Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaRoditori · 9 anni fa

Mi hanno regalato un coniglio nano molto ma molto piccolo...Non ho niente per curalro cosa faccio?

Per il compleanno mi hanno regalato un piccolo coniglio solo che si trova in un cartone e poi ne ho avuto uno qualke mese fa ma mi è morto sotto gli okki quindi averne uno uguale x giunta mi fa un po spavento..Ma è così dolce e indifeso che rimanerlo in quel negozio mi fa una pena unica... Cosa posso dargli? Per ora gli ho dato un po di latte ma ne ha bevuto un sorso e basta poi ha fatto un po di diarrea ... trema molto ! Cosa posso dargli? Doverei tenerlo a darlo al negozio di animali? Aiutatemi vi prego...

14 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao carmen non dare mai più i latte al coniglio!!! lo uccidi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!il latte vaccino è mortale per loro!!!!per prenderti cura di lui ti dovresti informare tu per prima cosa, ed evitare di dargli cose se non sai la sua gestione..1:i conigli non vanno comprati prima dei 2 mesi di età perchè non sono ancora svezzati,e sono sotto rischio infezioni all intestino perchè ancora non hanno formato gli anticorpi intestinali ,visto che ormai ce l hai devi portarlo da un veterinario che sia esperto in esotici cosi lo visiterà e gli farà un esame per verificare che non ci siano infezioni intestinali es.coccidi...

    2:i conigli sono animali strettamente erbivori!!!! la loro alimentazione si basa su fieno che deve essere sempre disponibile in quantità e verdura/erba fresca ..ovviamente il cucciolo è troppo piccolo quindi non puoi dargli subito verdura fresca in quantità altrimenti lo uccidi(la dissenteria uccide i conigli) devi procurarti un pellettato di erbe pressate (che non sono mangimi mix ..i mangimi che spesso trovi nei negozi sono mortali per i conigli perchè fatti di granaglie come cereali mais semi di girasole e altri tipi di semi fioccati crocchette e alcuni adirittura contengono unh medicinale chiamato ciccidiostatico assolutamente tossico nei conigli sani ) i pellettati invece sono dei cilindri verdi che come composizione hanno erba da campo essiccata e pressata (es. festuca quadrifoglio,dente di leone oppure verdure come spinaci carote etc )le marche migliori di pellettati sono bunny e oxbow un coniglio piccolo deve mangiare fieno in quantità sempre disponibile e due cucchiai di pellettato poi man mano si inserisce in modo molto graduale la verdura fresca ..io faccio sempre in questo modo 3 foglie di sedano in 3 pasti 1 matti /1pom/1sera fai cosi per 3-4 giorni e poi aumenti 6 foglie di sedano sempre in 3 pasti 2 foglie per pasto altri 3-4 giorni e aggiungi un altra verdura es.finocchio un pezzetto 3-4 giorni e aumenti e cosi via man mano con le verdure ..(il coniglio mangia tutte le verdure adatte al consumo umano tranne aglio cipolla patate melanzane parti verdi di peperoni e pomodori nonchè nessun tipo di seme nemmeno di frutta o peperone ,funghi) ottime invece la verdure come sedano e finocchio ricche di fibre e altamente digeribili ,radicchio rosso ,catalogna, indivia, scarola, romana, carota,spinaci,basilico,menta,coste,costine,zucchine,etc...

    3cure:hai bisogno di cercare un veterinario esperto in esotici (non uno per cani!!che sono incompetenti con i conigli tenuti come pet) il coniglio fà due vaccini ogni sei mesi per due malattie altamente contagiose e mortali si chiamano mixomatosi e mev(malattia emoragica virale) entrambi non sono curabili solo il vaccino li protegge ..inoltre i conigli vanno sterilizzati appena raggiunta la maturità sessu@le che varia dal sesso e dal coniglio cmq mediamente è tra i 4 e i 6 mesi i conigli vanno sterilizzati perchè non hanno un calore e patiscono moltissimo la maturità arrivano a mkarcare il territorio con urine e feci a essere aggressivi e nervosi inoltre nelle femmine è indispensabile perchè sono a rischio tumore all utero piometra mastite e gravidanze isteriche l incidenza di tumore e piometra si aggira sul 80% in conigliette non sterilizzate dopo i due anni di età quindi ricorda che la sterilizzazione è importante sono diversi dai cani!!!4: gestione il coniglio è un animale sociale questo vuol dire che ha bisogno di interagire con la famiglia per far ciò deve poter stare libero 24 ore su 24 (usa la lattiera per sporare esattamente come i gatti ma devi sterilizarlo quando sarà il momento) in questa maniera si sentirà parte della famiglia come se fosse la sua conigliera i conigli sono molto inteligenti equivalgono ad avere un cane ma bisogna conoscerli e sapersi comportare (sappi che conigli tenuti in gabbia oltre a non fidarsi e tendere a isolarsi vanno incontro a patologie gravi e mortali come blocchi/stasi intestinale ,e paralisi degli erti posteriori) un coniglio ha bisogno di molto movimento di correre saltare e giocare ..ovvimanete la casa deve essere messa in sicurezza cavi e fili coperti da canaline niente piante(possono essere tossiche o mortali) tende alzate reti ai balconi e niente mobili bassi che possono essere usati come scale vicino a balconi o finestre etc etc etc questo è un inquadramento sulla gestione se puoi tenerlo in queste condizioni ok tienilo avere un coniglio è fantastico sono animali splendidi e ti danno tanto ma se non puoi non riportarlo in negozio contatta aae associazione animali esotici è un associazione che fà il recupero di animali abbandonati o maltrattati almeno loro prenderanno il piccolo e gli cercheranno una famiglia adatta e che sappia gestire conigli in negozio tu non sai in che mani andrebbe a finire!!

