Per il mio bene... certo ma quale bene!?

Mia mamma "x il mio bene", perchè "mi ama tanto" oggi ha preparato pasta al ragu e la fettina di carne senza contorno. In casa il secondo lo mangiamo con il contorno di verdure ed il pane. Lei ha detto che non ha avuto tempo di comprare e cucinare verdure e che il pane non lo compra più perchè è a dieta e lei i carboidrati li prende con la pasta. Guardo la cesta della frutta ed era vuota. Allora dico "ok me ne vado in camera mia" e allora mio padre mi ha presa per i capelli e mi ha fatto rimettere a sedere perchè "non ci si alza da tavola" e dentro mi sentivo la faccia caldissima e in questo momento credo lo odio davvero, sono dovuta stare seduta tutto il tempo a tavola e non lo so spiegare...mi è venuto da piangere per la rabbia e il senso di umiliazione, perchè ho 16 anni non sono una bambina sono una persona adulta, mi sono sentita davvero degradata e davvero li odio. Ho aspettato che lui tornava a lavoro e che mia mamma è in salotto a vedere la tele e sono tornata in cucina a riprendermi lo zaino e ho trovato due bucce di banana nella spazzatura. Che stro.nzi :(

Menomale che mi ero comprata un sacco di mele e le ho nascoste in camera, ne ho mangiate due che sentivo un dolore allo stomaco enorme. Sento male anche a bere e devo farlo piano perchè ho sempre lo stomaco vuoto, cioè vado avanti a mele e panini alle zucchine grigliate che mi porta una compagna di classe. La mamma è venuta in camera mia e mi ha fatto una filippica su quanto mi ama e aveva un vassoio in mano, con sopra la pasta al ragu e la fettina, ma allora non ha capito proprio nulla, avevo voglia di spaccarglieli in quella faccia lamentosa, ho addosso una rabbia enorme e piango e avrei voglia di spaccarle tutti i piatti lanciandoli nei muri. Sono consegnata in camera mia a studiare e mi hanno levato il mazzo delle chiavi, cioè ho le chiavi da 4 anni e me le hanno levate e poi è un periodo che dato che non è andato bene un lavoro di baby sitter mi danno anche dell'irresposabile, fallita, bambina piccola e viziata ecc E il dolore enorme che sento è per il mio bene? Li odio davvero. Scusate lo sfogo ç_ç

Aggiornamento:

Ho telefonato a un'amica e mi sono sfogata anche con lei (rompo le scatole a tutti XD) e la lovvo xkè passa a prendermi frutta e verdura e qualcosa che non vada in frigo. Consigli per una lista della spesa? Mia mamma prende mia sorella e poi aspetta che esce mio fratello e quindi sta fuori un'oretta circa, il cibo lo devo nascondere e avolte mi apre l'armadio, ma ho delle scatole di plastificato che c'è la roba dei cambi stagione e che sono nell'angolo però deve restare buona, e no devo aver bisogno della cucina, pensavamo a roba tipo pane, crecker, fagioli in scatola, passati di verdura nel cartone knorr e simili... suggerimenti? Per comprarmi queste cose ho i 20 euro della settimana. Grazie :)

Aggiornamento 2:

La mia amica è già per adare al super, poi abbiamo pensato che quando lei esce posso usare la cucina quindi ho un'oretta per cucinarmi o riscarldarmi i piatti e ripulire tutto, ce la posso fare, scusate lo sconforto ma ero proprio giù.

Succo di frutta, cracker, fagioli in scatola, fagiolini verdi,e tutte le verdure che trova in scatola e poi suggerimenti? grazie :)

Aggiornamento 3:

L'ho scritto sul mio profilo di FB e le mie amiche mi sono tutte vicine e loro capiscono come sto e un'altra ragazza che andavamo alle elementari insieme sta venendo qua in motorino a portarmi delle cose che ha in casa da mangiare e poi ha detto che stasera la sua mamma telefona alla mia perchè si conoscono da 10 anni (l'unica paura è che non dice nulla del cibo nascosto).

