Perchè la crisi la debbono pagare i fumatori?

Hanno aumentato le sigarette di 2 euro a stecca, il mese scorso l'avevano aumentata di un euro. E lo stato italiano non da nemmeno la possibilità ai fumatori italiani di comprarsi le sigarette all'estero dove costano pochissimo. Tutti i siti online dove si possono acquistare sigarette sono bloccati dallo Stato Italiano. L'unica nazione dove i siti online non possono vendere sigarette è l'Italia, poi questi siti vendono in tutto il mondo, basta farsi un giro e vedere l'elencazione di tutti i paesi del mondo tranne l'Italia, questa secondo me è una grande vergogna, perchè l'italia così dimostra di essere una nazione contro la Globalizzazione (No Global), e contro il libero mercato anche all'interno dell'Europa (infatti le sigarette non possono comprarsi nemmeno in siti europei). Le sigarette all'estero costano 12 euro a stecca mentre qui in Italia 49 euro. Questa crisi non si può risolvere in questa maniera, facendo pagare quelli che non possono fare a meno del tabacco, se dopo Berlusconi non succederà una vera crisi o rivoluzione sarà un vero miracolo, perchè lo Stato continua a fare ladrocinii (basti pensare ad assicurazioni, notai, tasse, strisce blu, canone Rai, etc.. etc...) non considerando che il produttore di moneta è quello che si arricchisce veramente tramite il Signoraggio e attualmente non è il governo nazionale o europeo che produce moneta ma le Banche (Correggetemi se sbaglio). Adesso, noi giovani come possiamo farci un futuro se non ci mettono neanche nella possibilità di comprarci una casa come si desidera e in cui si può stare in pace? se non ci danno la possibilità di fare risparmio e di lavorare dignitosamente? saluti

9 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Hai ragione su molti aspetti. Premetto che io non fumo. L'obiettivo del governo è fare cassa. Lo Stato sfrutta appieno l'assuefazione che vi porta il fumo, infatti esso può aumentare il prezzo senza che ci siano significative riduzioni delle quantità vendute(che ridurrebbero le entrate). Trattasi di un bene non elastico(l'aumento del prezzo non si traduce un una riduzione della domanda). Avviene lo stesso per i biglietti del treno. Se uno deve viaggiare li dovrà acquistare comunque a meno che non acquisti una macchina. quindi ripercussioni non ce ne sono nel breve periodo. Allo stesso modo:Se voi fumatori decideste di ridurre a zero la domanda, allora la manovra di aumento del prezzo sarebbe controproducente e sarebbe necessaria una riduzione del prezzo per invogliare l'acquisto. Ma nel lungo periodo potresti essere tu più furbo e levarti il vizio! Lo stato troverà altro modo per finanziare le proprie spese. Pensaci bene. Saluti

    Fonte/i: studio economia
  • caygri
    Lv 4
    9 anni fa

    ti vorrei far notare che il fumo è sempre stato un vezzo da ricchi e per pochi dai tempi dei tempi

  • 9 anni fa

    pure io sono una fumatrice ......azz sono daccordo con te su tutti i punti !

    però do' ragione a clarissa fumare è la cosa piu' stupida e pericolosa che si possa fare.......

    che dire.......

    leviamoci sto viziaccio :))

    ciao

    GG

  • sono una fumatrice e sono contenta che aumentino. fumare e' la cosa piu' scema del mondo quindi e' giusto pagare !!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    questa crisi la pagano i fumatori perchè il mercato del fumo è tra i più attivi. perciò è un modo veloce e facile per far fronte alle lacune...

  • Anonimo
    9 anni fa

    Abbastanza fastidioso due aumenti in due mesi, ma giocano sul fatto del vizio forzato e chi fuma difficilmente smetterà, il problema che più spaventa sono i beni di prima necessità e spese obbligate....un kg di pane è arrivato ( da zone a zone) ma la media è sui 3€ per due pezzi di pane...le verdure, ortaggi, tasse, irpeff casa, biglietti autobus bollette etc. Ieri la prima tranvata.

    Io ancora devo capire lo schema: più la gente si lamenta per avere 20 euro in busta e più ti tagliano le gambe? Cosa è un nuovo paradosso che mi è sfuggito...

    La gente protesta per l'eventuale cassaintegr. mobilità, disoccupazione e più scrivono che il lavoro abbonda delegando la colpa al suo popolo, forse siamo in mano a persone poco chiare, evidentemente hanno fatto dei disastri che cercano di coprire distribuendo ai cittadini il loro pasticcio, non c'è altra spiegazione...il fumo? magari fosse quello il problema, sebbene

  • Potrebbe essere un buon motivo per smettere...prova a tenere il calcolo di ogni spesa per sigarette/accendini che fai...a fine anno ti metti le mani nei capelli...

    E con quei soldi lì potevi comprarti BEN ALTRO...

    PS. Non è un rimprovero, ma vorrei che capissi che lo faccio per il tuo bene.

  • Ho fatto caso che i distributori automatici continuano al prezzo vecchio, fino ad esaurimento scorte, credo... cosa che non succede se vai dal tabaccaio... certo, il distributore ha tutto registrato...

    Dovrebbe essere così anche per la benzina... ma non è cosi purtroppo :|

    Ciao

    S†√

  • Violet
    Lv 7
    9 anni fa

    guarda, l'aumento del costo delle sigarette è l'unica cosa buona di questa manovra.

    in fondo non sono un bene di prima necessità, sono entrate sicure per lo stato e quelli che fumano adesso hanno un motivo in più x smettere.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.