    Fonte/i: ti lascio dei siti di associazioni dove hanno schede per la gestione di conigli leggili ti serviranno molto ti lascio anche il link del blog che abbiamo aperto noi (alcune ragazze esperte e appassionate in lagomorfi e roditori) ciao e benvenuta nel monndo delle mamme lapine !!!http://www.lavocedeiconigli.it/ http://www.lacollinadeiconigli.net/ http://www.aaeconigli.it/schede.php http://rosicchiamotuttiinsieme.splinder.com/ http://www.casafreccia.it/ http://www.facebook.com/#!/Rosicchiamo.Tutti.Insie...
  • 9 anni fa

    il latte nooooooooooo!

    dagli fieno, solo fieno per 2-3 giorni e nel frattempo compra una gabbia spaziosa con del pellet in legno di faggio che faccia da lettiera! ovviamente beverino e mangiatoia.

    qui http://www.lavocedeiconigli.it/Alimentazione.htm trovi liste di ciò che può e non può mangiare un coniglietto!

    le verdure le devi dare gradualmente e in piccole dosi (un pezzettino di sedano o finocchio o radicchio 2 volte al giorno tipo), ma per adesso ti consiglio di lasciarlo solo a fieno, in modo che si ripulisca dal latte e dai mangimi che gli davano in negozio, MANGIMI DA EVITARE ASSOLUTAMENTE!!!

    l'alimentazione del coniglio si basa su fieno e verdure, fieno che non deve mai e dico mai mancare dalla sua gabbietta e poi, quando avrai inserito la verdura nella sua alimentazione, devi darne 150/200gr per ogni kg del suo peso corporeo... nell'introduzione delle verdure ti consiglio quanto hanno consigliato a me, e cioè di iniziare con sedano, finocchio, radicchio... alimenti molto ricchi di fibre, ciò di cui ha bisogno il tuo coniglietto!

    Dimenticavo, sai dei vaccini vero? ne vanno fatti 2 uno contro la mixomatosi e uno contro la mev, sono a richiamo semestrale! devono essere assolutamente fatti per tutelare al meglio il tuo coniglietto da queste 2 malatie mortali! penso che seppur piccolo sia già svezzato il tuo coniglietto, recati da un veterinario esperto in esotici e fallo visitare e vaccinare al più presto!!

  • 9 anni fa

    Ciao,

    innanzitutto non dargli più latte che lo mandi in diarrea e lo fai morire.

    Un coniglio se ha almeno un mese già mangia solido, quindi non ha bisogno del latte, soprattutto di quello vaccino che gli fa malissimo. Il latte che va bene è quello di capra o quello in polvere per lo svezzamento dei gattini.

    Devi innanzitutto portarlo a visitare presso un veterinario specializzato in animali esotici che provvederà a fargli una visita completa, il controllo delle feci (è ad alto rischio coccidiosi). Poi, dipende da quanto è piccolo, provvederà a fargli i vaccini contro due malattie dall'altissimo tasso di mortalità; la mixomatosi, mortale nel 50/80% dei casi e la malattia emorragica virale, mortale al 100%.

    Adesso devi lasciarlo solamente a fieno e due cucchiai di pellet quotidiani. Non va assolutamente bene quello che vendono nei negozi (pieno di semi e/o cereali e coccidiostatico). Le marche che puoi utilizzare sono la Oxbow (la migliore), Zupreem, Bunny o Pincky. Purtroppo raramente si trovano nei negozi, si comprano soprattutto online.