K ho aggiunto i biscotti e i falafel alla lista tanto è ancora alla spesa e mia mamma è uscita da dieci minuti ^^

Aggiornamento 4:

Mndato anche il messaggino sulla frutta secca poi la beba mi odierà la sto facendo diventare pazza XD

Aggiornamento 5:

Ero preoccupata della mamma della mia amica, perchè quando ha detto che chiamava mi era presa male, forse non dovevo scriverlo su FB. Cmq. chiama per sapere come va e dirle delle patate (che a settembre ce ne regalano sempre una cassa) e così sente anche di me e gli dice che sua figlia gli ha detto che sono vegana così sente se si può farla ragionare, però non le dice nulla che sa di queste cose così non si creano problemi che poi ho paura che mi levano anche internet ed il cell.

14 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    ciao! che tristezza leggere tutto questo.

    comprendo perfettamente l'odio di cui parli, è tremenda la violenza su chi non può difendersi, su chi è meno debole. con il suo gesto, tuo padre ti ha mancato profondamente di rispetto. tua madre si è resa complice non difendendoti.

    se riesci la mattina prima di andare a scuola fai un salto al supermercato o approfitta per farlo nell'ora di religione, se non te ne avvali. altrimenti chiedi a qualcuno che esce in quell'ora di passare in un negozio, magari per farti prendere delle pizze, una focaccia,...

    poi ti consiglio qualcosa tipo cioccolato che si conserva bene nella stagnola e fa bene all'anima, del pan carré che non si indurisce... posate, le lavi in bagno o usi quelle di plastica.

    però, detta sinceramente, è una situazione dimmerda. comunque se continui a essere forte, tempo pochi giorni e cedono, fidati. ma non devi mollare.

    sul fatto di minacciare di rivolgerti ai servizi sociali, temo che renderebbe l'atmosfera ancora più pesante... quindi lascia passare pochi giorni e vedi come va avanti. comunque una cosa che li farebbe vergognare un sacco sarebbe eventualmente accennare al fatto che è la tua amica a portarti il cibo (tramite la scuola). però valuta prima le possibili conseguenze (es. non fartela più vedere, controllarti lo zaino,...)

    tieniti stretta la tua amica :), sfogati, ma non stare nell'odio e nel rancore (anche se ne hai tutti i motivi) perché ti rodi il fegato inutilmente e ti fai male per prima.

    cerca di stare attenta a non farti beccare il cibo, perché magari ti levano i soldi.

    sì, a 18 anni te ne puoi andare, ma non avrai bisogno di un ragazzo per farlo, le pàlle ce le hai già te :)

    n abbraccio, facci sapere

    ---

    quello che paventavo :(

  • 9 anni fa

    Indipendentemente dal mangiare o no carne, la frutta e le verdure CRUDE sono ESSENZIALI e vanno mangiate più volte al giorno. Su questo non si deve discutere e la stragrande maggioranza dei medici è d'accordo. Da questo, secondo me, deve ripartire il dialogo coi tuoi genitori e deve essere coinvolto anche il medico di famiglia.

  • Anonimo
    9 anni fa

    sperando sempre nella veridicità dei racconti o forse sperando il contrario non lo so

    comunque se c'è una professoressa o un professore un po' emancipati parlane con loro

    magari introduci soltanto: cosa ne pensa che vorrei diventar vegetariana? e poi solo se si mostra aperto e intelligente raccontagli il problema, sperando parli coi tuoi

    nel frattempo trovati un buon ragazzo che devi subito andar via poi di casa

  • Anonimo
    9 anni fa

    Mi spiace molto per la tua situazione e sinceramente mi fanno una gran pena dei genitori simili... che razza di sistemi sono? Invece di avere un dialogo con te ti trattano come fossi un problema da sbrigare in fretta per tornare alla loro squallida vita da pecore (senza offesa per le pecore)... L'unico consiglio che ti posso dare è di proporgli di cucinare tu stessa quello che mangi, se anche questo non dovesse funzionare rivolgiti ad un consultorio o allo psicologo della scuola.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Continua su questa strada, è l'unico modo per vincere. Sei padrona della tua vita.

