,cè l'assicurazione del camion,il capo avrebbe detto,fra di noi non risponde,allora andiamo in tribunale.Chi paga?Chi rompe paga,Ma le assicurazioni,perchè non coprono queste situazioni?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Salve,purtroppo le assicurazione non coprono queste situazioni perché altrimenti molti ne farebbero un uso illecito,nel senso un tizio trova una strisciata alla macchina e non sa chi è stato.. allora fa risultare che lo ha fatto con il suo furgone muletto ecc.grazie a questi piccoli furbetti che organizzano incidenti falsi a noi ogni anno aumentano le polizze.Poi mi sembra che quando accadano incidenti dentro aree private alcune compagnie hanno delle clause in proposito.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    La legge 990 (RC Auto obbligatoria), già nel 1969 ha sancito il diritto di tutela dei terzi per la responsabilità civile da fatti di circolazione stradale, quindi l'assicurazione della responsabilità civile verso terzi tiene indenne l'assicurato di quanto egli debba pagare quale civilmente responsabile sia per fatto proprio sia per fatto di persone delle quali debba rispondere, per danni involontariamente cagionati a terzi, in conseguenza di fatti accidentali. I terzi sono tutti i soggetti che non rientrano nella figura del Contraente/Assicurato.

    Da tenere presente, però, che i patti contrattuali di comune adozione per la Responsabilità civile stabiliscono che non sono considerati terzi e quindi non hanno diritto ai benefici derivanti dal contratto di assicurazione, il coniuge, i genitori, i figli e i familiari conviventi dell’assicurato.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.