    Dopo la visita inizierai ad introdurre le verdure fresche. Ma fredde di frigorifero e bagnate, piccoli pezzi per iniziare ed un tipo di verdura per volta. Una volta accertato che le tollera (niente diarrea) potrai aumentare la quantità e fare un bel piatto misto. Ricordati però che prima è fondamentale che mangi moltissimo fieno (calcola una manciata grande quanto lui al giorno) e poi viene la verdura.

    Devi comprare una gabbia, visto che il coniglio NON deve vivere in gabbia ma libero (almeno in una stanza) non è necessario che sia una gabbia immensa e costosa. La mia (60*40cm) l'ho pagata 20 euro, ho eliminato lo sportellone davanti e lui ci entra solo per sporcare e bere dal beverino.

    Ti lascio vari link utili ed anche quello del negozio dove compra da due anni e mi sono sempre trovata benissimo:

  • Alba.M
    Lv 7
    9 anni fa

    devi portarlo urgentemente dal vet esperto in esotici per una visita completa! e non dargli ASSOLUTAMENTE LATTE. puoi lasciarlo a pellet di buona marca e fieno intanto che prenoti la visita.LA DIARREA E PERDITA DI TONO NEI CONIGLI è UN SEGNO BRUTTISSIMO. per questo togli il latte e lascialo a fieno.

    i conigli sono erbivori in natura mangiano l'erba quindi potrai ben immaginare che anche in cattività mangiano solo vegetali!!che vanno però introdotti con cautela cioè molto lentamente. la cosa migliore è farti spiegare tutto dal vet!! esperto in esotici mi raccomando!!!

    ps: il latte di altri animali non fa bene a nessun animale!!! dovrebbe essere di coniglio per potergli giovare.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Prendigli una gabbietta bella spaziosa e lasciagli a disposizione tanto fieno (lo puoi comprare anche nei supermercati). La gabbietta deve essere ricoperta da una lettiera specifica per i suoi bisogni, NON va bene la lettiea del gatto, la migliore è la lettiera a base di trucioli, anche per questo ti basta andare in un qualunque supermercato e vedere su quali lettiere c'è l'ìimmagine dei conigli/roditori.

    Se vuoi che abbia una vita lunga e sana di sconsiglio di dargli da mangiare i mangimi confezionati. Nutrilo con sedano e finocchi, pomodoro e foglie di insalata. Ogni tanto uno spicchio di mela o un po' di carota. Deve avere sempre acqua a disposizione (lascia perdere il latte!!!)

    A questo link un sacco di schede con info utili sul tuo nuovo amico http://www.aaeconigli.it/schede.php

  • 9 anni fa

    Il latte lo uccide...vai a questo link e leggi tutto: http://www.coniglioshop.it/consigli-alimentazione/

  • cro_88
    Lv 6
    9 anni fa

    a me sembra che tu nn voglia questo animaletto.. allora riportalo al negozio!!

    non si da il latte ai conigli, infatti ha avuto la diarrea..questo è proprio il modo migliore per vederlo morire ancora sotto i tuoi occhi!!

    vai in un negozio di animali e compra del fieno!! deve mangiare quello,nient altro, assolutamente niente mangimi in scatola.

    però sbrigati,nn puo stare digiuno tante ore o andrà in blocco intestinale e morirà... oltre al rischio di farlo morire di fame...

  • 9 anni fa

    Ti dico: ascolta i consigli di "voglia di coniglietto" ma aggiungici un accorgimento fondamentale: il coniglio è paragonabile a un cane o un gatto, non solo come affetto: deve poter girare libero per casa almeno un'ora al giorno (minimo!!) e va tenuto ovviamente sotto controllo perché se rosicchia fili elettrici muore stecchito.

    I miei non sono consigli campati per aria: so come si cura un coniglio perché sono stata volontaria di un canile/gattile dove vengono ospitati anche roditori e conigli: una mia amica tuttora ospita a casa propria conigli in cerca di un affido.

    Ti sconsiglio di riportare il piccolo al negozio, piuttosto portalo in un canile che si occupa anche di erbivori: di sicuro lì sanno come trattarlo, il negozio è sempre il posto meno affidabile!!!

    Che dire, vi auguro una lunga vita felice a entrambi, a te e al piccolo orecchione ^^

    Fonte/i: Esperienza personale
  • 9 anni fa

    Ciao io ho un porcellino d' india e la mia veterinaria mi ha dato le informazioni necessarie prendendole dal sito sivae.it

    Leggile attentamente e trova un bravo veterinario in grado di seguirti almeno all'inizio dato che non conosci i comportamenti del tuo coniglietto.

    p.s.:da bere magari mettigli subito solo dell'acqua in un dispenser a biberon per roditori

    Buona fortuna

    Comportamento: I conigli amano esplorare l’ambiente, correre e giocare, e soffrono se stanno costantemente rinchiusi nella gabbia.