    Ti consiglierei di comprare della frutta secca, ottima anche per i dolori addominali (mandorle) ed alimento essenziale nella dieta vegetariana, e poi non va in frigo. Poi legumi già cotti, crackers integrali e pane integrale già affettato (confezione richiudibile). Il tutto in camera tua. Vedrai che ce la fai, non lasciarti prendere dallo sconforto!

  • Anonimo
    9 anni fa

    L'unico consiglio pratico che mi viene in mente è di far diventare lo studiare con le amiche un'abitudine con le amiche e con questo approfittane per farti invitare a cena (magari con la scusa che dovete finire dopo cena). E contraccambia gli inviti, sicuramente con un estraneo presente non succederà ciò che è successo oggi. Comunque in generale cerca di rimanere il meno possibile in casa, passata la burrasca non rinchiuderti in camera...

    Parli di un fratello e sorella, anche se l'impressione è che siano più piccoli di te. Spero che tu abbia una buona complicità con loro, se è così approfittane. Non hai qualche zia, nonna, cugino... con cui te la senti di confidarti? cerca davvero di non rimanere sola con la tua sofferenza... Probabilmente incontrerai anche chi non ti capirà, chi ti dirà che esageri, che è normale avere discussioni con i genitori, che è impossibile che tuo padre così bravo fuori di casa diventi un orco dentro le mura... volta le spalle a questa persona.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Primo consiglio che ti do: appena compiuti i 18, trovati un lavoro, foss'anche da sguattera, e vattene.

    Il comportamento dei tuoi genitori, che arrivano a lasciarti senza cibo e a picchiarti pur di farti desistere da quelle che sono tue libere scelte è a mio avviso disgustoso.

    D'altro canto non possono lasciarti senza cibo per sempre.

    Tu continua ad acquistare i tuoi alimenti.

    Magari prenditi un falafel o un pezzo di pizza prima di tornare a casa, compra frutta, biscotti, crackers, alimenti in scatola. In un ora di tempo puoi anche prepararti della pasta. Non lasciar intendere ai tuoi che hai gia mangiato.

    E, se anche dovessero darti dopo un pò l'impressione di aver accettato la tua scelta, cerca comunque di essere presente mentre vengono preparati pasti destinati a te (fossi in te, cercherei di prepararmeli da sola, nazigenitori permettendo). Non mi stupirei se persone del genere arrivassero a imboscarti la carne nel piatto di nascosto.

    Potresti, inoltre, provare a intimidirli.

    Il loro comportamento è inaccettabile. Potresti raccontare loro che hai parlato della situazione con qualche professore, a scuola, e che stai quindi valutando la possibilità di rivolgerti ai servizi sociali.

    Ti consiglierei di chiedere ai tuoi di accompagnarti da un nutrizionista, che possa spiegare loro che la carne non è per nulla indispensabile, ma da quel che dici i tuoi non mi sembrano esempi di apertura mentale.

    Inutile cercare di spiegare le cose a chi non vuole capirle.

    Non arrenderti.

    Il fatto che tu non abbia ceduto ai loro ricatti, evitando di mangiare i piatti a base di carne che ti proponevano, è di per se più che apprezzabile.

  • 9 anni fa

    Mi pare impossibile che questa storia possa essere vera...

    In ogni caso, SE la cosa è vera... hai fatto bene a renderla pubblica perchè gli "onnivori" si devono rendere conto di quanto "infami" sono i loro comportamenti nei riguardi dei veg.

    E se ne devono vergognare. Sia coloro che si comportano male, sia coloro che li "difendono" e che attaccano i veg. Come ad esempio gli onnivori che intervengono in modo maleducato in questa sezione.

    Comunque non ti demoralizzare perchè la ragione è comunque dalla tua parte, e prima o poi dovranno rendersene conto del loro comportamento.

    In ogni caso, SE LE COSE STANNO DAVVERO COSI', rivolgiti al più presto ai servizi sociali del tuo comune e sono sicuro che non possono non accertarsi della situazione e intervenire di quanto è loro dovere.

  • tipico degli onnivori, discriminare chiunque altro, che sia un figlio o altro, vergognatevi onnivori

  • Anonimo
    9 anni fa

    Scappa di casa!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.