Martha ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 9 anni fa

Cominciare a scrivere tantissimi libri e non finirne nessuno...?

A voi capita mai di cominciare a scrivere una storia e di lasciar perdere tutto dopo poche pagine? A me e a molte altre persone che conosco succede spesso; non so perché. Comincio a scrivere, ho già ideato una trama e mi sento piena di idee, ma al massimo alla settima pagina perdo la voglia e abbandono il mio scritto. è normale? Spesso scrivo dei racconti brevi, anche per la scuola, e credo di avere un buono stile di scrittura, anche se ho ancora tantissimo da imparare. Comunque, vorrei uscire da questa situazione. Mi sapete dire come fare per non "perdere la tenacia"dopo pochi giorni?

Spero di essermi espressa bene. Grazie in anticipo a tutti! (Mi raccomando, solo risposte serie o vi segnalo!!!)

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Migliore risposta

    Ciao! È molto comune...

    È capitato anche a me.

    Prima di tutto ti dico quello che ho fatto io: per um po' ho messo da parte l'idea "romanzo" e quando avevo una trama in mente la sfruttavo per un nuovo racconto.

    Mi spiego. Appena ti passa per la testa un'idea che consideri originale sfruttala per crearci una storia e scrivi il tuo racconto. Il primo può essere breve quanto vuoi. Poi vedrai che i prossimi aumenteranno di lunghezza fino a costringerti a terminarli solo dopo qualche giorno. Così facendo proverai la sensazione di riprendere in mano un lavoro e finirlo. Man mano che accumulerai racconti ti sentirai più appagato, potrai quindi pensare di stendere la trama del tuo futuro romanzo.

    La differenza tra un racconto e un romanzo non è minima.

    Se sarai riuscito nell'impresa dei racconti avrai sicuramente scritto di getto e senza troppe previsioni e schemi.

    Con un romanzo dovrai aver ben chiaro l'inizio, lo sviluppo, vari accadimenti, i personaggi, le loro storie, e ovviamente la conclusione. Dunque prima di battere anche solo la prima parola del tuo futuro best seller :-) dedica tutto il tempo necessario alla fase di preparazione (termine coniato per intenderci).

    Un consiglio che danno in molti e che può essere utile è il seguente: in un momento della giornata in cui sei libero prova a immaginarti immerso nella scrittura del tuo romanzo. Ti sembrerà una stupidata ma non lo è. Personalmente ti consiglio di fare questa cosa la sera nel letto prima di dormire, proiettandoti così nel giorno seguente...

    Ovviamente poi per la stesura di un romanzo occorre impegno, determinazione e pazienza.

    Potrà capitarti di non aver nulla da scrivere: non metterti davanti allo schermo fissando la tastiera come un'imposizione o magari rileggendo mille volte i capitoli precedenti. Se non vengono fuori le parole non pensarci, fà altro. Vedrai che quando riuscirai a non pensare "ora mi siedo e continuo il mio romanzo" ti capiteranno momenti in cui sentirai una forte ispirazione. Lì potrai procedere con il tuo progetto.

    Infine conta molto l'autostima. Prova a far leggere le tue pagine a qualcuno che ti dia un parere soggettivo ma sincero. Per intenderci non credo che una fidanzata potrà mai dirti: senti scusa ma questo racconto è veramente orribile. Se invece troverai qualcuno onesto con te, potrà certo dispiacerti se non fari colpo con un certo racconto ma se il prossimo verrà da lui apprezzato saprai che i complimenti sono veri e che effettivamente la tua opera piace a qualcuno.

    Ovviamente tutti questi sono soloi miei modestissimi consigli.

    Ti invito a scrivermi all'email noiscrittori@gmail.com in modo magari di scambiarci consigli e pareri tra scrittori emergenti.

    Spero di risentirti.

    Ciaooo

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Einya
    Lv 4
    9 anni fa

    Secondo me è normale... non mi ricordo chi, ma era uno scrittore che apprezzo (scusa, ma sto su dalle 6 e dopo aver passato il pomeriggio a fare i compiti ci sta che faccia un poco cilecca), ha detto che se avesse portato a termine tutti i libri che aveva incominciato il mondo sarebbe stato invaso dalle sue storie.

    Bisogna trovare la storia giusta per te, quella che ti ispira sul serio =)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Per non perdere la tenacia è necessario:

    - fissare un'ora precisa in cui farlo e non saltare mai specialemente le prime settimane;

    - stabilire degli obiettivi (per esempio: finisco questo racconto in tot tempo, faccio una storia di un genere nuovo in cui sono inesperta, ecc);

    - far leggere a qualcuno le proprie storie, che oltre a fornire un buon incoraggiamento, può anche essere un'occasione per migliorare ancora di più il tuo stile.

    =) Spero che questa risposta sia stata un buon aiuto

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    grande minaccia :D comunque capita anche a me. avevo una trama assurda su... non ve lo dirò mai ma era fantastica. è ancora in cantiere, è un romanzo che sono sicuro di finire prima o poi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    Anche a me molte volte dopo l'entusiasmo iniziale..............perdo la motivazione............ma poi mi torna.Dipende dai giorni!!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Anche a me capita a volte il segreto é rileggerlo molte volte perché la poca tenacia non viene per diversi motivi: 1) non sai come continuare la storia 2) non sei convinta di quello che ai scritto. Comunque anche se ai delle belle idee il difficile e scriverle e esprimerle con le parole.

    Fonte/i: Esperienza personale
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • clark
    Lv 4
    3 anni fa

    Per curare la disfunzione erettile ti consiglio questo metodo naturale http://DisfunzioneMaiPiu.latis.info/?U7SK

    Chiamata impropriamente impotenza, la disfunzione erettile è un problema sessuale maschile caratterizzato dall'incapacità di raggiungere o mantenere un'erezione idonea a consentire un prestazione sessuale soddisfacente.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    A me capita veramente spesso, infatti è da cinque anni che sto cercando di scrivere un romazo, solo che mi viene l'idea di partenza e dopo altre mille per continuare, solo che poi rileggo quello che ho scritto, non sono soddisfatta e vedendo che non mi viene mai bene mi passa la voglia, poi a volte mi lascio trasportare dai cattivi pensieri, del tipo, tanto anche se lo finisci con chi lo puoi condividere?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    A me capita leggendo, inizio a leggere tutto sparato poi dopo pochi giorni comincio a leggere sempre meno fino a non prenderlo nemmeno più in mano..

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.