    Gestione domestica: La gabbia deve essere sufficientemente spaziosa, robusta, priva di elementi taglienti, a prova di fuga e facile da pulire. L’apertura deve essere abbastanza larga da permettere di afferrare agevolmente il coniglio; l’ideale è che sia presente sia un ampio sportello superiore, per tirare fuori il coniglio con facilità, che un’apertura laterale, per permettere all’animale di entrare e uscire dalla gabbia da solo.

    Il tipo di fondo è molto importante per prevenire lesioni alle zampe. Il pavimento della gabbia deve essere solido (non di rete), ricoperto da uno strato abbondante di lettiera (stracci, trucioli, pellet di carta riciclata o di tutolo di mais, paglia o fieno). Non sono adatti i materiali abrasivi come il ghiaino per gatti. La carta va evitata se il coniglio tende ad ingerirla.

    Il coniglio sopporta meglio le temperature basse di quelle alte, e sopra i 30°C rischia di andare incontro ad un colpo di calore. Pertanto se la gabbia è sistemata all’aperto occorre che sia almeno in parte protetta dalla luce solare diretta. La temperatura ambientale ideale è compresa tra 16° e 21°C. L’umidità non deve essere troppo elevata (30-70%).

    All’interno della gabbia va posta una casetta che funga da tana, in cui il coniglio, animale timido per natura, possa nascondersi quando si sente minacciato. Il resto dell’arredo sarà rappresentato da recipienti per l’acqua e il cibo che non possano essere rovesciati. L’abbeveratoio ideale è quello a goccia, facile da mantenere pulito.

    La pulizia della gabbia deve essere molto frequente; la lettiera andrebbe preferibilmente cambiata tutti i giorni. I conigli possono essere facilmente addestrati ad utilizzare una cassetta per i bisogni, come i gatti, il che permette di lasciarli liberi per casa. Se il coniglio ha già spontaneamente scelto una zona per sporcare, la cassetta va posta in quella zona. Per incoraggiare l’uso della cassetta si può collocarvi qualche pallina di feci. In ogni caso i conigli non devono mai essere lasciati liberi di girare per la casa senza sorveglianza. Gli elementi della casa che costituiscono un pericolo per i conigli lasciati liberi sono rappresentati da fili elettrici, stoffa e fili se ingeriti, piante tossiche, farmaci, e qualunque sostanza pericolosa per le persone. Altri pericoli sono rappresentati dalle cadute dall’alto (terrazze) e dall’aggressione da parte di cani, gatti o furetti. I bambini piccoli devono toccare i conigli solo in presenza di un adulto, perché facilmente li possono lasciar cadere causando loro delle lesioni.

    Alimentazione: Il coniglio è un erbivoro stretto, con un apparato digerente e una dentatura molto specializzati, che si adattano male ad una alimentazione scorretta. L’alimento deve essere ricco di fibra, per permettere un adeguato consumo dei denti e un buon funzionamento dell’apparato digerente. L’alimentazione errata è la causa principale dei problemi di salute del coniglio da affezione (malocclusione, diarrea, costipazione, obesità, ecc.).

    La dieta dei conigli in natura è costituita prevalentemente da erba, foglie e germogli, e anche in cattività l’alimentazione migliore è costituita da erba o, in mancanza di questa, da fieno fresco di buona qualità (sempre a disposizione in abbondanza) e da verdure fresche. Il coniglio può mangiare tutte le verdure adatte al consumo umano: carote, foglie di carota, radicchio, insalate, catalogna, spinaci, ecc. La frutta deve essere data in quantità moderata. La dieta può essere integrata con l’uso di un pellet di buona qualità, costituito solo da fieno e vegetali, che contenga almeno il 18% di fibra. Alimenti assolutamente da evitare (non presenti nella dieta naturale e non adatti alla fisiologia del coniglio) sono: tutti i carboidrati (pane, grissini, fette biscottate, fiocchi di cereali, dolciumi, ecc.) e tutti i semi (girasole, mais, riso, avena, grano, bastoncini di semi e melassa, ecc.).

    Ogni cambio di alimentazione deve essere fatto in modo molto graduale, perché variazioni improvvise della dieta possono causare gravi disturbi intestinali.

    Fonte/i: sivae.it
  • 9 anni fa

    NOOOOOOOOOOOOOOOOOO che latte???????Ecco perchè ha la diarrea :/

    Dagli fieno,insalata,carote,finocchi

    :(( Povero coniglietto :(( fagli tante coccole ;))) ne ho 2 emm.... acqua solo acqua ;)

    E niente mangimi ;)

    Fonte/i: ne ho 2 ;)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.